Reseller

Sirmi: nel 2° trimestre cala la spesa nel mercato pc client

L'analisi di Sirmi per il mercato dei pc client nel secondo trimestre dell'anno ha evidenziato un calo che ha riguardato tutte le componenti di questo settore di mercato che rientra nella Digital Technology.

La cifra raggiunta di 680 milioni di euro è in calo di oltre 1 punto percentuale rispetto allo stesso trimestre del 2012, mentre in termini di volumi, con circa 1.745.000 unità consegnate, il mercato segna un incremento dell'11% circa anno su anno. 

L'unica eccezione è la componente dei Tablet, l'unica categoria di prodotto che riesce ad arginare l'emorragia del pc tradizionale, con la forte crisi di desktop (-11,9%) e notebook (-25,2%) e la scomparsa definitiva dei netbook. Le tavolette continuano, infatti, a crescere a doppia cifra, superando il 70% in termini di fatturato e segnando un incremento del 93% circa in termini di unità consegnate. 

 

Con segno positivo anche le workstation (+8,5% in unità vendute e +0,8% in fatturato), ma con un impatto limitato sull'intero comparto, data il numero ridotto (10.640 unità). I dati presentati da Sirmi sono il risultato dell'analisi incrociata dei dati forniti dai singoli vendor con quelli che arrivano dal canale (operatori, distributori e reseller di tutte le tipologie) e dal mercato degli utenti finali.

Dall'analisi emerge che questo comparto di mercato nel trimestre in questione si divide per fatturato tra pochi player che sono Apple, Samsung, Acer, HP e Asus, che complessivamente detengono il 73% circa del mercato. Dell, Lenovo, Sony, Fujitsu e Toshiba completano la classifica dei primi dieci vendor, con una quota complessiva del 20% circa.