Tom's Hardware Italia
Giochi in scatola

13 giochi da tavolo e di ruolo per chi ama il fantasy!

Tredici giochi, tra giochi di ruolo e giochi da tavolo, per un'esperienza ludica all'insegna del genere fantasy.

Amate il Fantasy? Abbiamo selezionato 13 titoli fra giochi di ruolo e giochi da tavolo presi tra i migliori prodotti in circolazione che trattano questo tema!  Prodotti adatti sia per una serata in compagnia sia per affrontare avvincenti solitari quando vi trovate con la “voglia di gioco” ma nessun amico in zona!

Il senso del fantastico è un sentimento che accompagna l’uomo fin dall’alba dei tempi. La nascita di leggende e superstizioni è stato il tentativo di dare una spiegazione a quei fenomeni naturali davanti ai quali l’umanità non sapeva dare risposte. Nasce quindi il mito, una narrazione investita di sacralità relativa alle origini del mondo e delle creature che lo popolano e lo hanno popolato. Spesso tale narrazione vede eroi, dei, spiriti e creature mostruose come protagonisti di queste storie sacre.

Con questo articolo, quindi, vogliamo fare appello al senso del fantastico che è in ognuno di noi e consigliare una selezione di prodotti, tra giochi di ruolo e giochi in scatola, per vivere un’appagante esperienza fantasy tra le mura domestiche.

Prima, però vediamo di spendere due parole su come siamo arrivati a parlare oggi di fantasy, genere che fino a non molti anni fa era considerato poco più che puerile.

Un breve excursus sul genere fantasy

La mitologia mesopotamica con l’epopea di Gilgamesh e la mitologia classica greco-romana, tra cui spiccano i poemi epici quali l’Iliade, l’Odissea e l’Eneide rappresentano le prime forme di letteratura fantastica, spesso con lo scopo di trasmettere insegnamenti o messaggi, anche politici, attraverso il potente mezzo dell’allegoria.

Nessun periodo storico è esente da questo genere di letteratura che muta, si evolve e si adegua al contesto socioculturale. Attraverso i secoli, quindi, l’uomo passerà per la mitologia celtica e norrena, per i romanzi del ciclo carolingio e bretone, ai quali guarderà la letteratura del 1500 per produrre capolavori quali l’Orlando furioso e La Gerusalemme liberata.

Dobbiamo però attendere fino alla fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento prima di vedere nascere quella che possiamo considerare la moderna letteratura fantasy. Questa, affonda pienamente le mani in tutte le opere epiche, mitologiche e cavalleresche antecedenti, traendone ispirazione e spunti, per confezionare prodotti letterari maggiormente rivolti all’intrattenimento, soprattutto grazie alle riviste pulp, tra le cui pagine nacquero personaggi ancora oggi iconici quali Conan il barbaro di Robert E. Howard.

Nelle sue prime incarnazioni il fantasy viene quindi relegato a letteratura di “serie B”; dobbiamo attendere un certo professore di Oxford e il suo Il Signore degli Anelli, e da noi autori italiani quali Dino Buzzati, prima che anche la letteratura di genere, e soprattutto il fantasy, venisse quantomeno sdoganata.

Negli ultimi decenni, tuttavia, complici i prodotti cinematografici e televisivi, i fumetti, i videogiochi e i giochi di ruolo hanno contribuito a rendere il fantasy un genere mainstream che è entrato di diritto in quella che viene ormai considerata “cultura pop”.

Vediamo dunque quali giochi analogici a tema fantasy, a nostro avviso, dovete assolutamente provare.

I migliori giochi di ruolo fantasy degli ultimi tempi

Come abbiamo appena visto, parte della diffusione odierna del fantasy è ascrivibile all’influenza che i giochi di ruolo hanno avuto nell’immaginario collettivo. Non è un caso, quindi se, come tutti ormai sapranno, il primo gioco di ruolo della storia è stato un GDR di genere fantasy: Dungeons & Dragons.

Non potevamo, dunque, che partire con questo mostro sacro nell’enumerare quei giochi che non possono mancare nel vostro bagaglio di esperienze ludiche fantasy.

Dungeons and Dragons – 5a edizione

Dungeons & Dragons

Non ci si può definire “giocatori di ruolo” se non si è partecipato, almeno una volta nella vita, a una sessione di Dungeons & Dragons, o D&D che dir si voglia.

