Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
8 minuti

Crowdfunding: runScribe, il desiderio di ogni corridore provetto

runScribe è un sensore in grado di rilevare una quantità di dati senza precedenti durante una sessione di corsa, fino ad ora misurabili solo in laboratorio.

Crowdfunding: runScribe, il desiderio di ogni corridore provetto

Crowdfunding: runScribe, il desiderio di ogni corridore provetto

Introduzione

Ecco un nuovo progetto attualmente in fase di raccolta fondi, si chiama RunScribe, ed è pensato per tutti gli sportivi, soprattutto i podisti. Differentemente dai progetti visti fino ad ora (iBangle - Tageme), la pagina di presentazione su KickStart di questo progetto è piena d'informazioni, infatti le domande che ho posto agli sviluppatori cercano principalmente di facilitare la comprensione del progetto.

RunScribe è un sensore, da collegare a una scarpa, che rileva le informazioni durante la corsa. Ma non si tratta delle classiche informazioni a cui ci hanno abituati i vari bracciali o orologi per fitness, quindi distanza percorsa, velocità o geolocalizzazione, ma di una vera e propria serie di dati scientifici che possono dirci molto sul modo in cui corriamo, e come migliorare le performance.

Nella versione Pro è possibile rilevare fino a 13 unità di misura, mentre quella base è limitata a sette. Vedremo più avanti nel dettaglio le singole misurazioni, uno degli sviluppatori ci ha spiegato, con parole semplici, il significato dei dati rilevati.

Il sensore è piccolo e leggero, dotato di una clip che permette di posizionarlo nella parte posteriore della scarpa da ginnastica. I dati saranno immagazzinati in una memoria interna, e poi trasferiti all'applicazione per Android o iOS dove potranno essere studiati.

Quando ho iniziato a lavorare a questo articolo il progetto aveva già raccolto una buona parte dei finanziamenti, ma dopo pochi giorni l'obiettivo dei 50mila dollari era già stato raggiunto. I finanziamenti continuano, e la risposta del pubblico è molto positiva.

L'importo minimo da finanziare per avere un runScribe è 99$. Scopriamo ora con l'aiuto di John Litschert e Tim Clark, cofondatori di questo progetto, come funziona runScribe.

Domande e Risposte

Chi ha avuto questa idea e perché?

John: Tim stava sviluppando un sensore di movimento da alcuni anni. Come ciclista era inizialmente concentrato su un'applicazione per ciclisti, ma quando mi ha mostrato il suo lavoro, gli ho suggerito di crearne una versione da attaccare alle scarpa da running. Abbiamo subito realizzato che i dati che avremmo potuto rilevare erano molto più interessanti e ancora non esistevano prodotti consumer di questo tipo.

Quali sono i punti vincenti del vostro progetto?

Tim: I dati che runScribe è in grado di fornire non sono mai stati disponibili al di fuori di un laboratorio. Essenzialmente stiamo dando ai corridori un nuovo insieme di metriche che possono dare informazioni sulle prestazioni sportive. Questi dati permettono di capire meglio l'influenza di fattori come le scarpe da corsa, il terreno o l'impatto della fatica sulla meccanica della corsa. Inoltre speriamo di poter creare un database di dati da condividere con tutti gli amanti della corsa. I dati che scaturiscono dalla ricerca sono principalmente legati a test effettuati sui tapis roulant, e non è questa la condizione che può generare infortuni. Siamo speranzosi che runScribe, grazie alla misurazione di dati reali, possa aiutare la ricerca legata a tutto quello che riguarda la corsa.

Ora vi chiedo di fare auto critica, quali sono le debolezze del vostro prodotto?

Tim: Per mantenere peso e ingombro bassi, l'autonomia della batteria è limitata. Usiamo una batteria classica che offre un'autonomia di circa 30 ore.

Misurate 13 differenti metriche, potete descriverci, in parole semplici, il significato di ogni misura?

