Tom's Hardware Italia
Scenario

LInkedIn rilascia il suo Community Research

La Community Research di LinkedIn è parte della nuova campagna internazionale #InItTogether, che arriva in Italia con il nome di #SogniamoInGrande. Si tratta di un’iniziativa che negli ultimi mesi ha visto il coinvolgimento di alcuni utenti e influencer italiani presenti sulla piattaforma, decisi a raccontare la loro storia di successo, per permettere a tutta la […]

La Community Research di LinkedIn è parte della nuova campagna internazionale #InItTogether, che arriva in Italia con il nome di #SogniamoInGrande. Si tratta di un’iniziativa che negli ultimi mesi ha visto il coinvolgimento di alcuni utenti e influencer italiani presenti sulla piattaforma, decisi a raccontare la loro storia di successo, per permettere a tutta la community di trarne ispirazione.

Community Research fa dunque emergere quali figure hanno influito, e influiscono tutt’ora, sulle scelte relative alla carriera dei professionisti italiani. Lo studio, commissionato alla società Censuswide, ha coinvolto oltre 2 mila lavoratori italiani, part-time e a tempo pieno, di diverse fasce d’età e provenienza geografica.

Tra i risultati, si evidenzia circa il 50% degli intervistati che pone varie tipologie di figure come riferimento. Il 13% che ha indicato i propri insegnanti, l’11% un career advisor o un professionista e il 10,5% il recruiter/HR con il quale i hanno sostenuto un primo colloquio.

L’8% ha attribuito le proprie preferenze ai professori universitari, con il restante 7,5% legato a diverse tipologie di figure significative, come un politico, un business leader o, addirittura, un attore/attrice particolarmente carismatico.

Del 50% di persone che ha indicato molteplici figure chiave nella scelta del proprio lavoro, i suggerimenti ricevuti in famiglia godono del 59,5% delle risposte; in particolare il padre, con il 20,5% delle risposte, è il genitore che risulta più influente, mentre alla madre resta solo il 4,7%.

Poi gli amici, con il 16,1%, capi colleghi e soci di lavoro con l’11,7% e un 5% di egocentrici che attribuisce a se stessi le proprie scelte professionali, mentre il 7,7% segue Darwin e la presenza di determinati fattori generici.

Secondo Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn Italia: «La nostra ultima ricerca fa emergere diversi dati interessi in relazione alle scelte professionali, sia all’inizio che in una fase più avanzata della nostra carriera. Risulta evidente che, per i lavoratori italiani, l’influenza dei familiari sia preponderante all’inizio del percorso professionale, mentre man mano nel tempo emergono figure sempre più legate all’ambiente lavorativo.

In questo contesto, che può essere al contempo l’ambito dell’azienda, così come i contesti lavorativi extra ufficio, e le piattaforme di lavoro online, i professionisti del nostro paese dimostrano chiaramente come qualsiasi tipo di personaggio legato al lavoro possa risultare determinante e utile nel nostro percorso di crescita.

Come LinkedIn, pensiamo che tutte le figure siano fondamentali per la nostra formazione professionale, perché tutte fanno parte della comunità di persone con le quali ci confrontiamo, collaboriamo e dialoghiamo ogni giorno; e la nostra rete di contatti rappresenta, insieme alla formazione e all’esperienza, uno degli elementi chiave che può portarci al successo nel tempo».