Reseller

Lo storage Ibm per le PMI che ‘imitano’ le grandi

? caratterizzato da alti e bassi il mercato dello storage in Italia, con una certa ripresa nella seconda parte dell’anno appena concluso, dovuta anche al crescente interesse delle Pmi per un’archiviazione di una mole di dati che, pur proporzionale alle loro dimensioni, sta diventando sempre più difficile da gestire. Su queste riflessioni generali Francesco Casa, da pochi mesi responsabile per Ibm Italia dell’area storage, ha introdotto il nuovo annuncio dei sistemi Storwize V3700, che il vendor indirizza al mercato delle medie aziende italiane:

"In particolare per Ibm, il mercato entry è stato molto dinamico e ci ha fatto guadagnare posizioni oltre che ad aumentare le relazioni con il canale dei nostri partner, attraverso il quale passa la gran parte del nostro venduto. E la nostra risposta a tale interesse si concretizza con l’annuncio dei nuovi Storwize V3700, in linea con la strategia Ibm per guadagnare mercato nella parte midrange e in quella entry, mostrando una focalizzazione su target che vanno oltre all’enterprise. Si tratta di soluzioni che vogliono puntare alla semplicità e alla flessibilità di gestione, per portare l'offerta storage a quelle Pmi che hanno hanno esigenze uguali alle grandi aziende, ma con possibilità di spesa inferiori. Sistemi che hanno le stesse funzionalità di quelli di fascia superiore, costruiti da Ibm e non da terzi, e aperti alla virtualizzazione". 

Un offering che il vendor delega interamente al canale, che in ambito storage, soprattutto nel nostro Paese, è particolarmente coinvolto, soprattutto sulle Pmi, cui, appunto, Storwize V3700 si indirizza. "Sono molte centinaia i partner che lavorano sullo storage Ibm – riprende Casa -, anche perchè non richiede skill specifici, trattandosi di strumenti adatti anche a partner che stanno iniziando ad avvicinarsi a questa offerta, allettati dal pricing e dalla semplicità che ben li colloca al canale che va sulle Pmi". I costi sono, infatti, intorno ai 10.000 euro, e sarà poi compito dei partner trovare la migliore collocazione dei prodotti all'interno di un range più ampio da proporre ai clienti, in base alle loro dimensioni, esigenze e potenzialità di investimento. "Idc si attende una crescita 20% anno su anno per lo storage in ambito midrange – interviene Andrea Fumagalli, midrange storage leader di Ibm Italia -, e su questi dati si cala perfettamente la nostra proposta con i V3700, indirizzati a un che ha le stesse esigenze delle grandi aziende, chiedendo però maggiore flessibilità. Il problema dell'archiviazione è, infatti, tipico anche delle piccole imprese, che hanno sempre piu dati da gestire e alcune di loro stanno iniziando ad affrontare i temi della business continuity e di disaster recovery, ovviamente in tagli proporzionali alle loro dimensioni".

Storwize V3700 segue il V7000 del 2011, e va a completare un range completo di sistemi per lo storage virtualizzato in un percorso intrapreso anni fa, rispondendo a esigenze enterprise con costi Smb. Al V7000 si è, infatti, poi aggiunto il V7000 Unified e oggi si arriva al V3700, cui presto di affiancherà il Flex System V7000, che si colloca perfettamente nell'ambito dei Pure Systems Ibm. "Sono giá in corso attivitá per portare le competenze sia tecniche sia commerciali sul canale insieme ai nostri distributori, con eventi itineranti – continua Fumagalli -, come nel caso di Computer Gross, che ha tenuto degli incontri a Torino, a Milano e a Padova, oltre ad organizzare Webcast e laboratori di hands on per abilitazioni commerciali e tecniche. Anche Tech Data e V-Valley si sono attivate, il primo in occasione dei propri Innovation Days e il secondo attraverso il proprio V-Truck, in giro per la Penisola". 

In occasione del rinnovo della linea di sistemi, Ibm propone, inoltre, ai clienti una promozione a garanzia dei risultati di compressione dei propri dati attraverso V7000. Acquistando metà dello spazio disco necessario garantisce una compressione dei dati del 50%. Se passati 60 giorni ciò non dovesse verificarsi, Ibm si impegna a fornire gratuitamente tutto l’hardware mancante necessario per ottenere il risultato.