Software & Hardware

Tutte le novità di Microsoft Inspire 2020

Parte oggi l’edizione annuale, completamente digitale, di Microsoft Inspire 2020. Sul piatto una serie di novità davvero importanti, dalla nuova generazione di Azure Stack HCI a Microsoft 365, applicazioni di business e sicurezza. Ma andiamo con ordine.

L’approccio di Microsoft all’ibrido si è sempre rivolto a soddisfare le esigenze specifiche dei clienti, siano essi singoli o aziende, con motivi precisi per mantenere alcune applicazioni o carichi di lavoro all’interno dei propri data center. Durante Inspire 2020, Microsoft ha lanciato la nuova generazione di Azure Stack HCI. È un servizio Azure nativo e completamente integrato che offre ai clienti il modo più semplice e veloce per integrare il loro datacenter con il cloud. Gli utenti possono usare le loro competenze esistenti e gestire i sistemi HCI Azure Stack, le macchine virtuali Windows Server e Linux dal portale di Azure, proprio come qualsiasi altra risorsa. Alcuni dei partner chiave sono già pronti alla novità, tra cui Dell EMC, HPE e Lenovo.

Come migliora Azure

«Le aziende si stanno adattando a condizioni in rapida evoluzione. Sapendo che i nostri clienti contano su di noi per offrire i vantaggi tangibili del cloud, condividiamo diverse nuove funzionalità di migrazione per aiutarli ad agire più rapidamente, innovare e orientare le loro operazioni IT per ciò che conta di più». Ecco allora Azure Migrate, per condurre valutazioni di migrazione più complete dei data center. Oltre a ciò, sono stati aggiunti diversi dischi e miglioramenti di rete di Azure per soddisfare i requisiti di alcuni dei carichi di lavoro più critici. Ciò include dischi condivisi per Archiviazione disco di Azure, collegamenti privati per l’esportazione e l’importazione sicura su una rete privata e il supporto per dispositivi virtuali di terze parti, all’interno di hub di reti virtuali di ampia area, tra cui Barracuda.

inspire 2020

Non meno importante, la distribuzione supportata da Microsoft di Apache Hadoop, completamente open source e compatibile con l’ultima versione di Hadoop. Con la distribuzione, gli utenti possono eseguire il provisioning di un nuovo cluster HDInsight basato sul codice Apache creato e interamente supportato da Microsoft. I clienti verranno automaticamente migrati alla distribuzione supportata.

Microsoft 365 e Universal Print

Per quanto riguarda Microsoft 365, ecco Microsoft Lists, un’app che aiuta a tenere traccia delle informazioni e ad organizzare il lavoro, distribuita da fine di luglio e disponibile in Microsoft Teams ad agosto. Gli elenchi consentono agli utenti di tenere traccia di problemi, risorse, routine, contatti, inventario e altro utilizzando visualizzazioni, regole e commenti personalizzabili per mantenere tutto sincronizzato. Le “Lists” sono una parte fondamentale di Microsoft 365 per sicurezza e conformità aziendali. Annunciati a Build all’inizio di quest’anno, possono essere creati dalla home page e attraverso le app di Microsoft 365, principalmente come schede in Microsoft Teams e nei siti di SharePoint.

«I clienti commerciali e del mondo della formazione che si spostano sul cloud con Microsoft 365 necessitano da tempo di un’esperienza semplice. Allora Universal Print si pone come soluzione SaaS ottima per ridurre i tempi e gli sforzi. Questo nuovo servizio, annunciato in primavera, offre opportunità a molti partner e rivenditori, che possono offrire soluzioni di gestione della stampa e dell’output con l’integrazione nativa.

Il ritorno di Yammer

Uno Yammer di nuova generazione, con un’esperienza reinventata sia per il web che per i dispositivi mobili, porta molte integrazioni a beneficio delle community, coinvolgimento e conoscenza di Microsoft 365. Arrivano le conversazioni in primo piano per aumentare la visibilità e il coinvolgimento, il supporto per utenti esterni nelle comunità, Azure B2B, e un serie di collegamenti con le app di Microsoft più usate, per facilitare la collaborazione e condivisione. Gli amministratori globali di Microsoft 365 possono configurare l’accesso al nuovo Yammer tramite il portale di amministrazione tradizionale.

I cambiamenti di Teams

Nel mondo Teams, Microsoft ha annunciato nuovi modi per supportare l’esperienza di riunione attraverso maggiori capacità di gestione dei dispositivi. Ciò consente ai clienti di disporre di due opzioni per la gestione dei device in Rooms: internamente, attraverso le funzionalità nel Centro di amministrazione di Teams, oppure esternalizzato, con un partner Microsoft certificato con Managed Meeting Rooms.

Inoltre, adesso le sale riunioni gestite forniscono un servizio IT basato sul cloud, che include la gestione e il monitoraggio proattivi 24 ore su 24, 7 giorni su 7, forniti da esperti Microsoft. Le sale danno ai clienti la possibilità di spostare l’onere operativo delle proprie sale su Microsoft o su un partner; una soluzione è adatta per i clienti che desiderano modernizzare ed espandere le proprie Room senza ridimensionare o aumentare le risorse aziendali.

