Manager

Salvagnini innova e valorizza le risorse con ADP

Salvagnini Group è un’azienda specializzata nel settore della meccanica strumentale che nel mondo conta circa 1.400 dipendenti – di cui 700 in Italia – e genera un fatturato pari a circa 260 milioni di euro, con una focalizzazione ‘product oriented’ e una cultura conservativa molto radicata. Per competere sul suo mercato ha dato il via alla realizzazione di un sistema integrato per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane.

"Abbiamo realizzato che il vantaggio competitivo non si ottiene solo con il prodotto, ma anche grazie all’organizzazione e alla valorizzazione del capitale umano. Il percorso è stato funzionale a rispondere all’esigenza di creare uno strumento unico di condivisione delle informazioni aziendali, integrato per tutte le realtà del gruppo, che parlasse lo stesso linguaggio e condividesse le stesse informazioni, di disporre di un metodo comune per la valutazione delle performance e per il knowledge transfer", ha illustrato Michele Taraschi, Direttore Human Resources di Salvagnigni Group.

Salvagnini Group è un’azienda specializzata nella meccanica strumentale

Il Percorso della consapevolezza si è sviluppato attraverso l’implementazione e l’introduzione graduale di moduli gestionali che hanno consentito a Salvagnini di raggiungere un livello di amministrazione delle risorse umane globale e condiviso, sia sotto l’aspetto dei processi sia del sistema informativo. 

I vantaggi ottenuti dalle soluzioni ADP, spiega la società, sono stati molteplici a partire dalla messa in opera di un sistema unico e integrato per la gestione e lo sviluppo delle risorse umane che consente una razionalizzazione e un’efficienza dei processi. Le informazioni sono oggi disponibili in modo trasparente e immediato, da chiunque le voglia consultare o utilizzare, in qualunque filiale del mondo si trovi, poiché tutti parlano “la stessa lingua” in maniera uniforme. 

"Con Salvagnini abbiamo lavorato per creare valore e attuare un processo strutturato delle informazioni e dei dati relativi al capitale umano dell’azienda, che in questo caso era estremamente eterogeno e distribuito. L’obiettivo primario era dare vita a un sistema di condivisione – un portale HR – che parlasse un linguaggio comune e contribuisse a diffondere la conoscenza e il know-how delle persone per farle sentire parte di uno stesso processo di gestione", ha dichiarato Nicola Uva, direttore strategico di ADP Italia.