Tom's Hardware Italia
Mercato

VueTel socio nel consorzio Open Hub Med

Confermata, dopo qualche giorno di indiscrezione, la notizia dell’ingresso di VueTel, azienda italiana specializzata in servizi di telecomunicazioni internazionali con focus principale in Nord Africa e nell’Africa sub-sahariana, in Open Hub Med. Si tratta del consorzio al quale prendono parte vari nomi cardine dell’industria nazionale ed estera nel campo delle telecomunicazioni e infrastrutture di rete: Retelit, Interoute Italia, […]

Confermata, dopo qualche giorno di indiscrezione, la notizia dell’ingresso di VueTel, azienda italiana specializzata in servizi di telecomunicazioni internazionali con focus principale in Nord Africa e nell’Africa sub-sahariana, in Open Hub Med. Si tratta del consorzio al quale prendono parte vari nomi cardine dell’industria nazionale ed estera nel campo delle telecomunicazioni e infrastrutture di rete: Retelit, Interoute Italia, Italtel, Eolo, MIX, Supernap Italia, Equinix Italia, Fastweb, In-Site e XMED.

Open Hub Med è il primo hub italiano per tecnologie sullo scambio dei dati che passano per i cavi sottomarini nel Mediterraneo. Tramite raccordi tra il proprio data center di Palermo e le altre stazioni di approdo dei cavi sottomarini, di fatto l’Hub mette al centro del Mediterraneo la Sicilia, quale approdo privilegiato del traffico dati che taglia Medio Oriente, Occidente e Africa.

All’interno di Open Hub Med, il ruolo di VueTel è quello di sviluppare interconnessioni sicure, per garantire efficienza, qualità, competitività e sicurezza. Si tratta di servizi IP Transit internazionale e di connettività, linee dedicate internazionali (IPLC), circuiti Ethernet (Carrier Ethernet), reti private virtuali (VPN MPLS). Attraverso tecnologie di rete ed accesso di ultima generazione, un backbone ad alta capacità totalmente ridondato e nodi che collegano le principali landing station dei cavi sottomarini con le reti terrestri in fibra ottica, i servizi di VueTel puntano a migliorare e aumentare la connettività del continente africano e del bacino del Mediterraneo.

“Vogliamo essere un carrier e player globale sempre più strategico verso il Mediterraneo. La nostra presenza in Sicilia va infatti ad aggiungersi a quella già attiva negli altri centri di connettività tra cui Londra, Marsiglia, Francoforte, Milano – ha spiegato Giovanni Ottati, CEO di VueTel, da oggi anche consigliere di amministrazione di Open Hub Med – questo polo infrastrutturale neutrale da e verso il Mediterraneo ci consente di supportare lo sviluppo di progetti importanti di nuovi cavi o Branch Unit con i nostri partner tra cui la Libia, la Tunisia, l’Algeria. Il Mediterraneo rappresenta il principale snodo delle telecomunicazioni a livello mondiale, un crocevia di infrastrutture che mette in connessione Europa, Africa, Asia e Nord America”.