Tom's Hardware Italia
Software & Hardware

Epson, le getto d’inchiostro per le PMI raggiungono quota 40 milioni

Per le stampanti rivolte ai professionisti si parla di una crescita sostanziale dal 2010 ad oggi con un incremento previsto del 13% per l'anno in corso

Seiko Epson Corporation ha annunciato che le vendite complessive a livello mondiale delle sue stampanti a getto d’inchiostro con serbatoi ad alta capacità, molto in voga tra le PMI, capaci di raggiungere i 40 milioni di unità.

Epson ha lanciato le inkjet in questione nell’ottobre del 2010, in Indonesia, espandendo continuamente la loro diffusione fino a raggiungere circa 150 fra paesi e regioni alla fine di marzo 2019.

Con la disponibilità iniziale nei mercati emergenti e la successiva introduzione nelle economie sviluppate, l’azienda giapponese ha visto i modelli di stampanti con serbatoi ad alta capacità rappresentare ogni anno una percentuale crescente del mercato totale delle unità a getto d’inchiostro.

In questo modo, Epson ha mantenuto per nove anni consecutivi la migliore quota mondiale nel mercato delle stampanti a getto d’inchiostro ad alta capacità.

Nell’anno fiscale in corso, la compagnia promuoverà la transizione dalle stampanti a cartucce verso quelle con serbatoi d’inchiostro ad alta capacità, continuando a sottolineare il vantaggio di queste ultime in termini di costo per pagina e basso impatto ambientale.

L’azienda incentiverà inoltre la sostituzione delle stampanti laser con la sua linea di stampanti a getto d’inchiostro per ufficio, che permettono di stampare con un TCO notevole.

Grazie a questi sforzi, Epson prevede di vendere nell’esercizio in corso 10,2 milioni di stampanti con serbatoi d’inchiostro ad alta capacità: un incremento del 13% rispetto all’anno fiscale precedente.

Si prevede che questa cifra rappresenterà circa il 64% delle vendite totali di stampanti a getto d’inchiostro di tutta Epson.