Reseller

Hewlett Packard Enteprise e il valore della tecnologia

Hybrid cloud, edge computing (che si legge IoT) security e mobility sono le aree in cui si concentrano gli sforzi di HPE nello sviluppo di tecnologie che non siano "semplice ferro", cioè una commodity senza valore aggiunto, bensì elementi distintivi fondamentali per partner e clienti che debbano realizzare le soluzioni a supporto del business e dei suoi processi per gli anni a venire.

Stefano Venturi   Corporate VP e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterp   Copia
Stefano Venturi Corporate VP e Amministratore Delegato Hewlett Packard Enterp Copia

Tecnologie che partono da sistemi consolidati «di successo, come i Synergy», spiega Stefano Venturi, corporate vice president e amministratore delegato di HPE Italia, e si articolano in una serie di nuovi prodotti, frutto dello sviluppo interno, come l'atteso The Machine, (che conta, come lead hardware architect, l'italiano Paolo Faraboschi) e di acquisizioni, come quelle di Simplivity e Nimble storage, tra le più recenti, citate dal Ceo Meg Whitman, intervenuta al partner summit di HPE Italia.

Tecnologie che rispondono all'esigenza di realizzare soluzioni per l'analisi dei big data, per la digital transformation, per l'Internet of Things o per il lavoro in mobilità: in pratica i trend del momento. Sono dunque queste le aree verso le quali i vertici di HPE spingono i propri partner per creare valore aggiunto e accrescere il business.

I partner premiati

Gli ambiti suddetti sono quelli in cui sono stati selezionati i migliori partner. In particolare, sono stati scelti i tre migliori progetti da parte della stampa specializzata. Di seguito le motivazioni per i partner premiati, non elencati in un ordine di classifica sono:

  • Harpa per LazioCrea – Qui è stato riconosciuto l'elemento di innovazione nella natura stessa del progetto, che punta allo sviluppo di smart building e smart energy e può essere considerato un laboratorio con elementi di replicabilità. Inoltre coinvolge gli aspetti hardware, software e servizi, dunque in un'ottica di proposizione completa.
    HPE marathon foto di gruppo partenza
    Team building e beneficenza con la corsa mattutina
  • NetMind per Emilceramita – Un progetto di innovazione applicato a un cliente di un settore tradizionale, con elementi di smart working, collaboration, business continuity. Interessante l'elemento di virtualizzazione delle stazioni grafiche. Porta con sé aspetti di miglioramento operativo e organizzativo con processi di condivisione degli asset dati dell'azienda, importante per le attività di ricerca e sviluppo.
  • NPO per azienda del settore Automotive – Questo progetto punta alla semplificazione e automazione dei processi e include anche elementi di mobile engagement dei visitatori dell'azienda. L'integrazione di Pathfinder consente un ingaggio diretto e diverso con il cliente, che può abilitare a sua volta una nuova proposizione di servizi personalizzati. Da sottolineare il valore del coinvolgimento di interlocutori diversi dall'ICT manager come HR e marketing.
Paolo Delgrosso HPE Channel Service Provider SMB Sales Director   Copia
Paolo Delgrosso HPE Channel Service Provider SMB Sales Director Copia

Per accrescere le potenzialità della propria forza vendita indiretta, HPE, quest'estate ha annunciato importanti novità per il programma Partner Ready, presentando nuove competenze di canale e nuove risorse, cui si aggiungono i rinnovati servizi PointNext.