Cinema e Serie TV

Batman: Michael Keaton a ruota libera, tra Multiverso e cinecomic

The Flash, il nuovo film dedicato al Velocista Scarlatto diretto da Andy Muschietti, includerà anche il ritorno Batman, o meglio, due versioni ben distinte del Cavaliere Oscuro: Ben Affleck, apparso sul grande schermo nei panni del Crociato Incappucciato a partire da Batman V Superman: Dawn of Justice, e Michael Keaton, di nuovo nei panni del vigilante dopo aver interpretato il personaggio in Batman e Batman: Il Ritorno (qui in offerta speciale), usciti nel 1989 e nel 1992 e diretti entrambi da Tim Burton. L’attore 69enne è ora nuovamente tornato sull’argomento, rivelando alcuni retroscena circa il ritorno del “suo” Batman.

Come prima cosa, ai microfoni di The Hollywood Reporter (qui la notizia originale) il protagonista di Birdman ha ammesso che l’incredibile popolarità dei film di supereroi lo ha sempre sorpreso. Dopo il primo Batman, Keaton non è mai riuscito a vedere un cinecomic nella sua interezza, sebbene l’aver lavorato con Marvel ad Atlanta per Spider-Man Homecoming (film nel quale l’attore ha vestito i panni del villain, l’Avvoltoio) Michael Keaton ha compreso che con molta probabilità realizzeranno film sui fumetti per sempre, anche dopo la sua morte. Nonostante non sia quindi del tutto aggiornato con il mondo dei cinecomic moderni, Keaton ha dichiarato che la sceneggiatura del prossimo The Flash della DC lo ha impressionato, tanto d’aver dovuto leggere il copione più di tre volte non capendo immediatamente tutte le implicazioni legate al Multiverso: proprio grazie alla presenza di questi veri e propri “universi paralleli” in cui Flash/Barry Allen viaggerà è stato possibile mettere in scena più versioni dell’eroe di Gotham.

the flash

L’attore ha inoltre ammesso di essere sbalordito dalla crescita del genere dei supereroi a Hollywood, attribuendo gran parte di quel successo proprio al genio visionario di Tim Burton, che lo ha diretto nei due film di Batman dell’89 e del 92, in grado di cambiare la percezione del genere cinematografico delle pellicole tratte dai fumetti a livello culturale, aziendale ed economico. Infine, Keaton ha ammesso di essere rimasto colpito dalla sceneggiatura di The Flash firmata dall’autrice di Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn, Christina Hodson, scommettendo di poter tornare a interpretare come Dio comanda “quel figlio di pu***na”, riferito ovviamente al personaggio di Bruce Wayne/Batman. Keaton ha infatti lasciato il ruolo dell’Uomo Pipistrello dopo aver letto la sceneggiatura di Batman Forever, nel 1995, ritenuta non all’altezza (al suo posto subentrò infatti Val Kilmer).

In The Flash troveremo anche Kiersey Clemons nel ruolo di Iris West, oltre a Maribel Verdú (Nora), Ron Livingston (Henry Allen), Ian Loh (Barry da giovane), Saroise-Monica Jackson e Rudy Mancuso. L’uscita del film è prevista nelle sale americane il 3 giugno 2022.