Giunto ormai alla sua quinta incarnazione (in realtà sono molte di più le edizioni se di considerano i vari Advanced e 3.5), D&D, pubblicato da Asmodee Italia, consente ai giocatori di vivere un’esperienza high fantasy ai massimi livelli, tra magia, creature mostruose e tutti i più classici stilemi del genere fantastico.

È il gioco di ruolo ideale per chi vuole avvicinarsi per la prima volta al mondo dei GDR ed è il trampolino di lancio perfetto per i Master in erba. Grazie alla sua versatilità riguardo al livello di maturità che è possibile infondere in una partita, è adatto a una larghissima fascia d’età, che va dai dodici anni in su. È un gioco perfetto sia che si voglia intavolare una breve avventura one-shot di una serata o una lunghissima campagna che porti i personaggi fino ai più alti livelli di esperienza.

Lo Starter Set della 5a edizione contiene tutto ciò che è necessario per imparare i rudimenti del gioco e imbastire le prime partite, dadi compresi, prima di passare alla fase successiva e farsi intrigare dal Manuale del Giocatore e dall’indispensabile Guida del Dungeon Master, oltre che da tutti gli altri bellissimi manuali.

Numerose sono le ambientazioni ufficiali disponibili per questo storico gioco di ruolo, ma se si vuole cimentarsi in qualcosa di diverso dal solito, consigliamo di provare le seguenti ambientazioni pubblicate da Need Games!:

Need Games
  • Con Avventure nella Terra di Mezzo, i giocatori potranno utilizzare il regolamento di D&D 5a edizione per ambientare le proprie partite nel mondo de Il Signore degli Anelli.
  • Con Journey to Ragnarok, invece, con le regole di D&D 5a edizione, i giocatori viaggeranno per i Nove mondi della mitologia norrena, nel lungo inverno che conduce al Crepuscolo degli dei. Per maggiori informazioni, rimandiamo alla nostra recensione.

Warhammer Fantasy Roleplay – 2a edizione

Fantasy

In attesa di mettere le mani sulla quarta edizione localizzata in italiano da Need Games!, vi consigliamo caldamente di far passare il tempo provando la seconda edizione di Warhammer Fantasy Roleplay, un altro storico gioco di ruolo, pubblicato in Italia da Giochi Uniti.

Nato come trasposizione GDR del famosissimo wargame tridimensionale Warhammer Fantasy Battle della Games Workshop, ottenendo un immediato successo, Warhammer Fantasy Roleplay è ambientato nel Vecchio Mondo, un mondo fantasy gotico, cupo e dalle forti tinte dark che ricorda l’Europa della controriforma, in cui orde di creature governate dal Caos tentano di soggiogare l’intera realtà.

Il sistema di gioco si basa sul dado percentuale, è estremamente snello e facile da gestire, con interessanti meccaniche per la magia e un sistema di combattimento piuttosto realistico. Molto interessanti anche le regole per l’avanzamento dei personaggi. Risulta comunque estremamente punitivo, con un alto tasso di mortalità.

È il titolo perfetto per gli amanti dell’ambientazione creata da Games Workshop in anni di giochi di miniature e per chi ama un gioco meno impostato verso il power playing. Il regolamento semplice lo rende ideale per essere avvicinato anche da chi è alle prime armi.

The Witcher – Il Gioco di Ruolo

The Witcher - Il Gioco di Ruolo

La saga dei videogiochi e dei romanzi di The Witcher è diventata ormai un fenomeno culturale: era scontato che il relativo gioco di ruolo fosse dietro l’angolo. The Witcher – Il Gioco di Ruolo, è ambientato nel periodo di tempo che intercorre tra la fine del secondo e l’inizio del terzo capitolo della saga videoludica, in un mondo fantasy cupo, cinico, disilluso e violento.

Ci troviamo di fronte a un tardo medioevo fantasy che attinge a piene mani dal folklore slavo e dalle fiabe tradizionali; una logorante guerra è sempre presente sullo sfondo e povertà, fame e miseria dilagano fra la popolazione: è raro che in questo mondo le storie abbiano un lieto fine.

Il sistema di gioco si basa sulla formula Statistica + Abilità + 1d10 e il risultato deve essere più alto di un fattore di difficoltà decretato dal Master o da un tiro dell’avversario. Il regolamento è ricco di tabelle e riferimenti e decisamente old school nelle meccaniche, tanto da risultare all’apparenza complesso, quando in realtà non lo è affatto. Può scoraggiare un Master alle prime armi ma basta poco per padroneggiarlo.

