Reseller

V-Valley 2.0 accende i motori e porta IBM on the road

Gambe in spalla alla ricerca del business. V-Valley, la divisione a valore di Esprinet, ha deciso che non è più tempo di stare fermi ad aspettare che il business arrivi da solo e si è mossa, nel vero senso del termine, alla ricerca di opportunità da proporre ai propri dealer, costruendo un truck colmo di tecnologie Ibm, da guidare per l’Italia intera, laddove ci sono potenzialità di business.

"Viviamo in tempi di rivoluzione, in cui si stanno ricreando nuovi equilibri e il mercato ci impone dei cambiamenti – ha esordito Alessandro Cattani, amministratore delegato del Gruppo Esprinet, alla presentazione dell’iniziativa alla platea di partner riunita presso la sede Ibm -. Vogliamo convertire le paure e le minacce in opportunità, e "investire per… non essere investiti".

Un investimento, dove un ruolo primario è svolto dal data center, partito già 2 anni fa con V-Valley, e che è poi proseguito con Assocloud, sempre in collaborazione con Ibm, e oggi intendiamo mostrare di essere attivi non solo nel post-vendita, ma di essere proattivi nella vendita, presentando un demo center mobile dove i PureSystems sono i protagonisti.

Un modo per portare le offerte applicative o infrastrutturali vicino ai clienti, per stimolare il mercato mostrando da vicino le tecnologie". Una mossa che ha il beneplacito di Ibm, che ha collaborato all’iniziativa che va nella direzione strategica di un nuovo modo di proporsi sul mercato, cavalcando l’onda di innovazione insieme al proprio canale.

"Dobbiamo interpretare la discontinuità perché il mercato è cambiato – riflette Francesco Angeleri, vice president business partner & midmarket di Ibm Italia – e cambiati sono anche i ruoli e gli impegni di vendor e canale. Oggi non ci si può più concedere vie di mezzo: chi va bene va benissimo, e chi va male chiude. Per questo bisogna giocare d’anticipo. E Ibm intende lavorare proprio con un canale propositivo, dedicando persone a quei partner che si stanno muovendo nella giusta direzione, spendendo gli investimenti di marketing con grande selettività, soprattutto con chi vuole investire in competenze sulle tecnologie Ibm".

Un percorso che V-Valley ha intrapreso a gran velocità, e che oggi le consente di presentarsi arricchita con nuove iniziative per lo sviluppo del business dei propri dealer. "21 mesi fa nasceva V-Valley versione 1.0, con un’offerta al top di gamma per soluzioni e servizi da affrontare con competenze e specializzazione e flessibilità – interviene Luca Casini, direttore commerciale di V-Valley -. Un team basato sulle competenze impegnato nel supportare il canale nella vendita di soluzioni a valore. Su questo nuovo modo di approcciare il mercato, è aumentato via via il nostro commitment con Ibm, portandoci ad affrontare l’offerta PureFlex di Ibm: non un prodotto, ma una nuova strategia di porsi sul mercato che abbiamo pienamente abbracciato.

Oggi non ci basta più essere attivi nella fase di vendita, ma vogliamo esserlo anche nella fase precedente, di generazione di business. Nasce così V-Valley 2.0, che attiva questa nuova strategia assicurando una presenza fisica proprio dove c’è maggiore bisogno attraverso il V-Truck, un vero e proprio demo center on the road pieno di tecnologia Ibm. Compresi i PureFlex. Da portare vicino ai dealer e ai loro clienti, per consentire loro di testare le tecnologie Ibm di ultima generazione, formare i tecnici e mostrare ai clienti come Ibm, insieme alle applicazioni dei Business Partner, può supportare il loro business".