IT Pro

Ethernet classe carrier e nuovi servizi da Retelit

Si chiama M-Link la nuova offerta di servizi gestiti realizzata da Retelit che, da puro carrier di trasporto, evolve a fornitore di servizi e soluzioni di telecomunicazioni innovative. Si aprono quindi nuovi orizzonti sia per la società sia per il mercato, grazie all’unicità della nuova proposizione di valore.

Consistenti gli investimenti fatti e che si svilupperanno fino al 2015, per un totale di 75 milioni di euro. In particolare, la sua infrastruttura di rete è stata rinnovata con tecnologie innovative come la Carrier Ethernet e la OTN (Optical Transport Network) operante a 100 Gbps. In particolare, l’implementazione della tecnologia Carrier Ethernet ha consentito a Retelit di introdurre funzionalità in termini di scalabilità, flessibilità, gestione e controllo della rete e dei servizi, con la conseguente attivazione di nuovi servizi e valorizzazione di quelli esistenti. 

Giuseppe Sini

L’operatore italiano ha completato anche la prima dorsale della rete ottica a 100G per far fronte alla richiesta di servizi a capacità elevata e bassa latenza ed erogare servizi VPN di trasporto ottico. L’ampliamento ed il completamento dell’ infrastruttura tecnologica, in pratica, consentono ora a Retelit di proporre alle Telco, ai service provider, ai broadcaster e ai new media quali gli Over the Top, servizi VPN di Livello 3 (MPLS IP VPN), di Livello 2 (VPLS), e di Livello 1 (Optical VPN).

Nei prossimi mesi, ha comunicato la società, verrà ulteriormente ampliata anche l’offerta di Data Center con nuovi servizi IaaS (Infrastructure as a Service) per consolidare le capacità di Retelit come Cloud enabler. A partire dal 2014, come previsto dal piano industriale in esecuzione, la società si focalizzerà anche su segmenti selezionati dei mercati Corporate e Pubblica Amministrazione, concentrandosi in modo specifico su realtà adiacenti all’infrastruttura di rete Retelit indirizzando esigenze puntuali di servizi ad alta capacità basati su fibra ottica per la trasmissione di grossi volumi di dati.

"L’evoluzione dell’infrastruttura ottica a 100 Gbps permette a Retelit di offrire servizi di trasporto ad alta capacità a bassa latenza contemporaneamente fra sedi diverse e capaci inoltre di essere potenziati in modalità “on-demand”, soddisfacendo così anche le richieste di picchi di banda per periodi di tempo limitati. Queste ultime sono le tipiche esigenze che emergono nella distribuzione di grandi moli di dati, come i contenuti video, e nelle connessioni fra Data Center", ha commentato Giuseppe Sini, Direttore Commerciale di Retelit.