Software & Hardware

Gli Epson Moverio BT-350 adesso funzionano con TeamViewer Pilot

Gli smartglass Epson Moverio BT-350 entrano nel mondo di TeamViewer Pilot, così da permettere agli esperti di essere virtualmente sul posto per guidare i tecnici on-site nell’esecuzione di operazioni complesse negli ambienti di lavoro.

Secondo Epson, in questo modo si risolvono più rapidamente i problemi, si riducono i tempi di fermo e si migliora la produttività. Inoltre, la visione stereoscopica del modello BT-350 offre un ampio campo visivo, mentre le lenti trasparenti garantiscono una sovrapposizione perfetta tra i contenuti in realtà aumentata e lo scenario reale.

«L’ampia adozione di smartglass come tecnologia per l’assistenza remota è dovuta a una serie di fattori, non ultimo la praticità di lavorare a mani libere senza distogliere l’attenzione da ciò che si sta facendo» ha dichiarato Gianluca De Alberti, Sales Manager Professional Display di Epson Italia.

«Per le aziende con grandi team di assistenza sul campo o con grandi squadre dedicate ai clienti è importante avere un tecnico in loco che risolva immediatamente i problemi» ha sottolineato Gautam Goswami, CMO e responsabile per i prodotti di TeamViewer.

Che ha poi continuato: «L’integrazione di TeamViewer Pilot con i Moverio consente agli esperti di essere sempre ovunque, a prescindere da dove ci si trovi».

Con i Moverio si possono aggiungere note in realtà aumentata con frecce indicatrici, disegni a mano libera, istruzioni in sequenza e molto altro, direttamente sugli oggetti presenti nel campo visivo del tecnico on-site.

Che si tratti di intervenire da remoto su un traliccio o su una pala eolica, grazie al supporto in tempo reale i lavoratori possono svolgere un’attività in minor tempo, riducendo i tempi di risposta in caso di guasto.

Per il produttore, i Moverio BT-350 sono progettati per essere comodi e resistenti: il design ergonomico permette a più persone di indossarli ripetutamente, comodamente e a lungo, indipendentemente dalla costituzione, dalla taglia o dall’uso di occhiali.

Grazie alla microtecnologia Si-Oled, l’area di visualizzazione inutilizzata è trasparente e ciò garantisce un uso ben equilibrato tra i contenuti in realtà aumentata e lo scenario reale.