Cinema e Serie TV

Breaking Bad: finale col botto anche grazie ai pirati

L'ultimo episodio di Breaking Bad ha stabilito un nuovo record di pirateria, con oltre mezzo milione di download non autorizzati nel giro di dodici ore. La maggior parte sono in Australia, paese che ha fatto parlare di sé anche qualche giorno fa per via di Game of Thrones, ma questi "pirati della prima visione" sono distribuiti un po' ovunque mondo.

Ancora una volta la ragione principale per scaricare il video pirata è la disponibilità. Gli appassionati della serie hanno voluto vedere l'ultimo episodio non appena è uscito negli USA, senza aspettare i comodi dei vari network televisivi nel mondo. Vale anche per alcuni spettatori italiani, almeno per quelli che vogliono vedere i programmi in lingua originale e non doppiata.

Come abbiamo già visto in passato, non è una questione di denaro; ci sono persone che pagano l'abbonamento a uno o più canali satellitari, eppure scaricano lo stesso la versione pirata per non aspettare. Oppure perché in molti casi si rischia lo spoiler, cioè che qualcuno ci racconti come va a finire prima che possiamo scoprirlo da noi: qualche volta è l'amico su Facebook, e qualche altra volta sono i vari giornali a rovinarci la sorpresa, perché – loro sì – il giorno dopo pubblicano uno o più articoli sullo spettacolo della sera prima.

Quest'ultimo dettaglio tra l'altro fa un po' a pugni con chi, come Sky in Italia, offre contenuti on-demand dopo la programmazione ordinaria: l'anno scorso per esempio tutti sapevano chi aveva vinto Masterchef il giorno dopo, alla faccia dei clienti che avrebbero voluto guardarlo in differita tramite SkyGo.

E si potrebbero elencare anche altri motivi per cui un file torrent è più comodo dell'alternativa legale (quando c'è). Qualsiasi siano le ragioni, il finale di Breaking Bad segna come dicevamo un nuovo record, con più di 500.000 download. Il primato precedente era stato segnato invece da un'altra serie televisiva, il Trono di Spade.

Vale la pena di sottolineare poi che questa notizia conferma un altro fatto non proprio ovvio. Non è vero che la pirateria danneggia i profitti dei produttori, anzi è probabilmente corretto affermare il contrario. Almeno in casi eclatanti come questi: Game of Thrones e Breaking Bad sono probabilmente le serie di maggior successo degli ultimi anni, quelle più piratate, e anche quelle che hanno generato i maggiori profitti. Non si può proprio dire che i pirati abbiano danneggiato i guadagni dei produttori, almeno non in questo caso.