Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Altre News

Microsoft compra GitHub per 7,5 miliardi di dollari

Microsoft ha ufficializzato l'acquisizione di GitHub, uno fra i più noti servizi di hosting per progetti di sviluppo software. Con un investimento di 7,5 miliardi di dollari (in azioni Microsoft), il colosso statunitense di fatto vuole diventare punto di riferimento assoluto nel settore sviluppo per le imprese e non solo.

Bisogna infatti ricordare che GitHub vanta una community composta da 28 milioni di specialisti e con 85 milioni di "repositories" (depositi) con i file dei codici degli utenti. In pratica è la piattaforma globale leader per chiunque voglia realizzare software.

github

Il problema è che sebbene spopoli fra PMI, freelance e progetti open source, da anni GitHub non è mai riuscita a generare adeguato profitto. Gli account a pagamento da 7 a massimo 21 dollari al mese non si sono dimostrati sufficienti e quindi si è scelta la strada dell'acquisizione invece che rischiare un sbarco in Borsa. Se a questo si aggiunge la crescente competizione di concorrenti del calibro di GitLab, Bitbucket e altre piattaforme era evidente che l'offerta Microsoft non poteva essere snobbata. Per altro nel 2015 GitHub era valutata 2,5 miliardi di dollari, quindi 7,5 miliardi è stata considerata un'offerta più che adeguata.

Leggi anche: Gli sviluppatori? Per il CEO di GitHub si estingueranno

Microsoft, con la svolta attuata dall'AD Satya Nadella sul fronte open source, sembra voler sfruttare ogni opportunità che è capace di offrire il mercato. Sono i finiti i tempi della guerra ideologica che contrapponeva l'azienda al mondo open. Oggi non solo fa parte della Linux Foundation e sostiene numerosi progetti open source, offre Windows Subsystem for Linux e il tool VS Code è disponibile su GitHub, come anche .NET Core e altri prodotti.

TechCrunch ha avuto conferma dell'operazione e della designazione di Nat Friedman, ex AD di Xamarin, come nuovo AD di GitHub e corporate vice president Microsoft. Nel frattempo pare che molti sviluppatori stiano valutando l'opportunità di lasciare il progetto. Perché per chi non se lo ricordasse, GitHub si deve all'abbinamento dei termini "Git" e "Hub". Il primo non è altro che software di controllo versione distribuito inventato da Linus Torvalds 2005 durante la fase di sviluppo del kernel Linux. Una risposta a versioni proprietarie come BitKeeper e Monotone.

Altri tempi. Vecchie battaglie.