Per i temi maturi trattati dall’ambientazione di gioco, lo riteniamo adatto a un pubblico di età non inferiore ai sedici anni, sebbene il gioco indichi i quattordici anni come età minima. È perfetto per chi ha voglia di giocare un titolo dall’ambientazione matura, cupa e dall’alto livello di sfida e per gli appassionati della saga di The Witcher. Per maggiori informazioni, vi rimandiamo alla nostra recensione.

The Legend of the Five Rings – 5a edizione

The Legend of the Five Rings

Giunto ormai alla sua quinta incarnazione, The Legend of the Five Rings, edito da Fantasy Flight Games è il gioco di ruolo con ambientazione fantasy orientale per antonomasia. Ambientato nel Rokugan, un mondo fantasy ispirato al Giappone feudale con alcune contaminazioni cinesi, La Leggenda dei Cinque Anelli, com’è conosciuto qui da noi grazie a un’edizione italiana degli anni Novanta e al gioco di carte edito da Asmodee Italia, vede i giocatori impersonare degli onorevoli samurai, siano essi bushi (guerrieri), shugenja (sacerdoti/maghi) o monaci, appartenenti a uno dei sette Grandi Clan dell’Impero di Smeraldo.

Il sistema di gioco si basa sulle meccaniche “Roll and Keep”, ovvero sul lancio di dadi di cui si contano i successi ottenuti. In questa nuova edizione, purtroppo al momento fruibile solo in lingua inglese, si utilizzano alcuni dadi speciali da acquistarsi appositamente, per cui consigliamo di considerare di avvicinarsi al gioco, se già non ne si conoscono i rudimenti dalle edizioni precedenti, dal Beginner Game, che conterrà il necessario per iniziare a muovere i primi passi in questo nuovo mondo, dadi compresi.

È un gioco rivolto principalmente a chi ha voglia di provare un setting decisamente diverso dal solito, in cui onore, politica ed etichetta la fanno da padrone, ma dove non mancheranno nemmeno gli scontri con gli Oni, le orrende creature delle Shadowlands. È un gioco poco adatto a chi fa degli scontri epici la propria ragione di vita ed è perfetto invece per chi cerca un titolo più ragionato in cui il proprio personaggio potrebbe essere costretto a fare seppuku (il suicidio rituale) per mantenere il proprio onore dopo aver deluso il proprio signore o per aver commesso un grave errore di etichetta. Lo consigliamo caldamente.

Trudvang Chronicles

Trudvang Chronicles

Trudvang Chronicles, edito in Italia da Wyrd Edizioni, è un gioco di ruolo fantasy svedese basato sulla mitologia norrena e celtica.

Trudvang Chronicles si affida al fascino dei miti nordici e alle splendide ed evocative illustrazioni presenti nei manuali che compongono il gioco. Non ci si trova di fronte a un high fantasy fatto di palle di fuoco e dungeon da depredare, bensì ci si potrà perdere nel fascino di tradizioni più arcaiche, radicate nei miti, nelle fiabe e nelle leggende scandinave e celtiche.

Sostanzialmente, le meccaniche utilizzano il d20 come se fosse un tiro percentuale: per compiere delle azioni, infatti, il risultato del tiro di 1d20 deve essere uguale o inferiore al punteggio di abilità del personaggio. Ovviamente entreranno spesso in gioco dei modificatori situazionali che andranno a influire sul risultato del tiro.

Trudvang Chronicles è un GDR estremamente facile da imparare, ma è sufficientemente profondo da coinvolgere anche il giocatore più esperto. È il gioco perfetto per chi ama il fascino della narrazione insieme alla gestibilità di un regolamento snello seppur efficace ed è l’ideale per chi è appassionato di mitologia nordica. Consigliato per provare a giocare fantasy con un taglio più rivolto alla narrazione.

Lupo Solitario: Il Gioco di Ruolo

Lupo Solitario gioco di ruolo

Pubblicato da Raven Distribution, Lupo Solitario – Il Gioco di Ruolo è la versione GDR della saga di Librogame fantasy più famosa di tutti i tempi: Lupo Solitario, appunto, di cui potete leggere la nostra recensione della sua riedizione, sempre a opera di Raven Distribution.

In questo gioco di ruolo, i giocatori potranno impersonare i mistici Cavalieri Kai, monaci guerrieri devoti al Dio del Sole, paladini del regno di Sommerlund, costantemente minacciato dai Signori delle Tenebre, in un’eterna lotta tra Bene e Male.

