Cinema e Serie TV

Doctor Who: i migliori episodi ambientati nel passato

Doctor Who è una serie tv britannica in onda sulla BBC a partire dal 1963. Nel corso dei decenni, i Dottori che si sono susseguiti sul piccolo schermo sono stati molti e diversi tra loro, fino ad arrivare alla nuova serie iniziata nel 2005, dove i volti del Dottore sono diventati delle vere e proprie icone pop. Nella serie classica  andata in onda dal 1963 fino al 1989, gli episodi in genere seguivano delle linee narrative continue che si sviluppavano nel corso di più puntate.

Sia nella nuova sia nella serie classica, gli episodi ambientati nel passato sono sempre stati molto importanti per comprendere gli scopi e le decisioni del Dottore. Le puntate “storiche” quindi, oltre ad avere una missione didascalica (soprattutto nella serie classica dove questi episodi erano delle vere e proprie lezioni di storia) servono sia per comprendere le varie linee temporali in cui il Dottore e i suoi companion si trovano, che per capire degli snodi fondamentali per la trama principale.

Vogliamo ripercorrere alcune di queste meravigliose avventure che il Dottore ha compiuto nella nuova serie insieme ai suoi fedeli compagni di viaggio. Vi ricordiamo che tutte le stagioni della nuova serie del Dottore possono essere viste in streaming, ne abbiamo parlato a questo link.

I morti inquieti (episodio 3, prima stagione)

Al Dottore piace davvero molto incontrare i grandi personaggi del passato, per questo motivo (ma anche per volontà del T.A.R.D.I.S.) il Dottore, nella sua nona incarnazione interpretata da Christopher Eccleston si ritrova nel 1869 con il grande scrittore e grande scettico, Charles Dickens. Il Dottore, Dickens e Rose dovranno, in questa puntata, svelare un fitto mistero che fa risvegliare i morti che si trovano in una casa di onoranze funebri.

Durante l’episodio il Dottore e Dickens avranno degli accesi dibattiti e il primo rivelerà allo scrittore d’essere un suo grande fan, svelandogli anche il titolo di un libro che ancora non era stato scritto. Questa puntata ci mostra come il Dottore, effettivamente, modifichi almeno lievemente il futuro, anche se si riprometterà di non modificare il tempo e i punti fissi in esso fino alla quarta stagione, quando consapevolmente accetterà la propria missione di Signore del Tempo. Anche se la posizione che assumerà sarà davvero molto controversa.

Finestre nel tempo (episodio 4, seconda stagione)

Finestre nel tempo è forse una delle puntate più belle si sempre della nuova serie. Nell’episodio abbiamo il Dottore nella sua decima incarnazione, Rose e un personaggio davvero speciale, Madame de Pompadour. Tutta la puntata gira attorno alla dama francese e al suo caminetto. Il Dottore ritrova in una nave spaziale un caminetto risalente al 1700, vi si affaccia e trova una bambina, Reinette, che vive a Parigi. Nella camera di questa bambina, il Dottore trova un androide che cela sotto la sua maschera e la parrucca, tipica del Settecento, un meccanismo simile a quello di un orologio. La puntata viaggia tra l’astronave e le finestre nel tempo nella vita di Madame de Pompadour che si scoprirà poi essere la chiave di volta per la riparazione dell’astronave stessa.

L’episodio racconta la storia di questa misteriosa astronave e degli androidi che la abitano, e l’importanza di questa donna, madame de Pompadour, un mistero che non si svela fino all’ultima inquadratura. Alcune delle tematiche affrontate in questa puntata della seconda stagione saranno fondamentali anche in futuro, caratterizzando, quindi diverse incarnazioni del Dottore. La storia raccontata, poi, è molto romantica e, forse, proprio in questo episodio il Dottore cede per la prima volta al romanticismo che lo caratterizzerà per tutta la decima incarnazione.

Il codice shakespeariano (episodio 2, terza stagione)

In questa puntata della terza stagione incontriamo il grande commediografo e poeta britannico, Shakespeare. Il Dottore e Martha lo incontrano all’interno del Globe Theatre dove l’artista sta preparando una strana commedia, perduta, di cui non abbiamo alcuna conoscenza, una sorta di codice perduto dal titolo Pene d’amor ritrovate. 

L’importanza di questa puntata sta tutta nella caratterizzazione del personaggio di Shakespeare, interpretato magistralmente da Dean Lennox Kelly che dona al commediografo un volto e un’anima romantica e un po’ licenziosa.

Le fiamme di Pompei (episodio 2, quarta stagione)

Questa è una puntata fondamentale nell’evoluzione morale del Dottore. Egli, insieme a Donna viaggiano nel tempo fino al  79 d.C, nel giorno dell’eruzione del Vesuvio che avrebbe distrutto Pompei. Qui per la prima volta il Dottore parla dei momenti fissi nel tempo, episodi che non possono essere modificati, non possono cambiare altrimenti verrebbe meno l’intero equilibrio dell’universo.

A Pompei, il Dottore e Donna conoscono diversi abitanti dell’antica città, persone destinate a morire in poche ore e rimanere nell’oblio per migliaia di anni. Per questo motivo, conoscendo l’ineluttabilità del destino, Donna cerca di corrompere il Dottore e di salvare tutti gli abitanti. Il Dottore, ovviamente, non può accettare la proposta di Donna per non mutare il destino dell’intero universo. Deciderà però di salvare la famiglia della giovane veggente che sarà protagonista, tra gli altri di questa puntata dal gusto dolce amaro.

