Tom's Hardware Italia
IT Pro

Garantire la sicurezza in ambiente hybrid cloud

Netwrix Auditor 8.0 permette di prevenire le minacce alla sicurezza e migliorare la visibilità sui dati on premises e nel cloud

Netwrix, produttore di applicazioni per l’audit dell'IT che fornisce visibilità sulle modifiche all’infrastruttura  nell'accesso ai dati, ha annunciato la disponibilità di Netwrix Auditor 8.0. La nuova versione della piattaforma di auditing si propone di semplificare l’identificazione delle minacce alla sicurezza e permettere di avere un rigoroso controllo sui dati critici a tutti i livelli dell’ambiente IT, incluso il cloud ibrido e i dispositivi di archiviazione.

Particolarmente critico è il cloud ibrido. Secondo un sondaggio della stessa Netwrix, l’hybrid cloud è il modello d’installazione più utilizzato e di conseguenza quello più soggetto a rischi. La maggior parte delle aziende ritiene che quello cloud sia un ambiente insicuro perché non fornirebbe sufficiente visibilità sulle attività degli utenti. E' questa visibilità che si è proposta di incrementare Netwrix con il rilascio  di Netwrix Auditor 8.0.

optimize it operations new
Gli strumenti di Netwrix Auditor 8.0

Netwrix Auditor fornisce per l’audit dati fruibili su chi ha accesso a che cosa, informazioni su i cambiamenti, e quando e dove è stata apportata una modifica. L'obiettivo è aiutare nel prevenire violazioni di sicurezza causate dagli attacchi di insider e a superare gli audit di compliance più facilmente e con meno spese permettendo anche di tenere sotto controllo quello che stanno facendo gli utenti dotati di permessi nell’ambiente cloud.

In particolare, le nuove funzionalità di Netwrix Auditor 8.0 includono:

  • Applicazione per Office 365. Permette di rinforzare la sicurezza dei dati in cloud grazie alla possibilità di fare l’audit a tutte le modifiche delle impostazioni di sicurezza e degli accessi non autorizzati alle cartelle email in Microsoft Exchange Online. 
  • File analysis. Consente di prendere decisioni sulla gestione delle informazioni per i dati non strutturati. Report predefiniti permettono di identificare diritti d’accesso eccessivi, dati sovraesposti e attività sospette di letture dei file, modifiche e tentativi d’accesso falliti.
  • Applicazioni per EMC, NetApp e Windows File Server. Espandono la visibilità alle modifiche e ai dati d’accesso ai dispositivi di archiviazione per identificare le minacce provenienti dall’interno e prevenire violazione dei dati non strutturati. 
  • RESTful API. Permette di ottenere capacità di auditing e reporting e possibilità di integrare Netwrix Auditor con altre applicazione on-premises o in cloud.
  • Installazione in ambiente virtuale e in cloud. Oltre all’installazione tradizionale “on-premises”, risponde alle esigenze delle aziende e dà la possibilità di avviare lo strumento, evidenzia la società, in soli 15 minuti.

 “Alla luce delle crescenti minacce di violazione dei dati, la visibilità sul cloud diventa una parte molto importante per garantire la sicurezza e il modo migliore per assicurare l’integrità dei dati. La consapevolezza di chi, dove e quando ha fatto cosa permette di avere una Data Governance olistica, aiuta le aziende a mitigare il rischio dell’errore umano e controllare al meglio i dati critici indipendentemente da dove siano", ha dichiarato Michael Fimin, CEO e cofondatore di Netwrix.

L’azienda ultimamente ha cambiato la politica del Programma Partner, offrendo un supporto maggiore e maggiori possibilità di guadagno a quelle aziende che vogliono offrire ai propri clienti un servizio affidabile. Anche la collaborazione con gli MSP è un elemento importante della strategia di sviluppo di Netwrix, il nostro programma speciale per questo tipo di aziende propone un ragionevole modo di allineare gli obiettivi con le esigenze dei consumatori”, aggiunge Maurizio Taglioretti, Country Manager di Netwrix per l’Italia e il sud Europa.