Reseller

Migration Professional, alias Project Manager

Pagina 3: Migration Professional, alias Project Manager

Per questo motivo, la più importante tra le figure da certificare è quella del project manager, che per comodità viene definito come Migration Professional, intorno alla quale ruotano tutte le altre certificazioni: sviluppatore, formatore e specialista del supporto di secondo e terzo livello.

Ovviamente, ogni certificazione attesta le competenze dell'individuo in una specifica area, per cui quello che distingue il Migration Professional è la conoscenza di tutte le attività coinvolte in un progetto, anche in mancanza delle competenze specifiche per ciascuna certificazione. Il percorso della certificazione sarà più agevole per i membri di The Document Foundation, perché c'è già una storia di collaborazione che va avanti da anni. Per gli sviluppatori, invece, la certificazione passerà dalla partecipazione allo sviluppo di LibreOffice, perché in un progetto di software libero non basta la competenza ma ci vuole anche una dimostrazione del proprio impegno. 

 

Per questo motivo, gli sviluppatori gestiranno in proprio, con quella che chiamano "peer review" da parte dell'Engineering Steering Committee, tutto il processo. Le aziende con più dipendenti o consulenti certificati potranno richiedere lo status di LibreOffice Competence Centre, che verrà attribuito dal Board of Directors in base all'opinione del Comitato di Certificazione. 

Saranno fondamentali non solo le competenze ma anche i rapporti con The Document Foundation e l'atteggiamento nei confronti del software libero, perché non bisogna mai dimenticare che questo è un programma che ha l'obiettivo di creare un ecosistema in cui tutti guadagnano: le aziende, ma anche gli utenti, e non ultima The Document Foundation, che deve pensare a reinvestire tutte le risorse nello sviluppo e nell'evoluzione del software.