Il sistema di gioco è sorprendentemente semplice, e in alcuni casi predilige un aspetto più narrativo che prettamente incentrato su regole ferree. La presenza della Tabella del Destino per dirimere i combattimenti restituisce tutto il sapore della collana di librogame da cui il gioco è tratto.

Per la sua semplicità, Lupo Solitario – Il Gioco di Ruolo è il titolo perfetto per chi non ha mai nemmeno provato a giocare a un GDR e il terreno ideale a chi si affaccia per la prima volta al mondo della “masterizzazione”. È consigliato per una fascia di età che va dai quattordici anni in su, ma potrebbe essere abbordabile anche ragazzi più giovani di un paio di anni.

I giochi da tavolo a tema fantasy da “pro” gamer

Ovviamente il genere fantasy non poteva mancare nemmeno nei giochi da tavolo o in scatola che dir si voglia, che diventano sempre più tematici e si avvicinano all’esperienza ludica tipica dei giochi di ruolo piuttosto che utilizzare il fantasy come semplice nota di colore di fondo. Vediamo quelli che negli ultimi tempi stanno riscuotendo il successo maggiore.

Gloomhaven

gloomhaven

Giunto già alla quarta ristampa, e le richieste pare continuino a essere altissime, Gloomhaven di Cephalofair Games  è un gioco d’avventura cooperativo, per 1-4 giocatori dai dodici anni in su. È un prodotto in stile legacy che consente ai giocatori di impersonare alcuni personaggi tipicamente fantasy. Purtroppo per il momento è disponibile solo in lingua inglese.

Mastodontico per dimensioni e contenuti, il punto di forza di Gloomhaven è la lunghissima modalità campagna che dà vita a una storia complessa e ricca di sfaccettature. Ogni singolo personaggio ha una propria missione personale che va a impattare nella storia: una volta che questa sarà stata portata a termine, l’eroe lascerà il gruppo e verrà sbloccato uno dei numerosi personaggi segreti, donando al tutto un’incredibile varietà.

Il combattimento è gestito in ottica “german”, con un limitato impatto del fattore fortuna, grazie all’utilizzo di un mazzo di carte per ogni eroe a rappresentarne le varie abilità. Tutto ciò implica una buona dose di strategia e pianificazione e rende necessario studiare il proprio mazzo con attenzione.

È il gioco perfetto per chi cerca un titolo che gli consenta di giocare lunghissime campagne e che si avvicini molto al feeling dato da certi GDR. Per i primi mesi del 2019, inoltre, è prevista l’uscita della trasposizione videoludica del gioco a opera di Asmodee Digital e sarà disponibile sulla piattaforma Steam.

Terra Mystica

Terra Mystica

Sebbene sul mercato da parecchi anni, Terra Mystica, pubblicato in Italia da Cranio Creations, continua a essere uno dei giochi a tema fantasy più apprezzati. In Terra Mystica vivono quattordici razze, tipiche delle ambientazioni fantasy, ognuna con le sue abilità speciali, che si contendono alcuni magici territori da cui traggono potere.

Ognuna di queste razze predilige un particolare habitat naturale e per espandere il proprio territorio dovrà “trasformare” quelli circostanti in modo che siano a lei congeniali. Su questi, poi, nel corso della partita andrà a costruire svariate tipologie di edifici (case, fortezze, templi…) che andranno a formare una grande città.

Questo, però, è tutto ciò che di fantasy troviamo nel titolo, che in realtà è un gioco astratto di tipo “german” di strategia, controllo del territorio e piazzamento lavoratori. Abbiamo voluto annoverarlo tra gli altri giochi nonostante il tema portante sia solo abbozzato perché Terra Mystica è un gioco estremamente profondo, equilibrato e molto divertente, nonostante la sua grande complessità.

Sebbene sia indicato come un titolo per 2-5 giocatori da dodici anni in su, è in realtà un gioco rivolto prettamente agli hardcore gamer, e pensare di avvicinarsi ai boardgame con questo gioco è quanto di più sbagliato un giocatore possa fare: dopo numerosi mal di testa, scapperà a gambe levate! Se invece si è un amante dei giochi europei, saprà regalare grandissime soddisfazioni.

Di Terra Mystica esiste anche una versione digitale, disponibile sulla piattaforma Steam.

