Tom's Hardware Italia
Libri e Fumetti

5+1 versioni malvagie di Superman

L’arrivo di Brightburn – L’angelo del male nei cinema, ha scatenato la nostra fantasia, e soprattutto la nostra voglia di “elseworld” targati DC Comics. Come saprete, infatti, il nuovo horror prodotto da James Gunn (ovvero la mente dietro i Guardiani della Galassia al cinema) parte da una premessa già ampiamente affrontata nel mondo dei fumetti: […]

L’arrivo di Brightburn – L’angelo del male nei cinema, ha scatenato la nostra fantasia, e soprattutto la nostra voglia di “elseworld” targati DC Comics. Come saprete, infatti, il nuovo horror prodotto da James Gunn (ovvero la mente dietro i Guardiani della Galassia al cinema) parte da una premessa già ampiamente affrontata nel mondo dei fumetti: cosa succederebbe se arrivasse sulla terra un Superman malvagio?

Ovviamente il film, per altro recensito ad arte dal collega Alessandro Crea, non è a licenza DC, ma i richiami al kryptoniano sono fortissimi, a partire proprio dalla premessa di un bambino alieno che, poco a poco, si troverà a fare i conti con la sua superiorità ed i suoi superpoteri. Brightburn, e forse è questo il suo fallimento, cerca di affrontare il tutto dal punto di vista sociologico, evidenziando come la scarsa integrazione sociale possa creare una sorta di “crepa” all’interno della giovane psiche del maligno protagonista.

Fallimento, si diceva, perché pur essendo il tema interessantissimo, il film non si prodiga di svilupparlo a dovere, virando forse troppo presto verso quelle tinte horror che, tuttavia, in associazione al trend dei cinecomics, rendono comunque il film molto interessante.

Ciò detto, l’idea di un Superman malvagio, caduto dal cielo nel posto sbagliato del pianeta, non è ovviamente una novità. Negli anni sono moltissime le storie che hanno esplorato il tema di un figlio di Krypton votato al male, o comunque molto al di la di quei vincoli morali che lo hanno reso un esempio di eroismo e valore nel mondo del fumetto. Senza voler tirare in ballo le opzioni più note e, per certi versi, banali (pensiamo ad esempio al Superman di Injustice), vi proponiamo oggi 5 versioni malvagie di Superman, con un +1 che proprio non ce la siamo sentita di lasciare fuori dai giochi. Malvagi, senza vincoli, assolutamente inarrestabili!

Overman

Versione nazista dell’Uomo d’Acciaio, Overman ha fatto la sua comparsa, per la prima volta, sull’ultimo numero del settimanale “52”, una serie a fumetti composta da 52 e cronologicamente posta tra gli eventi di Crisi Infinita e Un Anno Dopo. In questa versione alternativa ed ucronica del pianeta Terra (per la precisione siamo su Terra-10), la navicella che ha salvato Kal-El dall’esplosione di Krypton non è atterrata in America, ma nei territori occupati dalla Germania della Repubblica Ceca.

Superman Overman

Qui la navicella è stata poi rinvenuta dai nazisti, che hanno utilizzato la tecnologia rinvenuta per sviluppare armi per vincere la Seconda Guerra Mondiale. Come nel videogame Wolfenstein, insomma, Terra-10 è controllata dai nazisti, i quali dominano sul pianeta con il pugno di ferro, e per mezzo di una feroce repressione. In questo contesto è cresciuto Kal-El, di fatto un vero e proprio supereroe nazista.

Con il nome di Overman, e con un costume dalle tonalità cupe, Overman è la punta di diamante della JLAxis, ovvero una versione malvagia e Nazi della più nota Justice League.

Eradicatore

Arrivato su Krypton ben prima che il pianeta collassasse, l’Eradicatore non è una versione alternativa di Superman, ma un’intelligenza artificiale creata dal Chierico. Questa complessa IA fu poi modificata dai kryptoniani, e fu trasformata in una sorta di arma di difesa, che arrivò poi sulla terra come protettrice di Kal-El, e messa a guardia della Fortezza della Solitudine. Perché allora è nella lista? Perché in seguito alla morte di Sups per mano di Doomsday, i robot della Fortezza della Solitudine attivarono l’Eradicatore per permettergli di mettere in salvo le spoglie dell’eroe, così che fossero conservate nella Fortezza.

Superman Eradicatore

Portato a termine il suo compito, la IA decise di ri-modellare sé stessa sulle fattezze dell’eroe, finendo, col tempo, per convincersi di essere essa stessa Superman, da cui aveva per altro attinto ai ricordi. Utilizzando il corpo del figlio di Krypton per attingere all’energia del Sole, l’Eradicatore sviluppò una vasta gamma di poteri del tutto simili a quelli di Sups, con cui cominciò la sua carriera di supereroe nel famoso ciclo “Il regno dei Superman”, in cui diversi personaggi cercarono di sostituire l’eroe. Eradicatore, tuttavia, aveva poco rispetto della vita umana, e dei criminali. Nella sua lotta ai furfanti mostrò ben presto una certa spietatezza, similmente a quanto era accaduto ad Azrael quando raccolse la cappa di Batman.

