Hot topics:
News su Black Friday 2017
11 minuti

Come scegliere una stampante 3D

Le tecnologie di stampa 3D sono in rapida evoluzione, con potenzialità enormi anche per l'utente finale. Da qualche tempo sono anche accessibili economicamente e rappresentano un nuovo ambito non solo per i professionisti.

Come scegliere una stampante 3D

Introduzione

La stampa 3D è ormai realtà e rappresenta sempre più un'opportunità, grazie ai prezzi accessibili e alle continue evoluzioni. Si tratta di un'area emergente, con altissimo potenziale ma anche con alcuni dettagli che meritano di essere chiariti per evitare di alimentare false e facili illusioni. In queste pagine illustreremo l'argomento in modo generale individuando i possibili fattori di scelta nell'acquisto di una stampante 3D.

sharebot 42

Prima di tutto sfatiamo un mito. Anche se la stampa 3D è una tecnologia in rapidissima evoluzione, paradossalmente, per usarla è necessaria molta pazienza. Infatti, con le attuali soluzioni disponibili siamo ancora ben lontani da ciò che negli anni abbiamo visto nei film di fantascienza come Star Trek. Queste stampanti sono molto lente e possono impiegare anche decine di ore per completare la produzione di un singolo pezzo. Un'ulteriore limitazione riguarda i pochi materiali usabili: i più diffusi al momento sono il PLA e l'ABS.

Si tenga presente che i modelli più economici possono stampare pezzi di dimensioni piuttosto ridotte: l'area di lavoro è paragonabile a quella di una fetta di pane e i pezzi prodotti misurano solo pochi centimetri. Queste limitazioni riguardano però ovviamente le soluzioni più economiche e accessibili per l'utente finale, che però troverà in questi modelli interessanti applicazioni anche in ambito domestico. 

Come funziona la stampa 3D

Per realizzare una stampa 3D il primo elemento necessario è il modello tridimensionale dell'oggetto che si desidera realizzare. Il modello può essere fatto con software dedicati - a titolo di esempio citiamo le soluzioni Autocad o Blender - oppure acquisiti con appositi scanner o scaricati dal web.

3d2
123Design app di Autocad

Il modello viene poi preso in gestione da un software apposito che lo "taglia" in sottili fette: la stampante realizzerà singolarmente questi strati sovrapposti andando così a comporre il pezzo da stampare.

3d3
MakerBot Digitizer: conchiglia originale e stampata in 3D

Le modalità con cui vengono realizzati questi strati variano da una tipologia di stampante all'altra. Le soluzioni più diffuse ed economiche usano un sottile filamento che viene riscaldato ed estruso da un ugello: il materiale raffreddandosi andrà a realizzare lo strato.

In altre stampanti il materiale di stampa è sotto forma di resina o di polvere, ma in linea di principio il concetto rimane il medesimo, con un processo di riscaldamento e successivo raffreddamento.

3d5
Printrbot Simple Maker Kit

Inoltre, in alcuni casi le stampanti 3D sono vendute in kit di montaggio lasciando così l'onere di assemblare il tutto all'acquirente. Ci sono però venditori che provvedono a fornire le proprie stampanti già assemblate e collaudate, quindi pronte all'uso.

Acquistando un kit si avrà la possibilità di capire in modo dettagliato il funzionamento della stampante, potendo anche personalizzare il modello stesso apportando modifiche. Questa opportunità non è ovviamente disponibile sulle soluzioni preconfezionate.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Stampa 3D?
Iscriviti alla newsletter!