Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
2

Corriere.it attiva il Paywall ma è facile aggirarlo

Corriere.it dal 26 gennaio ha attivato una limitazione sul numero di articoli gratuiti. Dopo 20 scatta la richiesta di abbonamento, ma il paywall è molto debole e non ci vuole granché per superare la barriera.

Corriere.it attiva il Paywall ma è facile aggirarlo

Il 26 gennaio Corriere.it, l'edizione online del quotidiano Il Corriere della Sera ha annunciato che i propri contenuti sono diventati a pagamento. Gli utenti della popolare testata infatti possono accedere liberamente solo a 20 articoli al mese.

paywall corriere della sera
Paywall del Corriere della Sera

Per fruire di un numero maggiore di pezzi, RCS richiede il pagamento di un abbonamento decisamente costoso. Costa "solo" 99 centesimi il primo mese ma, a partire dal secondo, la richiesta diventa di 9,99 euro. Un prezzo decisamente esoso se consideriamo che sul sito permangono gli annunci pubblicitari e che i quotidiani concorrenti sono tuttora ad accesso libero. Il Corriere.it giustifica il valore dell'abbonamento con l'offerta di vantaggi esclusivi, il cui valore non possiamo giudicare.

Chi è abbonato al quotidiano cartaceo o alla versione digitale, incredibilmente, non ha automaticamente accesso a corriere.it, bensì si deve accontentare di un semplice sconto del 50%. Non entriamo nel merito del valore della proposta: si può essere d'accordo o meno, ma è sicuramente una scelta difficile– in linea con quanto già fanno New York Times, The Times, Financial Times e altri quotidiani stranieri.

modalità incognito
La modalità incognito su Chrome

Cercare di spremere ulteriore denaro a chi è già abbonato al quotidiano ci sembra però eccessivo. Chi proprio non può fare a meno dei contenuti di Corriere.it ma è indeciso se abbonarsi o meno può però godere di un imprevisto omaggio offerto dagli sviluppatori del sito. A quanto pare il controllo sul numero di contenuti letti si basa sui cookie, quei file depositati nella memoria di computer e dispositivi che tengono traccia dei dati della nostra navigazione. Incredibilmente basta attivare la modalità "in incognito" o "anonima" sul proprio browser per ignorare la limitazione. 

Una volta raggiunta la soglia dei 20 articoli è sufficiente chiudere e riaprire la sessione anonima per proseguire nella lettura. Abbiamo provato sia da computer che da smartphone è il risultato è lo stesso.

Cancellare direttamente i dati di navigazione e cookies invece non funziona sempre.

Insomma una nuova frontiera dell'informazione introdotta forse troppo frettolosamente. In questo modo non sarà possibile accedere all'archivio storico degli articoli del quotidiano, ma si potrà navigare senza problemi tra le ultime notizie.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #E-Gov?
Iscriviti alla newsletter!