Manager

Microsoft e Unioncamere per il digitale in Italia

Siglato un protocollo d'intesa tra Microsoft e Unioncamere. È solo il primo passo, ma è importante, anche perché rappresenta un esempio di sinergia tra pubblico e privato per promuovere l'innovazione. e favorire la digitalizzazione delle piccole e medie imprese italiane (Pmi).

L'intesa dà il via al progetto "Digitali per crescere", finalizzato alla digitalizzazione del Paese. Grazie alla collaborazione di molteplici attori del settore pubblico e privato, l'iniziativa intende supportare le Pmi italiane attraverso un intenso programma di formazione dedicato alle nuove tecnologie.

Un obiettivo fondamentale, troppe volte sventolato dai politici senza che ne seguissero reali azioni concrete. Forse perché i ritorni non sono soddisfacenti se misurati con metriche "populiste". Ma i benefici sarebbero enormi.

Purassanta (a sinistra) e Dardanello alla firma del protocollo d'intesa

Il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, snocciola qualche dato: "Le nostre Pmi hanno accumulato un forte ritardo rispetto agli altri partner europei. L'Istat ha evidenziato che nel 2012 soltanto il 6,2% delle imprese sopra i 10 addetti ha  venduto on-line, l'uso dell'e-banking ha riguardato solo il 29%, mentre si ferma al 32% la quota di imprese che hanno compiuto completamente on-line alcune procedure amministrative".

Peggio, perché, come evidenzia Dardanello: "Queste percentuali sono destinate a contrarsi se si prende in considerazione le piccole e micro che costituiscono il 95% del nostro tessuto produttivo". Guardando al lato positivo si può dire che ci sono ampi margini di crescita verso la digitalizzazione.

"Gli studi internazionali dimostrano che investimenti in innovazione e competitività sono strettamente correlati, pertanto è fondamentale promuovere la diffusione delle tecnologie digitali in Italia per contribuire al rilancio del Paese", sottolinea Carlo Purassanta, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

Stando alle prime dichiarazioni, verrà organizzato un ciclo itinerante di eventi dedicati a Pmi e professionisti IT nelle principali città d'Italia con l'obiettivo di raggiungere capillarmente le realtà attive sul territorio italiano e favorire l'adozione tecnologica per la crescita e lo sviluppo del tessuto economico e produttivo.

Torino, Napoli, Roma, Bari, Padova, Bologna e Milano saranno teatro di incontri e attività di formazione nei prossimi mesi, ma l'iniziativa proseguirà con nuove tappe nel 2014 per offrire a tutte le aziende del Paese la possibilità di toccare con mano le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e di muovere i primi passi verso un cammino d'innovazione.

In particolare, in sinergia con il proprio ecosistema di Partner, Microsoft incontrerà imprenditori, manager e professionisti del territorio per approfondire le potenzialità dei dispositivi di nuova generazione e dei servizi di Cloud Computing.

È nel cloud, secondo i responsabili di Microsoft, supportati peraltro dalle opinioni dei maggiori analisti e da una recente ricerca condotta con Ipsos-Mori, la risposta al bisogno di innovazione a costi contenuti. Soluzioni semplici in tempi brevi e a costi accessibili, che supportano la crescita anche in una prospettiva d'internazionalizzazione.

"L'accordo si pone l'obiettivo di contribuire alla riduzione del gap digitale tra le diverse aree del Paese e tra le diverse tipologie d'impresa, diffondendo la cultura dell'innovazione digitale e la crescita della consapevolezza dei vantaggi in termini commerciali derivanti da un maggior utilizzo dei servizi digitali avanzati", sottolinea Dardanello.

Per approfondimenti: il portale a supporto dell'iniziativa

A supporto dell'iniziativa, Microsoft ha lanciato la piattaforma digitalipercrescere.it che "rappresenterà un punto di riferimento per le realtà che desiderano cogliere tutte le opportunità offerte dal digitale in maniera semplice e rapida", stando a quanto annunciato.

Più precisamente, attraverso il portale viene fornito uno strumento di check-up della propria impresa: per verificarne il livello di digitalizzazione e trovare soluzioni specifiche, prendere contatto con i professionisti IT del territorio e registrarsi alle sessioni di formazione offerte da Microsoft e dai suoi Partner nelle varie città italiane.

Oltre a essere un primo punto di contatto, il portale si propone anche quale canale di approfondimento in cui ritrovare casi di successo di aziende che grazie al digitale hanno ottimizzato i propri risultati di business. Nelle prossime settimane verranno svelati gli aspetti salienti dell'iniziativa, nonché gli attori pubblici e privati che ne faranno parte.