IT Pro

Pagamento sicuro con la virtualizzazione di Red Hat

Equens, uno dei principali fornitori europei di tecnologie per il processing dei pagamenti, ha adottato le piattaforme di Red Hat per garantirsi affidabilità ed interoperabilità in tema di servizi di business.

A iniziare da Red Hat Enterprise Linux (RHEL), Equens ha via via esteso le soluzioni Red Hat, adottando nel corso del tempo anche JBoss Enterprise Application Platform in Italia ed implementando, come evoluzione più recente, la piattaforma di virtualizzazione Red Hat Enterprise Virtualization (RHEV).

Gianni Anguilletti

Equens ha definito ed implementato una strategia di passaggio graduale verso l’open source, con l’obiettivo di garantirsi la massima interoperabilità possibile a livello di transazioni e di realizzare delle economie di scala. In questo ambito, la scelta dell’azienda è caduta, come accennato, sulle piattaforme Red Hat, che ai vantaggi tipici dell’open source, ha spiegato, abbinano la possibilità di accedere agevolmente a servizi di supporto e consulenza di alto livello.

Il primo ambito di applicazione è stato quello del sistema operativo. Red Hat Enterprise Linux è stato adottato in maniera cross sull’intera infrastruttura, con un ruolo sempre più critico.

I sistemi inizialmente basati su altre piattaforme open source sono stati via via migrati sulla piattaforma RHEL, che è diventata la soluzione di riferimento a livello applicativo, in particolare per quanto riguarda i sistemi di front-end, compresi siti web ed application server. Anche i database su sistemi distribuiti, che rivestono per Equens un ruolo critico, sono stati migrati su RHEL.

"Il mercato del processing dei pagamenti è per sua natura critico, e l’affidabilità e le prestazioni tecnologiche rivestono un ruolo assolutamente fondamentale. Per questo motivo siamo particolarmente soddisfatti ed orgogliosi della scelta compiuta da Equens, che ha abbracciato ad ampio spettro le nostre tecnologie per condurre le proprie attività in modo più efficiente ed affidabile a fronte di costi più contenuti", ha commentato Gianni Anguilletti, Country Manager di Red Hat Italia.