IT Pro

Più cloud da Aastra, “a Mitel company”

In uno scenario sempre più competitivo e globale la posizione di fornitore di soluzioni di UCC per ambienti cloud di Aastra si è  consistentemente rafforzata a seguito della fusione con un altro dei colossi delle TLC, Mitel, una società che si caratterizza per una già molto forte presenza proprio nella fornitura di soluzioni e di servizi Cloud.

La fusione delle due primarie aziende internazionali ha dato origine nei mesi scorsi ad una società che globalmente totalizza oltre un miliardo di dollari di  fatturato, con un fatturato di circa cento milioni di dollari proprio nel settore in forte crescita del Cloud, oltre sessanta milioni di utenti delle proprie soluzioni di comunicazione e di telefonia e un portfolio di servizi e di prodotti estremamente ampio e in grado di soddisfare un vastissimo parco di utilizzatori e di aziende clienti, dalla PMI alla grossa corporate.

E' peraltro una posizione che si è ulteriormente consolidata con la recente acquisizione, che ha ulteriormente ampliato il già vasto portfolio di soluzioni della società, di Telepo, un'azienda svedese con base a Stoccolma specializzata nello sviluppo di soluzioni cloud di UC di classe carrier-grade. 

La soluzione di Telepo si basa su una architettura web centrica ad alta scalabilità, flessibile e che abilita anche l'integrazione di ambienti mobili, è in grado di gestire l'intera gamma di standard per la voce, e ingloba funzioni di Pbx e di Call e Contact center. Inoltre, la gestione delle soluzioni e dei servizi può avvenire tramite portali web dotati di robuste funzioni di sicurezza, anche prevedendo più livelli di amministrazione. 

La fusione Aastra-Mitel e l'acquisizione di Telepo sono due mosse che  si sono aggiunte alla evoluzione delle piattaforme Aastra nel cloud, uno dei settori a maggior tasso di crescita prevista dalle aziende che richiedono le diverse tipologie di servizi UC basati sul cloud, siano esse di tipo on premise, che virtualizzate o multitenant.

Un portfolio a tutto campo

Il portfolio della società include una gamma di prodotti molto ampia basata su protocolli e standard aperti IP/SIP, Call Manager, IP-PBX, gateway, terminali digitali e analogici, terminali VoIP e SIP, terminali wireless e software applicativi avanzati di Unified Communication & Collaboration (UCC) e Contact Center. Elemento comune alle soluzioni, che sono in grado di supportare ed essere inserite anche in ambienti convenzionali, è l’adozione nativa degli standard aperti IP/SIP. 

In particolare, le soluzioni di IPPBX/Call Manager e di UCC comprendono server, gateway e funzionalità per connettere una vasta gamma di dispositivi IP, inclusi tra questi telefoni SIP, telefoni wireless, softphone o PDA, iPhone, iPAD e Tablet. L'offerta comprende anche un’ampia gamma di terminali telefonici tradizionali, cordless DECT e WiFi per applicazioni business e dispositivi per una videocomunicazione di qualità.

Strategia centrata sul "UCC as a Service" 

Per abilitare l’evoluzione delle piattaforme in chiave di "servizio" e Cloud Aastra ha adottato un approccio software concretizzatosi in una versione della sue piattaforme adatte per ambienti virtuali e in linea con il concetto di “SaaS". Le piattaforme possono essere installate in ambienti server standard e abilitare l’ottimizzazione nella gestione, nell’erogazione di servizi, l’integrazione con le applicazioni office e permettere la riduzione dei consumi energetici e dell’impatto sull’ambiente. 

Il girare su piattaforme server in ambienti virtuali permette anche di disporre di una soluzione di UCC intrinsecamente sicura perché è possibile spostare rapidamente l’applicazione da una macchina virtuale all’altra in modo automatico ed evitare i fuori servizio. E' possibile anche erogare centralmente servizi di video comunicazione, one number, one presence e true mobility a utenti che possono usare il dispositivo che più corrisponde al proprio profilo professionale in accordo all'assioma BYOD.

Piattaforme e servizi

Come accennato, Aastra annovera  nel suo portfolio di prodotti un'ampia gamma di soluzioni UCC e dispositivi di utente volti a soddisfare le esigenze di PMI, di grandi aziende e di grosse corporate. In tutti i casi, le infrastrutture integrano funzionalmente l'ecosistema BluStar di dispositivi ideati per fornire una user experience nella comunicazione e nella videocomunicazione molto coinvolgente, includendo in particolare anche le infrastrutture convergenti "server based" e per l'erogazione di funzioni e di servizi con infrastrutture di private o di public cloud, attraverso le piattaforme software MiVoice

Per le esigenze delle Medium-Large Enterprise, Aastra ha affrontato le tematiche  Cloud con una partnership con VMware che le ha consentito di ottimizzare spazi, efficienza e consumi energetici virtualizzando i propri server, ma anche di decentralizzare i servizi rispetto all’infrastruttura locale, in modo da  abilitare una maggiore elasticità per il Provider e significativi benefici per il Cliente. 

Le differenze che esistono tra il Private e il Public Cloud hanno però portato la società allo sviluppo di una soluzione dedicata ai Provider, i quali, erogando servizi UC e voce alle aziende, necessitano di soluzioni caratterizzate da una forte flessibilità nella gestione delle licenze e l'unificazione dei sistemi di gestione e monitoraggio dell'infrastruttura, che deve caratterizzarsi con una alta affidabilità in modo da poter garantire contrattualmente SLA agli utilizzatori finali. 
La soluzione Aastra per il Public Cloud si basa sulle istanze e fa si che ogni server risulti dedicato ad un singolo Cliente, ma che tutti siano gestiti centralmente tramite uno strumento unificato.

Architettura Aastra per il cloud pubblico e privato

La chiave di volta nello sviluppo di una soluzione con queste caratteristiche è consistita nell'adottare una architettura molto robusta che comprende:  CPU virtuali ridondate, Fault recognition, Gateway per la sopravvivenza offline, mantenimento della tecnologia legacy pre-esistente. Il risultato è una soluzione che è volta a garantire qualità, affidabilità e contenimento dei costi e dove più istanze/Cliente condividono la stessa CPU virtuale, in quantità variabile a seconda del numero di utenze che sono da servire. 

Ne deriva una significativa economia di scala nel Data Center come conseguenza diretta della riduzione del numero di CPU fisiche necessarie, cosa che permette a sua volta di ridurre ed ottimizzare spazi gli dedicati, i consumi energetici per alimentazione e condizionamento ambientale e il numero degli interventi manutentivi. 

Un corollario di supporto clienti e assistenza

Non ultimo, alle piattaforme di UCC per il Cloud Aastra affianca un’ampia collezione di servizi professionali ideati per supportare la migrazione da una rete esistente ad una che permetta di disporre dei benefici funzionali, applicativi, di servizi, di risparmio energetico e economici ottenibili con le nuove generazioni di prodotti. 

Il portafoglio di servizi comprende Help Desk centralizzato, Manutenzione, Intervento su chiamata, Telegestione, Presidio con personale specializzato, Supporto sistemistico, Formazione e training.