Cinema e Serie TV

Black Widow: ecco il suo posizionamento nella timeline dell’MCU

Black Widow, nuova pellicola basata sul personaggio di Natasha Romanoff, è finalmente disponibile dallo scorso 7 luglio 2021 nelle sale e dal 9 luglio sul catalogo streaming di Disney+. Concepito inizialmente come il primo, vero progetto appartenente alla cosiddetta Fase 4, vede Scarlett Johansson riprendere per un’ultima volta il ruolo di Vedova Nera. Trattandosi di una sorta di prequel, Black Widow ci riporta indietro nel tempo rispetto agli eventi di Avengers: Endgame, spiegandoci alcuni retroscena sul personaggio.

Black Widow

Il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige, in un’intervista a Entertainment Weekly, ha infatti confermato che il film è ambientato tra gli eventi di Captain America: Civil War e Avengers: Infinity War. Considerando che in Endgame ha Natasha ha deciso di sacrificare la sua stessa vita, Feige ha spiegato che Black Widow ha luogo circa 7 anni prima della battaglia finale contro il Titano Pazzo Thanos. C’è un momento specifico in Civil War in cui Natasha ha una conversazione con Tony Stark e poi lascia l’inquadratura, seguito da una seconda sequenza di Infinity War dove torna a Edimburgo con Sam Wilson e Steve Rogers.

L’idea di Marvel è stata quindi di realizzare un vero e proprio epilogo spirituale dell’Infinity Saga, spiegando al pubblico ciò che è successo a Nat dopo la Civil War e rivelando allo stesso tempo nuove informazioni su alcuni aspetti chiave della sua vita importanti, inclusa una certa riluttanza verso il concetto di famigliaBlack Widow è quindi da considerarsi anche una sorta di prologo a quello che sarà poi a tutti gli effetti il gran finale del personaggio di Vedova Nera (nel capitolo conclusivo degli Avengers che trovate in offerta qui).

Il film è scritto da Eric Pearson su una storia di Jac Schaeffer e Ned Benson. Nel cast principale di Black Widow, oltre alla Johansson, troviamo anche Florence Pugh, David Harbour, O. T. Fagbenle, William Hurt, Ray Winstone e Rachel Weisz.