Cyborg Superman

Cyborg Superman

E visto che abbiamo parlato di “Il regno dei Superman”, è ovviamente impossibile non parlare di un altro grande protagonista del ciclo di store post-morte dell’Uomo d’acciaio. Tra i vari che indossarono il mantello dell’eroe ci fu infatti tale Hank Henshaw, uno scienziato il cui corpo cominciò a sgretolarsi dopo una prolungata esposizione ai raggi cosmici. Questi, trasferì poi la sua mente nel corpo di una copia quasi perfetta di Superman, differente solo per l’innesto di alcune parti robotiche. A dispetto di un primo momento in cui le sue azioni si mostrarono benefiche, salvando persino la vita del presidente, Cyborg Superman ben presto si rivelò malvagio, e con l’unica ambizione di dominare il pianeta.

Senza scrupoli, e dotato di grande forza fisica, e di un’intelligenza molto fine, Cyborg Superman prima distrusse Coast City, poi minacciò Metropolis per mezzo di un ordigno atomico.

Supermen

Per sconfiggerlo dovettero unirsi tutti i “mantelli” in giro all’epoca, ovvero Acciaio (che pure aveva cercato di raccogliere l’eredità di Sups), Superboy e Supergirl. In questo periodo riapparve anche il vero Superman, miracolosamente ritornato dalla morte che, tuttavia ancora privo di buona parte dei suoi poteri, tornò in forma solo grazie al sacrificio dell’Eradicatore che, in un raro attimo di lucidità, capì di non essere il vero Superman ed offrì la sua energia a Kal-El, morendo nel sacrificio.

Ultraman

Versione alternativa di Superman, proveniente da Terra-3, Ultraman è la controparte malvagia di Superman, opposta all’eroe in tutto e per tutto, a partire da un dettaglio fondamentale. Laddove, infatti, Superman viene indebolito, se non ucciso, dall’esposizione alla kryptonite, Ultraman ne viene rinvigorito, e l’esposizione può addirittura procurargli la nascita spontanea di un nuovo superpotere. Tra i picchitori d’eccellenza dell’universo DC, Ultraman è a capo di una versione alternativa, e malvagia, della Justice League, ovvero l’arcinoto Sindacato del Crimine d’America.

Suparman Ultraman

Ultraman è spietato e potente, ed a differenza di Superman non subisce l’effetto della magia, rendendolo ben più potente persino di alcune divinità dell’universo DC. L’unico tallone d’Achille di questo mostruoso super villain è la luce solare. La sua fisiologia, all’opposto di quella dei kryptoniani, non subisce infatti l’effetto benevolo del Sole, ed anzi depotenzia il personaggio, rendendolo estremamente debole di giorno, e praticamente inarrestabile di notte. Creato dal genio di Grant Morrison per Justice League of America numero 29, il personaggio è stato reboottato nel 1998, anche se questa più recente versione (a tutti gli effetti un Kal-El alternativo), viene considerato come un personaggio completamente diverso, essendo originario di Terra-2. Molto popolare nell’universo dei super villain, Ultraman è apparso in moltissime storie, ed è più recentemente diventato persino un vampiro.

Dark Side Superman

Dark Side Superman

Con tutta probabilità questa è la versione più malvagia e potente di questa lista, comparsa all’interno di un cilco di storie elseworld del 1998. Nella miniserie in tre numeri “Superman: The Dark Side”, John Francis Moore immaginò cosa sarebbe successo se Superman non fosse mai arrivato sulla Terra, sbarcando invece sul pianeta Apokolips, dominato dal terribile Darkseid. Questi, adotatto il kryptoniano, ha cresciuto Kal-El secondo la sua visione distorta, trasformando Superman nel suo araldo di conquista galattica. Dotato di tutti i poteri tipici dei kryptoniani, ed armato di una pesantissima armatura nera, il cui logo ricorda vagamente quello delle SS naziste, il “Dark Side Superman” è stato tra gli artefici della distruzione del pianeta New Genesis, e non ha mai deviato dagli insegnamenti del suo padre/mentore. Si tratta di un Superman malvagio fino al midollo, del tutto privo di qualunque scrupolo e del tutto disinteressato a qualunque forma di redenzione.

Bonus: Il Patriota

Il Patriota The Boys

Pur non essendo un personaggio dell’universo DC, è impossibile parlare di versioni malvagie di Superman senza, quanto meno citare, Il Patriota. Nato dall’estro di Garth Ennis e Darick Robertson, Il Patriota è il corrispettivo di Superman per l’universo della serie The Boys, in cui gli eroi del mondo non hanno vincoli morali, ed assecondano tutti i loro capricci e gusti ai danni dell’umanità.

Mostrandosi al pubblico come leader del gruppo de “I Sette” (il corrispettivo della Justice League), Il Patriota è in realtà un narcisistico e sadico omicida, vittima per altro di evidenti disturbi della personalità. Colpevole di un torto atroce ai danni del leader dei Boys, ovvero Butcher, Il Patriota è il principale villain della serie, e ricalca Superman in tutto e per tutto, a partire dal mood del suo costume (la classica tuta con mantello), sino ai poteri: superforza, volo, super-velocità, vista calorifera, ecc. Spietato e senza scrupoli, Il Patriota è la critica di Garth Ennis alle virtù ed al perbenismo dei classici supereroi della Golden Age.

Visto che abbiamo parlato di versioni alternative di Superman, val la pena consigliarvi l’acquisto di uno dei più noti ed amati Elseworld di sempre: Superma Red Son, che racconta di una realtà alternativa in cui il kryptoniano non è atterrato in America, ma nell’ex Unione Sovietica, diventando paladino dell’ideale comunista.