Reseller

Kaspersky rinnova il Partner Program

È orientata completamente allo sviluppo delle capacità del canale kaspersky Lab, per questo ha recentemente rinnovato il suo impegno con un nuovo Partner Program realizzato nell'ottica di fornire completo supporto ai partner che decidono di investire nella propria formazione.

L'obiettivo è quello di poter considerare i propri partner dei veri e propri consulenti di sicurezza che conoscono i rischi legati alle minacce informatiche attuali e sono in grado di indirizzare i clienti nella strategia di sicurezza più adeguata. 

Gianpiero Cannavò, Head of channel B2B di Kaspersky Lab, spiega: "Siamo un'azienda che lavora soltanto con il canale e il nostro modello commerciale è incentrato proprio sul partner. Inoltre svilu

Gianpiero Cannavò – Head of channel B2B di Kaspersky Lab Italia

ppiamo alleanze anche con altri vendor che ci considerano partner strategici per lo sviluppo di soluzioni". 

Il supporto che kaspersky Lab offre ai propri partner è composto da una serie di attività di formazione e certificazione, così come l'offerta di incentivi e materiali di marketing. Per diventare un partner certificato di Kaspersky si deve frequentare innanzitutto un corso di formazione specialistico con cui acquisire le necessarie competenze su vari aspetti legati alla sicurezza.

Ci sono poi tre livelli previsti dal nuovo Partner Program, che sono Silver, Gold e Premium, e vengono assegnati sulla base dei quantitativi di vendita e fatturato ottenuti dai partner così come la qualità del servizio offerto ai clienti. Incentivi più mirati vengono offerti invece ai partner Platinum e Gold attraverso il programma Kaspersky High Performance Club. 

La società mette anche a disposizione il Partner Portal che rappresenta lo strumento di comunicazione diretto con i partner i quali possono accedere a informazioni su trend e prodotti, programmi di formazione, incentivi, risorse marketing e così via.

Cannavò fa sapere anche che Kaspersky è "alla ricerca di partner con cui sviluppare il mercato enterprise" e con un approccio aperto verso "lo sviluppo delle idee di business dei partner attraverso il supporto, per esempio, di customer campaign".

Per supportare i partner kaspersky Lab ha anche stipulato una partnership con la società Grenke specializzata nella fornitura di servizi finanziari nel settore dell'Information Technology.

Kaspersky protegge le aziende dagli attacchi DDoS
Possono arrivare a causare perdite fino a 40 mila euro al giorno gli attacchi di Denial of Service e possono colpire indistintamente aziende e istituzioni di qualsiasi dimensione

Gli attacchi Distributed Denial of Service (DDoS) possono colpire aziende dislocate in ogni parte del mondo e di qualsiasi dimensione. Non ci sono confini che fanno da barriera e le stesse motivazioni che portano a un attacco di questo tipo, che blocca il normale funzionamento di un sito Web, possono essere di diversa natura: da quelle politiche ideologiche, a motivazioni finanziarie o a scopo di estorsione, così come il semplice gusto di commettere atti di vandalismo.

Inoltre nel Web è possibile trovare facilmente gruppi di criminali che vendono a prezzi accessibili (che arrivano a poco più di 40 euro al giorno) servizi di Denial of Service, agevolati dal fatto che è difficile risalire ai responsabili dell'attacco. "Oramai si tratta di fronteggiare vere e proprie organizzazioni criminali con grandi capacità di investimento e di ricerca e sviluppo" precisa Morten Lehn, managing Director di Kaspersky Lab Italia.

Tra l'altro, oltre ad essere difficilmente identificabili i responsabili anche i danni che causano alle aziende non sono irrilevanti. Secondo una ricerca condotta da kaspersky Lab e B2B International il 23% delle aziende europee considera gli attacchi DDoS una delle minacce più pericolose per il business e sono in grado di far perdere alle aziende tra gli 8 mila e i 40 mila euro al giorno.

Una minaccia che Kaspersky Lab si è impegnata a fronteggiare con una soluzione specifica disponibile a livello europeo: la Kaspersky DDoS Protection. Si tratta di una soluzione che protegge i servizi online dei clienti da attacchi DDoS di qualsiasi dimensione grazie a un'infrastruttura composta da cleaning center per la "puliza" del traffico localizzati all'interno dei confini europei.

Il software che viene utilizzato per questo scopo è stato sviluppato internamente da Kaspersky Lab e ciò gli consente di apportare immediatamente modifiche in caso di necessità per fronteggiare anche gli attacchi in corso.