I vampiri di Venezia (episodio 6, quinta stagione)

Qui troviamo il Dottore, nella sua undicesima incarnazione, accompagnato da Amy e Rory i due promessi sposi e companion del protagonista. I rapporto d’amore tra i due ragazzi è un po’ in crisi perché Amy si è invaghita del Dottore. Lui, per cercare di appianare le divergenze tra i due, decide di portare la coppia in gita romantica, scegliendo la città di Venezia nel 1580. Qui il trio conosce una strana famiglia, quella dei Calvierri che scelgono delle giovani ragazze veneziane per poi trasformarle in vampiri assetati di sangue.

In realtà questa famiglia è una congrega di alieni giunti a Venezia a causa della crepa dimensionale, la stessa che troviamo nella camerata di Amy. Questi alieni, comandati da Rosanna, vogliono ripopolare la terra con una razza ibrida di umani e alieni, generatisi proprio da queste povere ragazze trasformate in vampiri. La puntata è un turbine di azione ed emozioni, una delle più interessanti della quinta stagione.

Vincent e il Dottore (episodio 10, quinta stagione)

Molti episodi di Doctor Who sono davvero strazianti, soprattutto quando ci presentano dei nuovi personaggi del calibro di Vincent Van Gogh. In questo episodio della quinta stagione vediamo Amy Pond e il Dottore viaggiare nel passato fino ad incontrare il tormentato e sfortunato artista olandese Van Gogh. L’episodio presenta un fantastico cameo dell’attore Bill Nighy e un finale che è al tempo stesso commovente e devastante per il pubblico.

Questo è un episodio particolarmente calzante per affrontare la tematica cara al Dottore dell’influenza delle sue azioni sul tempo, che sia esso presente, passato o futuro. Infatti anche se sembra che il Dottore cambi effettivamente qualcosa nel passato che influisce poi chiaramente nel futuro, a volte il futuro non diventa quello che conosciamo fino a quando l’avventura è finita. È una puntata ottima anche per riflettere sull’importanza dell’amicizia e dell’arte nella vita delle persone. Vincent, infatti, ci insegna proprio ad amare incondizionatamente il prossimo e l’arte.

Uccidiamo Hitler (episodio 8, sesta stagione)

La trama di questo episodio è davvero molto complessa ma la sua importanza è davvero cruciale per comprendere uno dei personaggi più misteriosi di tutto lo show televisivo, River Song. La puntata ci svela delle indiscrezioni succulente sul personaggio di River, quindi se non avete ancora visto l’episodio vi invitiamo a non continuare nella lettura, “spoiler!”, per citare proprio River Song.

L’episodio ruota inizialmente attorno al personaggio di Mels, un’amica di Amy e Rory che costringe il Dottore a condurlo da Hitler per ucciderlo. Il TA.R.D.I.S. atterra mentre il Telesecta (un robot comandato da umani miniaturizzati all’interno di esso) si appresta a uccidere Hitler nella Berlino del 1938. Hitler per difendersi da questo attacco cerca di sparare al Telesecta, mancandolo e colpendo Mels. In punto di morte la donna rivela ad Amy e Rory di essere la loro figlia arrivata dal futuro, dopo queste parole la ragazza inizia la sua rigenerazione e assume le sembianze di River Song. La donna, subito dopo la sua rigenerazione, cerca di uccidere il Dottore avvelenandolo con un bacio. Il Telesecta, poi, la riconosce come la più temibile criminale di guerra della storia, quindi tutti iniziano a inseguirla per Berlino. Questa puntata è assolutamente cruciale per tutta la linea narrativa del personaggio creato da Moffat, River Song, appunto, oltre ad avere una narrazione assolutamente impeccabile che tiene lo spettatore incollato allo schermo.

I pupazzi di neve (episodio 5bis, settima stagione)

Il Dottore dopo la scomparsa di Amy e Rory, si rifugia nella Londra vittoriana dalla sua amica Madame Vastra. Qui il Dottore incontrerà la ragazza impossibile, Clara Oswald, in questo caso una cameriera di una taverna frequentata dal Dottore. La donna lavora anche come governante per i figli di un ricco nobile uomo della città ed è molto preoccupata a seguito di alcune rivelazioni fatte dai bambini. Per questo motivo chiede aiuto a Madame Vastra.

Questo episodio è fondamentale per comprendere l’importanza che assumerà il personaggio di Clara, la ragazza impossibile che viene uccisa da uno degli acerrimi nemici del Dottore, La Grande Intelligenza, per poi ritornare in modo misterioso, facendo sì che su tre linee temporali diverse, il Dottore sarebbe destinato a incontrarla.

Rosa (episodio 3, undicesima stagione)

In questo episodio il Dottore nella sua tredicesima incarnazione, incontra Rosa Parks nel 1955 l’anno in cui inizieranno le battaglie per la parità di diritti tra bianchi e popolazione di colore, proprio grazie alla Parks. Qui un alieno cerca di uccidere la donna e il Dottore e i suoi compagni di viaggio faranno di tutto per salvare la donna e non modificare la storia.

La scena più coinvolgente dell’episodio è il momento cruciale in cui Rosa Parks rifiuta di cedere il proprio posto sull’autobus. Momento storico importantissimo per la storia dei diritti civili.

Se siete fan della serie tv Doctor Who non potete lasciarvi scappare i cacciaviti sonici del Dottore, acquistabili a questo link.