Reseller

La proposta di CBT per una sicurezza semplice e smart

Il tema della Sicurezza è ormai diventato di importanza trasversale nei diversi ambiti tecnologici: dal Cloud alla Mobility, dalla Rete alle Applicazioni, coinvolgendo tutta l’organizzazione aziendale e non solo gli aspetti tecnologici.

Il bisogno di proteggere le informazioni aziendali è in costante crescita, come in aumento sono i servizi specializzati che si propongono di risolvere le esigenze specifiche di ogni singola impresa.

Flavio Radice – General Manager di CBT

In un contesto di mercato così complesso è comunque sempre più frequente dover correre ai ripari a causa di attacchi informatici che le aziende non sono riuscite a prevenire e controllare.

CBT ha deciso di raccogliere le proprie competenze e le soluzioni dei maggiori vendor all'interno di un'apposita Business Unit dedicata alla sicurezza, in modo da poter affrontare il tema da più fronti, partendo dall’analisi dei rischi derivanti dalla perdita di business per frode di dati, impossibilità di conduzione dell’attività, divulgazione di informazioni, danni di immagine, e tanti altri aspetti, molti dei quali ignorati o poco conosciuti dai responsabili IT delle aziende.

In tal modo CBT è in grado di proporre soluzioni informatiche atte a prevenire danni, ma anche a monitorare comportamenti e situazioni potenzialmente a rischio. La complessità tecnologica e la differenziazione di approccio non possono, infatti, essere affrontate in maniera approssimativa: sicurezza perimetrale, networking, endpoint, application e data security, monitoring, prevention e policy management, sono solo alcuni degli ambiti di applicazione, dove per ognuno esistono ulteriori practise e, ovviamente, soluzioni adeguate.

Attraverso la nuova Business Unit dedicata alla security, all’interno della quale lavorano persone con skill in ambito legale e consulenziale, CBT supporta le imprese attraverso progetti integrati di Information Security Governance per essere compliant con le normative e ai principali standard internazionali di riferimento in tema di Information Security, Cyber Security e Data Protection.

Inoltre il team dedicato è a disposizione per organizzare training sulle minacce informatiche e le tendenze più recenti, in modo da fornire un’adeguata conoscenza delle insidie per una maggiore protezione informatica, ma anche sensibilizzazione e quindi presa di coscienza dei rischi a cui un CIO, così come il CEO, è esposto verso l’azienda, anche in termini di responsabilità penale.

Già dal mese di dicembre saranno organizzati live webinar e corsi dedicati ai vari ambiti della sicurezza. "I trend di utilizzo delle tecnologie vanno oggi in direzione di una crescente integrazione di diversi strumenti e soluzioni per consentire una maggiore operatività aziendale – commenta Flavio Radice, General Manager di CBT -. Gli aspetti di Mobility, la generazione e gestione dei Big Data, l’accesso alla Rete aziendale e l’evoluzione verso il Cloud Computing, se da un lato offrono enormi, nuove, opportunità di ottimizzare i flussi di lavoro, dall’altro espongono le aziende a pericoli fino a oggi poco considerati".

"Si tratta di nuovi scenari dove le risposte più tradizionali alla protezione dei dati faticano a trovare una collocazione univoca per esigenze che, invece, diventano sempre più personalizzate. In un panorama che presenta già diversi player abbiamo, quindi, pensato di differenziarci offrendo in tema di sicurezza IT una proposta in grado di garantire affidabilità e velocità di execution. Con la convinzione che la sicurezza non è più, ormai, solo un tema informatico, ma riguarda tutti i livelli aziendali e deve essere nell’agenda del top management di ciascuna azienda".