Eventi

Arrivano le Liridi! Come e dove vedere la pioggia di meteoriti di oggi

Oggi gli osservatori del cielo nell’emisfero settentrionale potranno vedere le Liridi, ovvero una pioggia di meteoriti che si verifica periodicamente ad Aprile, e ha come radiante la costellazione della Lira. Le Liridi attraverseranno il cielo tra il 16 e il 30 aprile, quindi gli osservatori avranno la possibilità di vederle durante questo periodo, bel tempo permettendo.

Il picco della pioggia di meteoriti avverrà durante la notte tra il 21 e il 22 aprile, ha riferito Bill Cooke, esperto di meteoriti della NASA. Come con la maggior parte di questi fenomeni, il picco di osservazione sarà prima dell’alba, ma le Liridi diventeranno visibili a partire dalle 22:30 circa. ora locale. La luna gibbosa crescente sarà illuminata per circa il 68% durante il picco delle Liridi, quindi la sia luce potrebbe interferire con le osservazioni; la luna sarà piena il 26 aprile. “Alzatevi presto prima dell’alba, dopo che la luna sarà tramontata. Avrete buone possibilità di vedere alcune bellissime Liridi quest’anno”, ha detto Cooke.

Spazio

La pioggia media di Liridi produce da quindici a venti meteore all’ora, e quest’anno gli osservatori potranno, con ogni probabilità, vederne circa diciotto all’ora, a seconda di quanto sia limpido o coperto il cielo, ha detto Cooke. Alcune volte, la pioggia di meteoriti di Liridi si intensifica e può produrre fino a cento meteore all’ora in quella che viene chiamata “esplosione”, ma è difficile prevedere esattamente quando accadrà. “Si dice che ci sia una certa periodicità delle esplosioni“, ha detto Cooke, “ma i dati non lo supportano”. Sebbene ci sia una media di trent’anni tra queste esplosioni, questa è solo una media; il numero effettivo di anni tra gli eventi varia, ha detto Cooke.

Dove vedere la pioggia di meteoriti di questa sera

Il radiante (cioè il punto da cui sembrano provenire le meteore) sarà alto nel cielo serale, precisamente nella costellazione della Lira a nord-est di Vega (clicca qui se vuoi imparare a riconoscere le costellazioni con il libro Mappe del Cielo), una delle stelle più luminose, visibili nel cielo notturno in questo periodo dell’anno. Non bisogna, però, guardare direttamente verso il radiante perché si potrebbero perdere le meteore con la coda più lunga.

Spazio

La pioggia di meteoriti di questa notte sarà di media luminosità, ma non così luminosa come la famosa pioggia di meteoriti delle Perseidi che cade ad agosto, che tende a produrre scie più prominenti, sempre stando a quanto detto dall’esperto di meteoriti Cooke.

Che cosa causa le liridi?

Le meteore Liridi sono piccoli pezzi della cometa Thatcher, una cometa che orbita intorno al sole circa una volta ogni 415 anni. Pezzi di detriti lasciati sulla scia della cometa, tuttavia, fanno la loro comparsa ogni anno. (Il perielio più recente della cometa Thatcher, o il più vicino avvicinamento al sole, è stato nel 1861. Non tornerà fino all’anno 2276). Gli sciami meteorici si verificano quando la Terra attraversa il percorso di una cometa, entrando in collisione con una scia di detriti di essa. Ecco perché si verificano più o meno nello stesso periodo ogni anno e sembrano provenire da punti specifici del cielo. Mentre bruciano nell’atmosfera terrestre, le meteore lasciano scie luminose nel cielo comunemente chiamate “stelle cadenti”.

Spazio

Le meteore Liridi arrivano velocemente, anche se non così velocemente come le Leonidi, che raggiungono il picco a novembre, ha detto Cooke. “Le Leonidi ci impattano frontalmente”, ha detto. “Le Liridi sono più come colpire il parafango anteriore sinistro”.  Le Liridi sono una delle più antiche piogge registrate, ha detto Cooke, con osservazioni che risalgono al 687 a.C. Non abbiamo bisogno di alcun tipo di attrezzatura speciale per vedere le meteore; ci basta solo alzare lo sguardo verso il cielo scuro, aspettare e godere dello spettacolo.