Libri e Fumetti

Batman: L’Impostore, la nuova miniserie arriva anche in Italia

Panini Comics ha annunciato che il prossimo ottobre i fan di Batman potranno scoprire una versione inedita degli inizi della guerra al crimine del vigilante mascherato di Gotham City, grazie a Batman: L’Impostore, una miniserie in tre parti pubblicata da DC Comics. La serie sarà presentata martedì 12 ottobre e sarà raccolta in un volume cartonato, disponibile a partire dal mese di febbraio 2022.

batman l'impostore

Lo sceneggiatore e regista Mattson Tomlin assieme ad Andrea Sorrentino, vincitore del premio Eisner e autore di opere a fumetti come Joker: Il sorriso che uccide e Batman: Il killer che sorride (qui in offerta speciale), mostreranno una Gotham violenta come mai prima d’ora, nella quale ogni azione porterà a delle conseguenze spesso inattese e spiacevoli, anche ai danni dello stesso Cavaliere Oscuro.

Le vicende di Batman: L’Impostore prendono il via un anno dopo l’inizio della crociata contro il crimine da parte di Bruce Wayne. Ma come lui, anche i suoi avversari si sono fatti molto più influenti e aggressivi: i capi della criminalità di Gotham sono molto infastiditi dalle interferenze di Batman nei loschi affari della città, tanto che uno di loro sembra avere un piano ben preciso per mettere fuori gioco il Crociato Incappucciato una volta per tutte.

Un secondo Batman ha infatti iniziato a pattugliare le strade e i vicoli di Gotham, ma a differenza dell’alter ego di Bruce questi non sembra farsi scrupoli a uccidere i criminali, dal vivo o anche davanti alle telecamere. Il Dipartimento di Polizia della metropoli decide quindi di unire le forze con le persone più ricche e influenti della città per cercare di bloccare il vigilante, il tutto mentre Batman tenterà in tutti i modi di dimostrare la sua innocenza, cercando allo stesso tempo di catturare l’impostore.

Sorrentino si è dichiarato grandissimo fan del personaggio sin da ragazzo, più precisamente dalla visione del Batman di Tim Burton uscito nel 1989. Avere la possibilità di lavorare con Mattson e Jordie per questa nuova interpretazione del Cavaliere Oscuro è stato per l’autore una sorta di vero e proprio regalo di Natale anticipato.