Reseller

Un Itway campus ricco di novità

Si è svolto presso l'IBM Client Center l'annuale Itway Campus, un incontro a cui hanno partecipato le aziende del Gruppo Itway e i suoi principali partner tecnologici. Numerose le novità annunciate da Cesare Valenti, Executive Vice President di Itway VAD, volte a consolidare la propria presenza sul mercato, sia per quanto concerne nuove soluzioni che accordi con società o la creazione all'interno dello stesso gruppo di nuove aziende.

La dinamicità del gruppo, che è presente in Italia, Francia, Spagna e numerosi paesi del vicino oriente si evidenzia nelle cifre. L'ultimo bilancio è stato chiuso con un fatturato di 100 milioni di euro, frutto del lavoro, ha commentato Valenti, di 400 professionisti distribuiti su sedici sedi aziendali e di oltre 600 certificazioni.

Itway   Cesare Valenti
Cesare Valenti

Strategica, oltre alle partnership con produttori di tecnologie di primo piano, è anche l'articolazione del gruppo in società specializzate, da Itway VAD a Business-e a iNebula, che in quanto tali abbinano la dinamicità e la rapidità delle PMI nel rispondere ai cambiamenti tecnologici necessari per le aziende clienti e il canale, con la solidità e la massa critica di una grande azienda in grado di supportare a 360 gradi partner e clienti nelle loro esigenze di adeguamento tecnologico e organizzativo.

Gli annunci tecnologici

Come accennato, numerose le innovazioni di recente apportate alla propria proposta. Per quanto concerne iNebula, società oramai attiva da tre anni con la missione di rispondere alle esigenze dei clienti che vogliono esternalizzare nel cloud le complessità dell'IT, tre le novità evidenziate.

La prima, ha spiegato Stefano Della Valle, Vice President della società, è una espansione di un servizio già rilasciato di backup dei dati basato su uno storage locale e il backup periodico remoto. Ora il servizio è stato espanso aggiungendovi la possibilità di avere un backup in tempo reale in una repository nel cloud che è indipendente dall'hardware.

Consistenti i benefici. Non si deve aspettare momenti prestabiliti anche ad intervalli di ore per salvare i propri dati e nel momento in cui i dati sono nel cloud sono subito condivisibili o fruibili da altre persone. Inoltre, chi produce i documenti o chi ne fruisce, ovunque si trovi, ha disponibile in ogni stante un repository sempre accessibile in cui gli è possibile trovare i documenti necessari, aggiornati alla loro ultima versione.

Il secondo servizio è iNebula Contact Center. Si rivolge alle aziende che dispongono di un sito web e desiderano migliorare la relazione con i clienti e il workflow. Nella sua essenza è un sevizio di video contact center che permette di realizzare sessioni audio e video con qualsiasi interlocutore. Dà la possibilità aggiuntiva di operare, condividere e intervenire sui documenti che debbano essere discussi.

Il terzo servizio sviluppato proietta iNebula e ne fa un operatore primario nell'IoT e apre numerose possibilità nel social e laddove necessita raccogliere dati di operatori sul territorio.

Itway stefano dellavalle
Stefano Della Valle

Va poi osservato, ha spiegato Della Valle, che iNebula ha aderito all'iniziativa The Things Network – www.thethingsnetwork.org – e contribuisce con un gateway installato nella propria sede di Milano e con la gestione dei dati attraverso la piattaforma iNebula Connect.

Si tratta del primo passo verso la creazione di un'infrastruttura aperta, partecipata da aziende private, ma anche da cittadini, che consentirà di mettere in rete oggetti, applicazioni e dati, in modo da offrire servizi a valore aggiunto alle aziende e ai cittadini secondo la logica dell'Internet of Things (IoT).

Tornando alla soluzione sviluppata, si basa su dispositivi di rete mobile che possono essere installati in ambito urbano, a bassissimo costo e che usano bande trasmissive che non richiedono licenza. Tramite queste stazioni radio, alimentabili da una comune batteria ricaricabile, diventa possibile trasmettere al centro informazioni lette da dispositivi di utente o da badge in modo da rilevare gli spostamenti di persone o cose sul territorio e verificarne le attività.

Itway nei big data con 4Science

Sul piano interno al gruppo, Itway è cresciuta non solo come fatturato ma anche in dimensioni con la creazione di 4Science – www.4science.it – una società, ha spiegato Valenti, dedicata alla gestione dei big data di Enti di ricerca scientifica, musei, università, biblioteche e fondazioni. L'obiettivo posto a 4Science è di diventare leader nei settori dell'ICT for Cultural Heritage e della Data Curation.

La società ha la missione di rispondere alle esigenze della crescita esponenziale dei volumi dei dati scientifici, i cosiddetti Big Data, incluso la gestione dei flussi di dati che arrivano dagli apparati sperimentali e la loro organizzazione, distribuzione, conservazione, storicizzazione, il loro trattamento sicuro da attacchi informatici, oltre a metodi per garantirne completezza ai fini di controllo e replica sperimentale, e per garantirne il riuso nel tempo.

La gestione dei big data con una propria società si evidenzia poi come un ulteriore tassello da abbinare alle competenze di iNebula nel campo dell'IoT e di Business-e nel campo organizzativo e gestionale per rispondere a progetti di ampia portata sia nel social che nel settore delle smart city.

Nuovi accordi per la sicurezza

Novità anche per quanto concerne accordi tecnologici. Itway ha annunciato di avere raggiunto un accordo per la distribuzione delle soluzioni tecnologiche di Positive Technologies in Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Turchia. Secondo i termini dell'accordo Itway VAD distribuirà i prodotti dell'azienda, fornendo ai propri VAR e System Integrator di riferimento il valore aggiunto che si sono abituati ad avere da Itway.

Itway   Positive Technologies
Positive Technology si aggiunge ai partner Itway per la sicurezza

Con l'accordo, ha osservato Valenti, l'offerta di Itway VAD si arricchisce di una avanzata offerta di sicurezza, in particolare per quanto riguarda le soluzioni di compliance, application security, threat analysis e vulnerability assessment delle applicazioni, dei sistemi ICS (Internet Connection Sharing), delle strutture SCADA e dei sistemi ERP, che Positive Technologies sviluppa.

Secondo i termini dell'accordo, Itway VAD si occuperà anche di proporre, fornire e sostenere i servizi dell'azienda, con particolare attenzione alla valutazione delle vulnerabilità e alla protezione del perimetro delle reti di telecomunicazioni 3G e 4G, delle applicazioni Web e mobili e delle infrastrutture ICS/SCADA. Positive Technolgies ha inoltre un'offerta verticalizzata sulle telco, i servizi finanziari e le utility.