Manager

Per il business è il tempo delle API

Liferay, azienda attiva nella produzione di software finalizzato alla creazione di esperienze digitali enterprise, ha annunciato che presenterà a breve la nuova versione 7.1 della propria piattaforma, che includerà novità sia a livello di infrastruttura e di strumenti per la realizzazione di API che abilitino nuove funzionalità, personalizzazione e sicurezza.

La versione, ha commentato, giunge in un momento come quello attuale in cui gli utenti interagiscono con numerosi dispositivi che si basano su tecnologie differenti, con IoT e microservizi in aumento, così come la necessità di creare applicazioni o interfacce mobile native.

In questo contesto complesso e variegato una delle sfide principali per il settore è quella di consentire che il software utilizzato sia in grado di funzionare senza un’interfaccia utente grafica, in modalità headless.

Un obiettivo importante che abbiamo raggiunto con la versione di Liferay 7.1 è quello di facilitare alle aziende l’utilizzo della piattaforma tramite l’interfaccia utente fornita di serie, o in modalità headless. In entrambi i casi si tratta della migliore esperienza disponibile sul mercato,” ha sottolineato Jorge Ferrer, vicepresidente Engineering di Liferay.

In base a una ricerca di Forbes, cita Liferay, il 2017 è stato l’anno della API Economy, con un ruolo da protagonista nel processo di digitalizzazione delle aziende. La stessa Gartner ha indicato le API come una delle tre tecnologie di maggiore impatto per le reti (insieme a IoT e Intelligenza Artificiale), sulle quali le aziende devono concentrarsi per definire modelli di crescita.

Le API sono attualmente l’elemento chiave per evolversi verso nuovi modelli e opportunità nel campo della trasformazione digitale aziendale. La nostra gestione della API Economy permetterà di integrare piattaforme e applicazioni, di digitalizzare processi e servizi e di garantire alle aziende di evolversi in un ecosistema digitale, raggiungendo il livello di sicurezza richiesto dalle API attuali.“, ha evidenziato Ferrer.