IT Pro

MC-link espande la rete con servizi a Banda Ultra Larga

Il 2013 si sta rivelando per MC-link un anno caratterizzato da forti innovazioni, sia sul piano qualitativo che per quanto concerne la sua presenza territoriale. Ad una capillarità che è già estesa si aggiungerà nel corso dell'anno il collegamento alla rete MC-link di Modena, Bologna, Genova, Padova, Torino, Venezia e Verona. L’evoluzione della capacità di trasmissione di MC-link, che ha già sedi a Trento, Roma e Milano, rappresenta, ha osservato la società di telecomunicazione e servizi, un’ulteriore conferma delle sue previsioni di crescita.

Lo sviluppo della sua presenza segue due strade parallele: da una parte con l'estensione succitata della rete proprietaria e dall'altra sottoscrivendo collaborazioni con altri operatori del settore per implementare la propria rete integrata di servizi a Banda Ultra Larga. L'attenzione posta da MC-link ad una costante evoluzione della propria rete di telecomunicazione è alla base di forti novità nel portfolio di servizi proposto dall’azienda. All'offerta di rilegamento delle sedi di clienti con soluzioni in fibra ottica punto-punto con copertura nazionale (già disponibile da due anni) si affiancherà a breve quella di servizi integrati (voce, dati, comunicazioni multimediali) su rete NGN (Next Generation Network).

Va poi osservato che la società si appresta ad erogare servizi in Banda Ultra Larga a partire dalle aree in cui ha sviluppato direttamente infrastrutture NGAN in fibra o sono disponibili i servizi VULA (Virtual Unbundling Local Access) o Bitstream NGA, sia in tecnologia FTTCab e VDSL2 che in modalità FTTH (Fiber To The Home). Questo non è però tutto nei nutriti piani dell'azienda. Oltre allo sviluppo della rete, MC-link sta rafforzando la propria presenza sul territorio con l’apertura di due filiali, a Parma e Torino, che si affiancheranno alle sedi di Roma, Trento e Milano.

Una considerazione aggiuntiva merita il suo approccio alle reti metropolitane. Le MAN (Metropolitan Area Network) proprietarie, basate interamente sulla tecnologia Carrier Ethernet (MEF), attualmente coprono Roma, Milano, Monza, Trento, Bolzano, Rovereto e Parma (in fase di completamento), hanno un’estensione di circa 600 km e collegano 106 PoP (Point of Presence), a cui vanno aggiunti altri 36 PoP e circa 200 km di drop in fibra punto-punto utilizzati per rilegare le sedi dei clienti.

MC-link ha avviato, inoltre, le procedure per estendere la propria presenza diretta anche a Modena, Bologna, Genova, Padova, Torino, Venezia e Verona con l’apertura di ulteriori PoP. In questo modo, oltre a raggiungere direttamente con la propria infrastruttura un bacino di oltre 2,5 milioni di potenziali utenze coperte dalle attuali reti proprietarie, MC-link intende porre le basi per una presenza in queste città più pervasiva. In ogni caso, la copertura garantita da MC-link per l’erogazione dei propri servizi è comunque nazionale, infatti tramite l’offerta Bitstream (xDSL, FTTCab, FTTHome) di Telecom Italia National Wholesale Services è in grado di coprire i territori non serviti direttamente da rete proprietaria.

"Con investimenti in infrastrutture quali reti proprietarie e data center e con l’utilizzo di ogni tipo di nuova tecnologia stiamo ampliando sia la nostra presenza che la capacità di rispondere alle richieste del mercato anche di fascia alta, in tal senso la collaborazione con Dedagroup ICT Network, azionista di MC-link e System Integrator, si sta rivelando vincente grazie alla possibilità di proporre insieme un’offerta integrata di servizi ICT al mercato large account e corporate unica nel suo genere", ritiene Cesare Veneziani, amministratore delegato di MC-link,.