Manager

Il Percorso Professionale Legale al Security Summit

Uno dei percorsi informativi e formativi del prossimo Security Summit, che si apre con i tre giorni della tappa milanese il prossimo 12 marzo, riguarda gli aspetti legali della sicurezza, più precisamente, è il Percorso Professionale Legale del Security Summit. Ne fa parte, durante la prima giornata, il previsto intervento di Giovanni Ziccardi dal titolo "Gli eserciti elettronici e i nuovi aspetti della CyberWarfare: tecniche, equilibri politici, aspetti giuridici". Diversi Stati stanno operando, più o meno in segreto, per costituire un vero e proprio esercito elettronico che un domani servirà per combattere nuovi tipi di guerre. Non solo: negli ultimi dieci anni si sono già registrati episodi di utilizzo di tecniche di CyberWarfare durante confitti tradizionali. In questa sessione di studio si affronteranno i temi della nozione e dei limiti della CyberWarfare e degli eserciti elettronici in USA, Russia, Cina, Corea del Nord, Corea del Sud, Siria e Iran.

Durante la seconda giornata ci saranno due interventi, il primo di Emilio Tosi su "Tutela dei contenuti digitali in Internet e responsabilità civili degli ISP e degli aggregatori di contenuti: sviluppi giurisprudenziali" e il secondo di Alessandro Fiorenzi su "La computer forensics come strumento di supporto delle strutture di auditing nelle indagini interne aziendali".

Il 14 marzo, infine, sono previste due sessioni. La prima, tenuta da Gabriele Faggioli, dal titolo "CLOUD: profili legali e contrattuali", durante la quale verranno da un lato affrontate e commentate le maggiori criticità e peculiarità dei contratti di servizi cloud sotto un profilo civilistico e dall'altro illustrate le tutele da prevedere sul piano del trattamento dati personali. La seconda sessione, tenuta da Mattia Epifani, Paolo Dal Checco e Stefano Fratepietro, tratterà di "Mobile Forensics", con un approfondimento sui software open source.