Eventi

“Artists United for Amazonia”: presto in streaming l’evento benefico delle celebrità

Si chiamerà “Artists United for Amazonia: Protecting the Protectors” il prossimo evento globale in streaming organizzato da un foltissimo gruppo di celebrità internazionali a favore della salvaguardia della Foresta Amazzonica e di quelle popolazioni indigene così fortemente prostrate, in questi giorni, dall’emergenza COVID-19.

L’appuntamento virtuale della durata di due ore, dalle 20:00 alle 22:00 secondo le lancette americane, è previsto il 28 maggio e sarà condotto dall’attrice Oona Chaplin, l’interprete di Talisa Maegyr in Game of Thrones.

Il direttore esecutivo di “Artists United for Amazonia”, Leila Salazar-López, ha dichiarato a Deadline che:

L’Amazzonia e i suoi popoli sono in stato di emergenza a causa dei cambiamenti climatici e della pandemia di COVID-19. È un crimine contro la natura e un crimine contro l’umanità. È il momento per tutti di unirsi e agire in difesa della foresta e in solidarietà delle popolazioni indigene e tradizionali che proteggono questa grande foresta pluviale e il nostro clima per tutta l’umanità e la vita sulla Terra.  

I fondi raccolti saranno utilizzati per fornire alle comunità indigene cibo e forniture mediche e saldare le reti di protezione e sicurezza del territorio, con la speranza di poter raggiungere almeno 5 milioni di dollari nei prossimi 60 giorni.

Il livestream sarà disponibile sia Facebook che attraverso il sito web dell’evento e sarà caratterizzato da show musicali e interviste a numerose celebrità che comprendono nomi come Herbie Hancock, Rocky Dawuni, Butterscotch Clinton, Xiuhtezcatl Martinez, Alfre Woodard, Wade Davis, Wagner Moura e i vincitori del Grammy brasiliano Ivan Lins e Luciana Souza.

Parteciperanno anche Carlos Santana, Jane Fonda, Morgan FreemanJane Goodall, Tom Bergeron, Ed Begley Jr., Frances Fisher, Matti e Suyan Caspi, Wendie MalickKali Uchis, Celine Cousteau e Matthew Modine.

Sarah duPont, fondatrice di Amazon Aid Fondation e co-direttrice di River Gold ha inoltre aggiunto:

Questo evento fa parte di una straordinaria alleanza tra organizzazioni e individui dedicati a preservare la regione più ricca di biodiversità sulla Terra. L’estrazione illegale dell’oro e non regolamentata è una delle forme più pericolose di deforestazione nel bacino amazzonico e rilascia mercurio tossico nell’ecosistema. Dalla pandemia, l’estrazione dell’oro è esplosa attraverso l’Amazzonia e nei territori indigeni portando con sé violenza e COVID-19. Ora, l’Amazzonia è al punto di svolta e i protettori dell’Amazzonia sono in grave pericolo. Quello che succede in Amazzonia riguarda tutti noi.

Vorreste penetrare i meandri della Foresta Amazzonica? Allora cercate qui il documentario Amazzonia di Thierry Ragobert e Luc Marescot.