Manager

LibreOffice 4.3: OOXML e vecchi Mac

Arriva l'ottava major release della suite office open source per ufficio opera di The Document Foundation. Annunciando il risultato cui hanno portato gli sforzi di migliaia di volontari e centinaia di sviluppatori, i suoi autori rivendicano un livello di maturità, che la renderebbe adeguata a qualsiasi tipo di utilizzo.

Secondo quanto comunicato, LibreOffice 4.3 offre un gran numero di miglioramenti e nuove funzionalità, tra cui:

  • Interoperabilità dei documenti: supporto del formato OOXML Strict, miglioramento della gestione degli elementi grafici nei documenti OOXML (DrawingML, font, mantenimento di stili e attributi dei grafici), embedding di un file OOXML all'interno di un altro file OOXML, supporto di 30 nuove formule Excel, supporto dei fogli elettronici e dei database MS Works, e dei vecchi formati Macintosh come ClarisWorks, ClarisResolve, MacWorks, SuperPaint, e altri ancora.
  • Gestione dei commenti: i commenti possono essere stampati sul margine destro del documento, formattati in modo più leggibile, importati ed esportati – compresi i commenti annidati – nei documenti ODF, DOC, OOXML e RTF, in modo da migliorare la produttività e favorire la collaborazione.

The Document Foundation rilascia LibreOffice 4.3

  • Gestione più intuitiva dei fogli elettronici: Calc permette di eseguire alcune operazioni in modo più intuitivo, grazie alla migliore visualizzazione delle formule nelle celle e del numero delle righe e delle colonne selezionate nella barra di stato, e alla possibilità di selezionare i modelli di conversione del testo a livello utente.
  • Modelli 3D in Impress: supporto di modelli animati 3D nel nuovo formato open glTF, e inizio del supporto dei file Collada e kmz di Google Warehouse, per aggiungere maggiore vivacità alle presentazioni (per il momento, questa funzionalità è disponibile solo su Windows e Linux).

LibreOffice 4.3 supporta anche i paragrafi "monster" di oltre 65.000 caratteri (un esempio di un bug vecchio di 11 anni che è stato risolto grazie al lavoro di pulizia del codice sorgente di OOo, e che è disponibile solo su LibreOffice). Inoltre, tutte le funzioni di accessibilità su Windows – basate sul framework IBM IAccessible2 di IBM – sono standard, e non più sperimentali.

La lista completa delle nuove funzionalità e dei miglioramenti di LibreOffice 4.3 è disponibile qui.