Libri e Fumetti

Capitan America e Iron Man si incontreranno in una nuova miniserie

Nel 2006 l’evento Civil War scosse le fondamenta dell’universo dei fumetti Marvel creando una spaccatura netta tra gli eroi che si divisero in due fazioni capitanate da Iron Man e Capitan America. Il rapporto tra Tony Stark e Steve Rogers, anche a distanza di anni dalla risoluzione del conflitto, è sempre stato influenzato dai fantasmi di questa lotta intestina. Proprio per dissipare queste ombre, la Marvel ha annunciato una testata team-up che vedrà spalla a spalla i due personaggi.

Capitan America e Iron Man si incontreranno in un nuovo team-up per risolvere il loro conflitto in Civil War

A Novembre uscirà infatti Captain America/Iron Man, miniserie in 5 numeri scritta Derek Landy e disegnata da Angel Unzueta. In questi 5 numeri, i due eroi si ritroveranno a combattere insieme contro un nemico comune proveniente dall’HYDRA, la cui evasione porterà Stark e Rogers sino a scontrarsi con i vertici dell’organizzazione neo-nazista.

Landy ha raccontato di essere stato ispirato dalle prime storie della Marvel in cui riappariva Capitan America, in cui, dopo il suo ritrovamento nel ghiaccio, si è trovato per un certo periodo a lavorare a stretto contatto con Iron Man in una prima serie team-up. Dal canto suo, il disegnatore Unzueta si è dichiarato entusiasta di poter lavorare con lo sceneggiatore e di poter disegnare insieme i suoi due personaggi preferiti della Marvel.

Il primo numero di Captain America/Iron Man arriverà nelle fumetterie americane il 24 Novembre. Insieme al comunicato, è stata pubblicata anche la cover del primo numero ad opera del magnifico Alex Ross.

Capitan America/Iron Man

Civil War è un evento dalla risonanza importantissima, un caposaldo della storia editoriale della Marvel da poco ristampato da Panini Comics nella collana Must Have: una storia che non può mancare nella vostra libreria e che trovate disponibile su Amazon. Le sue conseguenze e risoluzioni arrivano sino ai giorni nostri: nel 2016, lo scrittore Brian M. Bendis fece scoppiare una Seconda Guerra Civile dei Supereroi, combattuta per motivi ideologici diversi e che stavolta mise Iron Man contro Capitan Marvel/Carol Danvers.

Nello stesso anno, uscì al cinema il terzo film di Capitan America, intitolato appunto Civil War. Sebbene con un cast decisamente più ridotto rispetto a quello dei fumetti, la pellicola mise Steve Rogers e Tony Stark l’uno contro l’altro e costringendo i loro amici e compagni a prendere una posizione nel conflitto. La motivazione era la medesima della Civil War dei fumetti: a seguito di un incidente (la morte accidentale di centinaia di persone per colpa di un eroe nei fumetti, e un errore di Wanda Maximoff che provocò le stesse conseguenze nel film), il governo degli Stati Uniti propose una legge che costringesse gli eroi a registrarsi pubblicamente, dichiarando i loro poteri e le loro identità. Una costrizione, dal punto di vista di Steve Rogers, che avrebbe non solo impedito agli eroi di compiere le loro azioni, ma che avrebbe anche potuto mettere in pericolo loro stessi e i loro cari; il punto di vista di Stark era molto più pragmatico, vedendo una minaccia nel lasciare totale libertà anche ad eroi dai poteri spropositati.

Capitan America: Civil War e tutti gli altri film dei Marvel Studios sono disponibili su Disney+, a cui potete abbonarvi seguendo il nostro articolo dedicato