Cinema e Serie TV

Chronicle: in lavorazione il sequel con protagonista femminile

Il film found footage del 2012 Chronicle (che potete recuperare grazie ad Amazon) ha avuto un grandissimo successo fin dalla sua prima uscita, dando il via alla carriera del regista Josh Trank (da quel momento ha ottenuto lavori come il reboot dei Fantastici Quattro e persino Capone) e ponendo gli attori Dane DeHaan e Michael B. Jordan sulla giusta strada della celebrità. È stato anche un grande successo al botteghino, portando un guadagno pari a oltre dieci volte il suo budget di produzione. Negli anni subito successivi alla sua uscita, ci sono stati vari tentativi di realizzarne un sequel, ma purtroppo non si sono mai materializzati.

Chronicle

Le parole di John Davis

Nel corso di una nuova intervista a Forbes, però, il produttore John Davis ha dichiarato che è attualmente in lavorazione un sequel di Chronicle:

“Chronicle è stato letteralmente il miglior successo economico tra tutte le mie produzioni. Il film lo abbiamo realizzato con un costo di 12 milioni di dollari e ha incassato 126,64 milioni di dollari in tutto il mondo per non parlare di tutti i soldi ricavati dai diritti d’autore. È uno dei film di maggior successo finanziario nella mia carriera. Stiamo lavorando a Chronicle 2 proprio ora, e penso che sarà grandioso. Ci stiamo lavorando insieme alla Fox e 20th Century Studios.

Ci darà la possibilità di raccontare la storia in un modo diverso. La racconteremo dal punto di vista femminile. Saranno passati dieci anni da quando l’evento è accaduto a Seattle e dovremo tenere conto di molte notizie false, notizie vere e insabbiamenti. Ancora più interessante sarà la nuova generazione di protagonisti che otterranno i “poteri corruttivi”. Queste sono giovani donne che solo dopo aver terminato l’università hanno ottenuto quei poteri e hanno iniziato un viaggio per imparare a utilizzarli. Voglio dire, che storia nuova e interessante si può raccontare partendo da questo incipit!”.

Chronicle

Il punto di vista di Josh Trank

Stando alle parole del produttore, sicuramente sarà difficile osservare uno dei tanti script realizzati in precedenza. Inoltre lo sceneggiatore originale Max Landis, che aveva scritto una bozza per un sequel, negli anni successivi all’uscita del film è stato accusato di abusi sessuali ed emotivi da parte di più donne. A tal proposito, quindi, non si sa ancora chi abbia scritto la sceneggiatura attuale. In ogni caso, uno dei motivi per cui un sequel di Chronicle non è stato mai realizzato prima è che lo stesso Trank ha tentato di interrompere lo sviluppo in ogni momento. Queste le sue parole durante un’intervista a Polygon di un anno fa:

“Ho reso loro difficile organizzare riunioni. Ero sospettoso riguardo alle cose da fare. Ho fatto un sacco di cose pessime. Perché davvero non avrei mai voluto vedere Chronicle 2. Quello è stato il mio peggior incubo. Prima di tutto, non lo sto facendo. Secondo, se lo fa qualcun altro, allora sai già che verrà uno schifo.”

Non ci resta che attendere ulteriori informazioni ufficiali per scoprire se il pensiero di Josh Trank si avvererà o meno.