La Corte di Giustizia UE a gamba tesa sul digitale terrestre

La Corte di Giustizia UE riaccende i riflettori sul criterio italiano che ha governato la conversione televisiva dall'analogico al digitale terrestre.

Oggi la Corte UE ha pubblicato due sentenze che alimenteranno le polemiche in sede politica. La prima di fatto dà ragione a Persidera, l'operatore di rete di Telecom Italia Media Broadcasting e Rete A, nella querelle per l'assegnazione delle frequenze.

DTT

Persidera, com'è risaputo, ne ha ricevuta solo una in cambio di due analogiche e per la Corte il sistema ha violato il diritto UE. Nella seconda i giudici hanno riconosciuto la legittimità della richiesta di Europa Way e Persidera di annullare la vecchia gara per l'assegnazione del dividendo digitale.

Tutto nasce dalla decisione del Consiglio di Stato italiano di rivolgersi alla Corte, considerata la delicatezza del caso. Nello specifico dato che pende ancora sull'Italia una procedura di infrazione, è stato domandato ai togati del Lussemburgo di valutare l'adeguatezza delle norme italiane usate per l'assegnazione onerosa delle nuove frequenze digitali e per la conversione in digitali di quelle analogiche.

Insomma, se fossero in linea con le disposizioni UE in materia di autorizzazioni, libera concorrenza, principi di non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e pluralismo dell'informazione.

Digitale

I giudici non solo hanno stabilito che "la normativa italiana sull'attribuzione delle nuove frequenze è contraria al diritto UE" ma anche che i la giustizia italiana verifichi se a RAI e Mediaset -  cioè gli operatori dominanti - sia stato attribuito un numero di radiofrequenze superiore a quello strettamente necessario alla continuità dei loro programmi.

In secondo luogo si è avuta conferma dell'azione discriminatoria attuata nei confronti di Persidera. Anche in questo caso dovranno essere i giudici italiani a valutare perché una simile azione "può essere giustificata se costituisce l'unico modo possibile per perseguire obiettivi legittimi di interesse generale".


Tom's Consiglia

Certo che un decoder DTT come lo Humax Digimax Easy HDR-1000T è invitante. Non sono proprio tutti uguali.

 

Pubblicità

AREE TEMATICHE