Non è tutto: la nuova app di Power BI per Microsoft Teams porta in un unico posto tutte le visualizzazioni dei dati, dove trovare più informazioni dall’intera organizzazione. L’app offre un’esperienza semplificata per l’accesso ai report Power BI in Teams e fornisce report di esempio e funzionalità di condivisione semplificata per aiutare gli utenti a integrare il processo decisionale del business.

Le app per il business

Microsoft ha rilasciato una soluzione Power Platform che mira a supportare i clienti nel dare priorità alla salute e alla sicurezza dei dipendenti sul posto di lavoro. Queste soluzioni possono essere facilmente personalizzate e distribuite su vasta scala e sono integrate in tutto il mondo applicativo business.

Stiamo parlando di Location Readiness, per consentire ai responsabili delle strutture e ai dirigenti della task force di determinare la prontezza delle loro strutture e gestire in modo efficiente la loro riapertura sicura, prendendo rapidamente decisioni informate utilizzando fattori critici come i tassi di infezione Covid-19 e la disponibilità dei materiali di consumo..

Di Employee Health and Safety Management, per consentire di fare un rapido check-in al lavoro da remoto, prenotare una sala riunioni e altro ancora, senza spostarsi dalla propria postazione. Ma anche Workplace Care Management, per fornire ai responsabili gli strumenti per gestire attivamente i casi di Covid-19, identificare i punti critici per i miglioramenti della sicurezza e importare i dati dai sistemi di tracciabilità dei contatti.

E infine Location Management, per mantenere le sedi aperte in sicurezza, con una gestione della posizione che semplifica la tenuta di un ambiente sicuro con strumenti per il monitoraggio di occupazione, forniture sanitarie, procedure e l’applicazione delle best practices relative al lavoro.

Cos’è Dynamics 365 Customer Voice

Dynamics 365 Customer Voice offre un’integrazione immediata in applicazioni quotidiane, flussi di lavoro e modelli per aiutare le organizzazioni ad ascoltare, comprendere e rispondere alle esigenze dei clienti. Progettato per semplificare l’integrazione con Dynamics 365 e le applicazioni aziendali di terze parti in modo, che le organizzazioni possano acquisire e incorporare feedback in tempo reale in una visione unificata, Customer Voice acquisisce immediatamente feedback con modelli pronti per l’uso che includono domande, flussi di lavoro e report predefiniti.

inspire 2020

Con le funzionalità di integrazione, si possono personalizzare i sondaggi su larga scala e collegare le risposte direttamente alle applicazioni Microsoft, tra cui Dynamics 365, Power BI, Power Apps e centinaia di altre app tramite Power Automate. C’è inoltre Dynamics 365 Connected Store, lo strumento IA che utilizza dispositivi edge intelligenti (dati video, dati del sensore IoT) per fornire avvisi attivati e consigli attuabili che possono rendere gli spazi commerciali più efficienti, con un focus su tre scenari fondamentali : Shopper Analytics, gestione delle code ed efficacia di visualizzazione.

La sicurezza

Per concludere, Azure Sentinel si aggiorna per permettere agli utenti di raccogliere e analizzare i dati di sicurezza attraverso diverse fonti. I nuovi connettori semplificano l’acquisizione di informazioni da reti, firewall, endpoint e piattaforme di gestione delle vulnerabilità come Alcide kAudit (registri Kubernetes), Vectra AI, Perimeter 81 (registri attività), Symantec Proxy SG, Symantec VIP, Pulse Connect Secure, Infoblox NIOS, Proofpoint TAP, Qualys VM, VMWare Carbon Black, Okta SSO, RiskIQ. Questi connettori con query di esempio, dashboard e analisi aiuteranno a raccogliere facilmente i dati di sicurezza, a rilevare e rispondere alle minacce e a fornire immediatamente informazioni.

Il mondo dei partner

Con Azure Lighthouse, Microsoft offre miglioramenti per i clienti in base al feedback dei partner, tra cui l’autenticazione a più fattori di Azure e il supporto di Azure Privileged Identity Management. Proprio Azure Lighthouse consentirà ai partner di ridurre il rischio derivante da un accesso elevato, rafforzare i metodi di autenticazione e soddisfare i requisiti di conformità e gestione dei rischi dei propri clienti. Il controllo di accesso basato sui ruoli (RBAC) può essere permanente o temporaneo ed è possibile elevare l’accesso a un ruolo privilegiato (RBAC incorporato) per un periodo più breve per le attività di gestione degli ospiti in rete.

Infine, Microsoft ha annunciato i miglioramenti del programma per i partner, ISV Connect. Questo introdurrà vantaggi go-to-market come servizi di marketing di eventi, nonché di espansione di canali, che aiuteranno a guidare la domanda dei clienti e la risposta alle esigenze per il canale. Microsoft annuncia anche ulteriori investimenti in Microsoft AppSource per migliorare la rilevabilità delle app e i risultati di ricerca per il suo pubblico di oltre 750 milioni di clienti in 141 paesi. Queste novità si basano sul modello che offre reinvestimenti ai fornitori di software attraverso vantaggi tecnici e di abilitazione alle vendite.