IT Pro

La Superiore di Pisa e Hitachi insieme per l’innovazione

Hitachi Data Systems (HDS)ha annunciato che la Scuola Normale Superiore (SNS) di Pisa, una delle eccellenze italiane riconosciute per la formazione e la ricerca sia in ambito umanistico che scientifico, ha scelto di adottare le soluzioni storage di HDS per le proprie esigenze di calcolo, al fine di consentire un accesso ai dati veloce che potesse garantire elevata scalabilità e affidabilità a tutto il resto dell’infrastruttura IT. 

"Hitachi Data Systems è entusiasta di aver partecipato al progetto DREAMS. La flessibilità e l’elevata potenza delle nostre soluzioni ci permettono di soddisfare le esigenze di calcolo e accesso immediato ai dati anche di progetti futuristici come quello della Scuola Normale di Pisa", ha commentato Dario Pardi, VP EMEA global markets di Hitachi Data Systems.

Dario Pardi

La scelta è stata motivata inoltre dal riconoscimento di HDS come leader tecnologico in questo ambito e la sua capacità nel trovare le soluzioni migliori per rispondere alle esigenze specifiche di una realtà altamente innovativa.

La SNS aveva la necessità di implementare, da un lato, un’infrastruttura standardizzata affidabile per la gestione dei servizi interni a disposizione di ciascun ufficio e gruppo di ricerca e, dall’altro, di avvalersi di soluzioni personalizzate ad altissime prestazioni per gestire alcuni progetti di ricerca fortemente innovativi quali, ad esempio, il progetto DREAMS.

Per rispondere a queste esigenze, Hitachi ha predisposto due diverse infrastrutture: un sistema modulare midrange di base, affidabile e facilmente scalabile, dedicato ai servizi IT generali, e un’infrastruttura personalizzata per i progetti innovativi, che richiedono prestazioni molto elevate di accesso ai dati unite a una quantità di informazioni da elaborare sotto forma di file di dimensioni variabili. Quest’ultima infrastruttura è basata su una coppia di Hitachi NAS (HNAS) connessi a uno storage modulare con una capacità complessiva di 180 terabyte.

Le soluzioni Hitachi installate hanno reso possibile il consolidamento delle risorse storage, da quelle dedicate ai vari gruppi di ricerca, a quelle relative agli uffici amministrativi, in un unico sistema governato centralmente tramite un singolo strumento di gestione. La nuova infrastruttura consente, inoltre, un unico capacity planning per quanto riguarda le esigenze di storage.

Le soluzioni Hitachi si sono inoltre rivelate fondamentali, ha spiegato la società, nello sviluppo del progetto DREAMS (Dedicated Research Environment for Advanced Modeling and Simulations): un percorso che integra il passaggio dal mondo reale a quello virtuale e viceversa, consentendo ai ricercatori di acquisire dati, annotarli e potenzialmente riprodurli sia come strumento narrativo per valorizzare studi umanistici, che come strumento scientifico per esplorare più efficientemente dati e modelli sperimentali.