Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:

Cos'è l'HDR su TV e console

Le nuove console e i televisori di fascia alta offrono la modalità HDR, e proviamo dunque a capire sinteticamente cosa significa e come scegliere il prodotto più adatto alle nostre esigenze e al nostro budget.

Cos'è l'HDR su TV e console

L'HDR televisivo ha fatto la sua comparsa relativamente poco tempo fa, con i principali referenti in Netflix - che offre alcuni contenuti - e nei televisori top di gamma di Sony, Samsung e pochi altri. Recentemente però altri sono saliti su questo treno, e tra i nuovi nomi vale la pena di segnalare Xbox One S e PS4 Pro. Le due console hanno esteso l'uso di questa tecnica ai videogiochi. Vediamo quindi che cos'è l'HDR e quali vantaggi può portare.

Leggi anche Recensione Xbox One S, la migliore Xbox One di sempre

La sigla HDR sta per High Dynamic Range, che significa più o meno Alta Copertura Dinamica - ma la traduzione in italiano non viene mai usata. Si riferisce a una tecnica che ci permette di riprodurre un gran numero di colori, esaltando in particolare il contrasto tra zone chiare e zone scure dell'immagine.

20 Century Fox SDR vs HDR

Secondo l'intensità del trattamento HDR avremo un'immagine più efficace e più realistica, più vicina a quello che vediamo effettivamente con i nostri occhi; oppure del tutto innaturale ma dal grande effetto artistico. I colori sono più brillanti, incisivi, spettacolari, ma per godere dell'HDR è necessario che l'hardware sia compatibile, e che lo sia anche il prodotto, film o videogioco che sia.

Leggi anche PS4 Pro, come configurare la vostra TV 4K con HDR

Una prima differenza importante sta nel televisore: un pannello a 8 bit può riprodurre meno colori rispetto a un pannello a 10 bit, quindi quest'ultimo ha una migliore resa HDR. Purtroppo non è sempre facile capire questo dettaglio guardando semplicemente le caratteristiche come sono presentate nei negozi, ma per fortuna la stragrande maggioranza dei TV in commercio sono a 10 bit. Esistono anche pannelli a 12 bit, che possono riprodurre fino a 68 miliardi colori, ma sono appena meno rari degli unicorni; se volete provare a trovarne uno, cominciate cercando un televisore con tecnologia Dolby Vision, mentre tutti gli altri potranno cercare UltraHD Premium.

Tra questi due standard potrebbe scatenarsi una concorrenza simile a quella che vide contrapposti HD-DVD e Blu-Ray, e prima di questi altre tecnologie. Difficile dire ora quella che prevarrà, ma per il momento la maggior parte dei prodotti in circolazione sono HDR10. Dolby Vision è più sofisticato, tecnologicamente più avanzato, ma anche più costoso - in particolar modo per via della licenza ufficiale.

6800u 5 hdr0 hdr7 3

I pannelli migliori offrono anche una luminosità massima più alta; questa serve a garantire una corretta visione dei colori, pur considerando che i valori massimi di riferimento sono accecanti. Si parla infatti di (fino a) 10.000 nit, che hanno senso solo se parliamo di un televisore posizionato in un ambiente molto luminoso, dove sia comunque necessario visualizzare bene i dettagli e i colori. Non succede certo nel salotto di casa.

Leggi anche Televisori Sony HDR, cosa sono e cosa offrono in più

Lo standard di riferimento attuale è dunque HDR10, quello usato sui Blu-Ray e da Netflix, che fa riferimento appunto a pannelli 10 bit. In USA c'è anche Amazon come fornitore video, ma per ora in Italia non abbiamo questa possibilità.

Una volta che vi siete procurati un televisore HDR c'è la questione dei contenuti. Come fornitore televisivo al momento c'è pochissima scelta: alcuni Blu-ray (ci vorrà un lettore compatibile) oppure Netflix. In entrambi i casi la varietà è ancora molto limitata, ma il catalogo è in crescita. Se v'interessa Netflix, dovete anche assicurarvi che il televisore abbia la certificazione specifica, altrimenti i contenuti HDR non si potranno riprodurre - ci vorrà anche una connessione molto veloce, circa 22 Mbps.

Marco Polo Netflix 8
Marco Polo (Netflix)

Oppure ci sono i videogiochi: le ultime versioni di Playstation e Xbox One infatti supportano l'HDR, che dovrà essere sviluppato comunque anche da chi crea il videogioco stesso. In teoria è possibile anche su PC, ma gli schermi compatibili praticamente non esistono, tranne alcuni prodotti professionali molto costosi; si può sempre collegare il televisore comunque. Nvidia e AMD offrono invece il pieno supporto alla modalità HDR con i loro prodotti più recenti.

Il salto generazionale è possibile solo se siete disposti a comprare una delle nuove console, perché i modelli precedenti (Xbox One e PS4) non sono compatibili. Manca una porta HDMI adatta, visto che è richiesto HDMI 2.0, e la compatibilità con i 10 bit. A onor di cronaca su PS4 c'è una soluzione di ripiego, i cui effetti però sono trascurabili. Da ricordare inoltre che ci sono alcuni dubbi sulla potenza hardware di Xbox One S.

 LG LED TV 49UH6207 LG LED TV 49UH6207
  
Xbox One S 500 Gb + FIFA 17 Xbox One S 500 Gb + FIFA 17
  
  PlayStation 4 Pro 1 Tb
  
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Televisori e Proiettori?
Iscriviti alla newsletter!