Tom's Hardware Italia
Software & Hardware

Ignite 2019, Microsoft punta tutto su servizi IA

In occasione dell'appuntamento annuale, la compagnia ha annunciato una serie di nuovi strumenti e servizi dotati di intelligenza artificiale, per rispondere alle esigenze di compliance delle imprese

La conferenza annuale Ignite 2019 di Microsoft è sempre un ottimo modo per scoprire le novità che la compagnia dedica ai servizi per il business. Non sono mancate le sorprese anche questa volta, con una serie di funzionalità interessanti, impregnate di Intelligenza Artificiale.

Si parte con Azure Synapse Analytics, un nuovo servizio che combina le capacità di Azure SQL Data Warehouse con nuove funzionalità che mirano ad aiutare gli utenti ad analizzare i dati provenienti da diverse fonti in modo più rapido e sicuro. Disponibile in preview da oggi, Azure Arc permette invece di accedere ai servizi di Azure da altri cloud o infrastrutture, inclusi quelli di Amazon e Google.

oracle summit 2019

Per quanto riguarda Microsoft Flow, questa cambia nome e diventa Power Automate e si dota di una nuova funzionalità di robotic process automation chiamata UI flows, disponibile in preview pubblica, che consente di trasformare compiti manuali in workflow automatizzati.

Lo fa registrando e riproducendo le azioni guidate dagli esseri umani su software che non supportano l’automazione delle API, grazie a una semplice esperienza point-and-click. Con questo aggiornamento, Power Automate si conferma come piattaforma end-to-end di valore per l’automazione.

Ma la prima vera novità di Ignite 2019 è Project Cortex per Microsoft 365. Incarna l’impegno della compagnia nel trasformare le modalità di apprendimento e condivisione delle informazioni. Il nuovo tool fa leva sull’intelligenza artificiale per analizzare i dati aziendali e organizzarli automaticamente per topic, assicurandosi di consegnare le informazioni alle giuste persone all’interno dell’organizzazione.

Arriva anche Play My Emails in Outlook for iOS, disponibile a partire da oggi negli Stati Uniti. Speriamo lo sarà presto anche da noi perché si poggia su Cortana per usare il riconoscimento vocale e del linguaggio naturale e leggere ad alta voce le nuove email e gestire cambi nell’agenda, permettendo di rimanere aggiornati anche quando non si hanno le mani libere.

Vengono potenziati con tool IA anche Microsoft Edge e Microsoft Bing, come la possibilità di combinare Internet con l’Intranet aziendale tramite Microsoft Search all’interno di Bing, oltre ad avanzate impostazioni di default per la protezione della privacy e la capacità di esportare informazioni direttamente da una ricerca sul web.

Concludiamo con Yammer, che è stato completamente ridisegnato con decine di nuove funzionalità che migliorano la connessione, la creazione di community e la condivisione di informazioni all’interno delle aziende. La nuova versione offre un’esperienza intelligente e fluida su più dispositivi e introduce nuove possibilità di integrazione con Teams, SharePoint e Outlook.