John:

  • # of foot steps – numero di passi effettuati durante la corsa
  • Distance(DST) – distanza in miglia o chilometri
  • Pace (SPD) – velocità media espresso in minuti/miglia, km o miglia all'ora
  • Stride Rate (SR) – l'andatura, cioè la quantità di passi che si fa ogni minuto
  • Stride Length (SL) – la distanza coperta tra un passo e il successivo con la stessa gamba, misurata in metri
  • Contact Time (CT) – la quantità di tempo, espresso in millisecondi, in cui il piede rimane in contatto con il terreno
  • Foot strike type – la parte del piede che entra prima in contatto con il terreno: tallone, centro o punta del piede
  • Swing Excursion (SwingE) – Questo indica il movimento del piedi, l'inclinazione che c'è tra il punto massimo e quello minimo di un movimento
  • Stance Excursion (StanceE) – Questa misurazione è simile alla precedente ma calcola l'ampiezza dell'angolo di movimento da quando il piede tocca terra a quando si solleva il tallone
  • Max Pronation Velocity (ProV) – La massima velocità di pronazione tra quando il piede tocca terra e il punto di massima pronazione
  • Pronation Excursion 1 (ProMP) – L'angolo di pronazione del piede da quando tocca terra alla massima pronazione
  • Pronation Excursion 2 (ProTO) – La pronazione misurata dalla massima pronazione allo stacco del tallone
  • Impact Peak Gs (ImpactGs) – Massima accelerazione verticale
  • Braking Peak Gs (BrakingGs) – Massima accelerazione orizzontale.

Non avete inserito un GPS, come mai?

Tim: non abbiamo inserito un GPS perché avrebbe richiesto più spazio e una batteria di maggiore capacità. I nostri dati possono essere incrociati con quelli di un rilevatore GPS – e potrete anche caricare i dati GPS nell'account runScribe.

Funziona anche se si corre su un tapis roulant?

Assolutamente. Molti dei nostri test sono stati effettuati su un tapis roulant. runScribe può essere usato sia in palestra, sia all'aperto su qualsiasi percorso. Il sensore si può collegare facilmente a qualsiasi tipo di scarpa, quindi potrete scambiarlo facilmente se usate scarpe differenti in base al terreno.

Molti tracker sportivi moderni possono interessare a chiunque, sia professionisti sia chi corre per tenersi in forma, soprattutto perché la maggior parte delle persone vuole conoscere i chilometri percorsi, la velocità e poche altre informazioni. Possiamo dire che il vostro prodotto mira principalmente ai professionisti?

John: Pensiamo che molti corridori, sia professionisti che non, vogliano conoscere informazioni più dettagliate su come corrono e come possono prendere decisioni migliori riguardanti il proprio allenamento e la scelta delle scarpe. runScribe è uno strumento importante per aiutare i corridori a capire i rischi d'infortunio e selezionare le scarpe più adatte per rimanere in forma.

La vostra applicazione darà anche suggerimenti su come migliorare la corsa, o ognuno dovrà imparare a capire il significato di tutte le metriche e come utilizzarle?

Tim: Permetteremo di confrontare visivamente i dati sia dello storico personale sia di altri corridori, con filtri sull'età, livello, etc. Al momento della presentazione non daremo consigli specifici su come correre meglio, ma il nostro obiettivo è usare la banca dati per migliorare la ricerca, che poi ci permetterà di dare diversi tipi di suggerimenti.

C'è qualche chance che runScribe possa essere usato per altri sport, come il ciclismo?

Tim: Si, l'hardware usate per questo sensore può essere usato per molte applicazioni differenti.

Ora è Agosto 2015, è passato un anno e runScribe è stato un grande successo. Su cosa state lavorando?

Tim: nuoto, ciclismo, pattinaggio, vogliamo portare "Scribe" in tanti altri sport che necessitano misurazioni avanzate.

Perché supportare il vostro progetto, convincimi.

Tim: Crediamo di trovarci in una posizione unica in grado di offrire il primo prodotto indossabile in grado di rilevare una serie di dati avanzati. In questo modo offriremo a chi lo vorrà usare l'accesso a dati che gli permetteranno di prendere decisioni migliori per il proprio allenamento – creando nel contempo la banca dati più grande al mondo. Questo, semplicemente, non era possibile fino ad ora. Crediamo di essere in grado di aiutare veramente i corridori a correre meglio, e limitare gli infortuni.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Stampa 3D?
Iscriviti alla newsletter!