Il cryptowallet di John McAfee? Buono per giocarci a Doom

Ve lo ricordate John McAfee, l'eccentrico (per usare un eufemismo) patron dell'omonima azienda di sicurezza informatica, affetto da manie persecutorie? Qualche tempo fa aveva introdotto un cryptowallet hardware per la gestione delle criptovalute, definendolo non hackerabile e in grado di garantire una sicurezza doppia rispetto alle controparti online. Ebbene oggi su Twitter è apparso un breve video in cui si vede Saleem Rashid, quindicenne enfant prodige e ricercatore informatico di sicurezza, utilizzare il cryptowallet per giocare a Doom.

In realtà non è nemmeno la prima volta che il BitFi, questo il nome del cryptowallet, viene hackerato: la scorsa settimana infatti, sempre su Twitter, un altro ricercatore olandese conosciuto come OverSoft ha affermato di aver ottenuto l'accesso root al dispositivo. C'è solo un problema: John McAfee non è d'accordo. Secondo l'imprenditore infatti si può dire che il cryptowallet sia stato hackerato quando qualcuno riuscirà a prendere le criptovalute e poiché questo non è ancora accaduto, tecnicamente il dispositivo non è stato hackerato.

 

"La stampa che afferma che il BitFi wallet sia stato hackerato dice una sciocchezza assoluta. Il wallet può considerarsi hackerato quando qualcuno sottrarrà le criptomonete, cosa che fino ad ora non è avvenuta. Ottenere l'accesso root al dispositivo è un tentativo di ottenere le monete, non un hack. Un tentativo fallito. Tutti questi presunti hack non sono riusciti ad ottenere le monete", commentava McAfee all'indomani delle dichiarazioni di OverSoft.

bitfi cryptowallet

Non si tratta di una questione di lana caprina del resto, perché l'azienda offre un premio di ben 250mila dollari a chi riuscirà ad hackerare il dispositivo e prelevare i 50 dollari in criptomonete presenti sul conto. Una somma che fino ad oggi, al di là dei proclami su Twitter, nessuno ha in effetti ancora reclamato. C'è da chiedersi se e quando ciò accadrà, visto che, a detta di alcune società di sicurezza, il dispositivo di BitFi sarebbe letteralmente affetto da centinaia di bug. La nostra curiosità però è un'altra: quando ci girerà Crysis?

Pubblicità

AREE TEMATICHE