Software & Hardware

Lenovo DCG annuncia nuove soluzioni di business agility

Lenovo Data Center Group (DCG) ha annunciato una rinnovata gamma di soluzioni per infrastrutture iperconvergenti (HCI) e servizi cloud che consentiranno agli utenti di rimanere al passo con l’evoluzione delle esigenze di business. Con il crescere del lavoro da remoto, si va verso una nuova normalità che prevede una sempre maggiore adozione dello smart working; le aziende devono quindi adattare la propria strategia di cloud ibrido e modernizzare l’infrastruttura dei data center. Lenovo aiuta le aziende a gestire questa situazione offrendo una nuova piattaforma aperta di soluzioni per infrastrutture iperconvergenti in collaborazione con Nutanix, Microsoft e VMWare ed estende le capacità di gestione dei sistemi software-defined per mezzo di Lenovo XClarity.

Le soluzioni HCI sono particolarmente adatte per fornire una Virtual Desktop Infrastructure (VDI), che supporti la necessità per le persone di lavorare in remoto in settori quali l’istruzione e la sanità. Lenovo si concentra su soluzioni HCI pronte per l’implementazione in collaborazione con fornitori leader di software per il cloud ibrido, consentendo ai clienti di implementare e gestire un ambiente edge-to-cloud completo con aggiornamenti più semplici, scalabilità facile e un modello di utilizzo a consumo.

Lenovo, in collaborazione con Nutanix e AMD, ha presentato le nuove soluzioni Lenovo ThinkAgile HX HCI basate su processori AMD EPYC, che consentono di eseguire i carichi di lavoro dei desktop virtuali e mantenere i livelli di prestazioni (nello stesso fattore di forma 1U), utilizzando fino a metà dei server. ThinkAgile HX AMD a due socket offre un’ampia scelta nel numero di core (2,3 volte in più)2 per gestire le diverse applicazioni, due GPU per unità e il 45%3 in più di ampiezza di banda per la memoria, consentendo eccellenti prestazioni di virtualizzazione e consolidamento della VDI.

Foto generiche

Il software Nutanix installato di serie consente agli utenti di essere più flessibili nell’implementazione dei loro percorsi di adozione multi-cloud. Fornisce operazioni semplificate, maggiore densità dei carichi di lavoro, maggiore protezione dei dati e passaggi senza soluzione di continuità tra i differenti cloud per abilitare una vera architettura ibrida. La disponibilità è prevista per la fine di novembre come appliance o nodo certificato.

Il gruppo, assieme a Microsoft, ha svelato le nuove soluzioni Lenovo ThinkAgile MX Azure Stack HCI Edge e Data Center, che consentono ai clienti di implementare rapidamente un’infrastruttura cloud ibrida. Lenovo fornisce agli utenti un singolo punto di contatto per Azure Stack HCI con le nuove appliance ThinkAgile MX, semplificando la distribuzione, gestione e scalabilità dei servizi Azure dall’edge al core al cloud. Lenovo prevede di offrire prezzi a consumo (pay-as-you-go) per Azure Stack HCI e Azure Stack Hub. ThinkAgile MX dispone di un’unica console semplificata per la gestione del ciclo di vita e offre un’esperienza d’uso migliorata per modernizzare e scalare le infrastrutture on-premise esistenti passando da soluzioni edge al cloud.

Insieme a VMware invece, ecco le nuove soluzioni Lenovo ThinkAgile VX HCI, che migliorano l’agilità e l’affidabilità delle installazioni di database SAP HANA.
Le soluzioni Lenovo ThinkAgile VX HCI sono nodi certificati 4S che consentono ai clienti di modernizzare la propria infrastruttura per soluzioni di database di fascia alta e SAP HANA, migliorando l’agilità e semplificando la gestione del ciclo di vita degli ambienti vSAN tramite l’integrazione del software Lenovo XClarity Management e i nuovi tool vSphere Lifecycle Manager (vLCM).

Lenovo XClarity è la console di gestione per le soluzioni HCI Lenovo ThinkAgile, fornisce rilevamento automatico e gestione delle risorse, aggiornamenti del firmware basati su policy su hardware e software ed è l’interfaccia di integrazione con i principali strumenti di gestione ISV, incluso vLCM.

Lenovo ThinkAgile VX 4S offre il doppio della memoria del database SAP HANA e la connessione diretta NVMe, per accelerare i tempi di risposta, velocizzare le informazioni aziendali e migliorare il TCO. Sarò disponibile nel corso di questo mese.

Novità per il programma OEM ON DEMAND di Lenovo, che consente ai partner ISV (Independent Software Vendor) di offrire soluzioni per le infrastrutture IT integrate e chiavi in mano sul mercato attraverso i rispettivi marchi. Lenovo fornisce la piattaforma ThinkSystem aperta, affidabile e sicura, unita ad approfondite competenze in termini di progettazione, produzione e supply chain che consente di integrare e fornire queste soluzioni per conto dell’ISV.

Interessante anche Diamanti SR630, soluzione basata sui server ThinkSystem. Diamanti è specializzata nell’abilitazione veloce di installazioni Kubernetes e nell’abilitare le organizzazioni a eseguire applicazioni containerizzate in ambienti cloud ibridi. Diamanti SR630 consente ai clienti di distribuire rapidamente container completi e soluzioni Kubernetes integrando elaborazione ad alte prestazioni, rete plug-and-play, storage persistente, Docker e Kubernetes in una semplice e potente soluzione full-stack.

Per Lenovo, gli utenti possono ottenere miglioramenti delle prestazioni fino a 30 volte6 per le applicazioni a uso intensivo di I/O e di oltre il 95% delle risorse di calcolo per le applicazioni, ottenendo una riduzione del 70% dello spazio fisico complessivamente occupato dal data center, grazie all’utilizzo di un minor numero di server per ottenere le stesse prestazioni, e riducendo al contempo il TCO.