Scenario

PayPal: anche in Italia i pagamenti con QR code

Oggi sappiamo quanto il distanziamento sociale sia diventato un qualcosa a cui porre molta attenzione. Uno scenario che sarà sempre più presente, in ogni occasione, come quando bisognerà pagare qualcosa in negozio: contanti o carta, non fa eccezione.

Per aiutare i venditori occasionali e i consumatori, PayPal ha dunque introdotto i pagamenti con codice QR, un nuovo modo touch-free di ricevere e accettare valuta, che limita il contatto fisico tra il personale del negozio e il consumatore, eliminando la necessità di maneggiare i contanti, di firmare le ricevute e di interagire faccia a faccia, rappresentando un metodo di pagamento che può contribuire a mantenere una distanza tra acquirente e venditore.

paypal

«In un periodo in cui le piccole imprese – dai ristoranti ai venditori al dettaglio, e persino le aziende di servizi – cercano un modo per accettare i pagamenti mantenendo una distanza di sicurezza dai loro clienti, i codici QR si stanno rapidamente affermando come la risposta a queste nuove esigenze» spiega PayPal.

«Un codice QR, a barre bidimensionale, può essere scansionato mediante la fotocamera di uno smartphone o con le app di lettura. Una volta fatto ciò, si reindirizza l’utente verso un sito web o una app, in questo caso il suo conto PayPal».

Utilizzare può essere l’ideale anche per le aziende che offrono consegne o ritiri, come i ristoranti e i bar, e per le imprese basate su servizi, che non avranno bisogno di alcun dispositivo aggiuntivo ma solo dell’applicazione PayPal.

Il codice QR può essere affisso nella vetrina o alla cassa di un negozio, allegato ai pacchi per i servizi di ritiro o di consegna, anche con la possibilità di includere una mancia per il servizio.

Le PMI e i venditori occasionali potranno creare, stampare e condividere un codice QR unico per la propria attività. Lo stesso codice potrà essere utilizzato per gli acquisti di tutti clienti: non sarà quindi necessario crearne uno separato per ogni transazione.

«Con l’obiettivo di mantenere il nostro impegno nel sostenere le piccole imprese durante la pandemia, non ci sarà alcuna tassa di transazione per i pagamenti con codice QR fino al 13 settembre 2020. In seguito, verrà applicata una tariffa ridotta dello 0,50 % + 0,20 € per transazione».