Tom's Hardware Italia
Manager

Mobile, cloud e applicazioni aziendali: la tempesta perfetta

Come trasformare processi e modelli di business nella direzione di una vera crescita, digitale e di fatturato è l'oggetto di un roadshow organizzato da IDC Italia

Device mobili, applicazioni aziendali e cloud, evidenzia IDC, costituiscono oggi una combinazione unica per quella che, con accezione positiva, può essere considerata una tempesta perfetta per l’innovazione aziendale.

Il motivo è presto detto: estendendo le esistenti applicazioni ai device mobili attraverso modelli di erogazione e fruizione cloud, o inserendone di nuove per sfruttare nativamente le potenzialità di cloud e mobility, le organizzazioni aziendali stanno aumentando la produttività del personale, innalzando la customer experience e ottenendo un vantaggio competitivo (o perlomeno non perdendo terreno rispetto ai concorrenti più attivi), contestualmente gettando le basi per creare nuovi modelli di business e generare fatturato.

I 10 attributi che portano alla tempesta perfetta

L’accesso mobile a servizi cloud viene valutato da IDC come un fattore ad alto impatto per favorire il processo di adozione e utilizzo di applicazioni mobili in azienda. IDC ritiene che la Terza Piattaforma – composta come è noto dall’insieme delle tecnologie mobili, cloud, big data e social – guiderà la maggior parte degli investimenti aziendali in ICT nei prossimi anni, contribuendo per il 75% alla crescita del mercato mondiale ICT, dai 3.200 miliardi di dollari del 2013 ai 5.300 miliardi previsti nel 2020.

La Terza Piattaforma ha proprio il cloud al suo centro e grazie ad esso può offrire l’accesso alle applicazioni ovunque e in ogni momento; le soluzioni mobili, a loro volta, rivestono un ruolo chiave nell’aiutare le organizzazioni a trarre il massimo vantaggio da questo nuovo ecosistema applicativo.

La combinazione e l’integrazione di una serie di dieci attributi identificati da IDC portano alla sopracitata tempesta perfetta, ovvero alla possibilità per le aziende di rinnovare i propri workflow, da quelli più semplici fino a quelli più complessi, attuando quella trasformazione dei processi e dei modelli di business che è alla base della cosiddetta digital transformation e di una crescita complessiva.

Aiutare le aziende a realizzare e soprattutto attuare una simile strategia è l’obiettivo del nuovo roadshow che Google, Samsung e Wind organizzano in collaborazione con IDC Italia e che porterà i quattro partner a incontrare le imprese italiane il 2 dicembre 2014 a Padova, il 21 gennaio 2015 a Torino e il 29 gennaio a Bari.

Dal titolo Mobility Cloud come driver per l'innovazione in azienda, il nuovo evento territoriale vedrà gli analisti di IDC Italia e gli esperti di Google, Samsung e Wind spiegare e confrontarsi con CIO, IT manager e LOB su come attuare una vera innovazione basata su tecnologie cloud e mobili.

"Nell’economia digitale che prende forma occorre riscrivere logiche e processi, e introdurre forme di astrazione dal passato per guardare al domani, immaginando, disegnando e implementando nuovi schemi e modelli di relazione con gli stakeholder interni e verso il mercato. In questo passaggio, il salto di qualità in termini di ruolo e valore delle tecnologie ICT è inimmaginabile", ha commentato Fabio Rizzotto, Senior Research & Consulting Director di IDC Italia.

Il programma è intenso  e nel corso del roadshow, evidenzia Rizzotto, saranno analizzati anche case study e best practice di aziende italiane che hanno già avviato questo percorso.