Carriere in IT

Red Hat: Paul Cormier nuovo Presidente e Chief Executive Officer

Quando Ginni Rometty ha indicato che alla fine di gennaio si sarebbe dimessa da CEO di IBM, la società ha annunciato che Arvind Krishna avrebbe assunto il controllo, mentre Jim Whitehurst, CEO di Red Hat, sarebbe diventato presidente.

Per ricoprire il suo ruolo, Red Hat ha annunciato che il dirigente di lunga data, Paul Cormier, è stato nominato presidente e CEO.

Cormier sembra abbastanza una scelta logica per gestire Red Hat, essendo con l’azienda dal 2001. È entrato in qualità di vicepresidente tecnico e ha visto il gruppo crescere da una piccola startup a società multimiliardaria.

Paul Cormier di Red Hat
Facce Aziendali

Cormier ha parlato dell’evoluzione a cui ha assistito nei suoi anni a Red Hat. “Ripensandoci adesso, eravamo in una posizione diversa e affrontavamo questioni diverse, ma lo spirito era lo stesso, in missione per convincere il mondo che l’open source era reale, sicuro e di livello aziendale”.

L’ex CEO Whitehurst vede certamente questo come una transizione ragionevole. “Dopo aver lavorato a stretto contatto con lui per più di un decennio, posso dire con certezza che Paul è stata la scelta più naturale per guidare Red Hat. Come forza trainante della strategia di prodotto di Red Hat per quasi due decenni, è sempre stato intimamente coinvolto nella definizione della direzione dell’azienda per trarre il massimo dalla strategia cloud”.

Nel corso del suo mandato in Red Hat, Whitehurst ha gestito l’espansione di Red Hat e la sua crescente influenza nel settore tecnologico, tra cui l’incremento del fatturato da oltre 500 milioni di dollari a quasi 3 miliardi di dollari per l’anno fiscale 2018, così come la storica acquisizione da parte di IBM per 34 miliardi di dollari nel 2019.

Oggi, Red Hat Enterprise Linux è la piattaforma Linux aziendale leader del settore, utilizzata da oltre il 90% delle organizzazioni Fortune 500.