Mage Knight: Ultimate Edition

Mage Knight

Mage Knight: Ultimate Edition, edito in Italia da Giochi Uniti, è un gioco da tavolo epico a tema fantasy che unisce elementi dei giochi di carte e dei GDR, ampiamente acclamato dagli appassionati. La Ultimate Edition, che vi consigliamo caldamente, contiene il gioco base, con un regolamento rivisto e migliorato, e tutte le espansioni uscite finora.

In Mage Knight, i giocatori prendono il controllo di un eroe e iniziano a esplorare e conquistare le terre controllate dall’Impero di Atlantide. I giocatori potranno costruire la propria armata, esplorare dungeon alla ricerca di tesori ed esperienza per migliorare il proprio personaggio, creare il proprio mazzo di carte che conterrà magie e azioni speciali in grado di modificare le meccaniche del gioco e conquistare città e roccaforti.

Adatto a 1-5 giocatori dai quattordici anni in su, Mage Knight può essere giocato sia in modalità cooperativa, sia in modalità competitiva e sia in solitario. È un prodotto dal regolamento complesso e non adatto a giocatori alle prime armi, ma sa donare un’ottima esperienza ludica a chi abbia voglia di studiarlo e spremere le meningi alla ricerca della strategia perfetta.

Descent: Viaggi Nelle Tenebre – Seconda Edizione

Descent

Uno dei giochi fantasy di tipo “dungeon crawler” più famosi grazie anche agli anni che porta sulle spalle, Descent: Viaggi nelle Tenebre, edito in Italia da Giochi Uniti, è un boardgame che nasce come asimmetrico, con un giocatore che agisce contro gli altri che invece collaborano tra di loro, che con l’uscita di una App dedicata è ora possibile giocare anche in modo completamente cooperativo o in solitario.

È un gioco d’avventura con bellissime miniature e scenari componibili con una struttura a campagna che culminerà in un epico scontro finale. I giocatori che interpreteranno gli eroi sceglieranno ciascuno uno tra i molti personaggi disponibili, che evolveranno con lo svolgersi della campagna, diventando sempre più potenti.

Nel gioco competitivo, il giocatore che interpreta il Signore Oscuro sceglierà invece la tipologia di “cattivo” che preferisce; ciò determinerà il tipo di avventure che gli altri giocatori intraprenderanno e quali mostri dovranno affrontare.

Descent: Viaggi nelle Tenebre è un titolo per 1-5 giocatori dai quattordici anni su dalle regole semplici e adatte a tutti. Il gioco risulta leggermente sbilanciato in favore del Signore Oscuro, se giocato in modo competitivo, risultando quindi in una sfida impegnativa per gli altri giocatori. È il gioco ideale per chi ricerca in un gioco da tavolo le atmosfere di quei GDR basati sull’esplorazione dei dungeon.

Essendo in commercio da parecchi anni, è corredato da una considerevole quantità di espansioni che lo completano e lo rendono un prodotto sempre vario e dalla lunghissima longevità.

La Guerra dell’Anello – Seconda edizione

La Guerra dell’Anello – Seconda edizione

Uno dei giochi di simulazione strategica a tema fantasy più apprezzati dagli appassionati, La Guerra dell’Anello – Seconda edizione, pubblicato in Italia da Devir Italia, consente di simulare perfettamente la lunga e devastante campagna militare descritta ne Il Signore degli Anelli di Tolkien.

Il gioco è competitivo e vede contrapposti il giocatore che controlla i Popoli Liberi e quello che controlla l’Ombra di Mordor. I Popoli Liberi per vincere dovranno riuscire a gettare l’Anello nel Monte Fato o raggiungere una vittoria di tipo militare (meno soddisfacente), l’Ombra, invece potrà vincere o recuperando l’Anello oppure attraverso la vittoria militare.

Corredato di un bellissimo tabellone di gioco raffigurante la mappa della Terra di Mezzo, una miriade di segnalini e ben duecentocinque miniature, La Guerra dell’Anello – Seconda edizione è un gioco maestoso, ma necessita di parecchio tempo per essere giocato.

È un gioco per 2-4 giocatori dai tredici anni in su, sebbene sia più facilmente gestibile per dei giocatori di età più avanzata. Il prodotto, infatti, è piuttosto complesso ma estremamente soddisfacente che potrebbe intimidire i giocatori alle prime armi. Con un po’ di pratica e di pazienza, tuttavia, sarà possibile padroneggiarlo e ricavarne un estremo divertimento, grazie alle ottime meccaniche che sorreggono il regolamento; questo titolo è uno dei giochi tematici meglio riusciti.