Cinema e Serie TV

Donnie Darko – Limited Edition: la recensione del cofanetto definitivo


Donnie Darko – Limited Edition
Genere
Giallo\thriller
Formato
Blu-Ray
Risoluzione
FullHD

Era il lontano 19 gennaio del 2001 quando uscì per la prima volta il film Donnie Darko, realizzato dall’allora esordiente Richard Kelly e che vedeva tra gli attori un giovanissimo Jake Gyllenhaal ed un inaspettato Patrick Swayze. All’epoca non fu particolarmente apprezzato a causa di una trama complessa e poco chiara, ma col tempo è stato rivalutato da pubblico e critica sino a divenire un vero e proprio cult tanto da essere presentato alla Mostra del cinema di Venezia nel 2004. A quasi vent’anni di distanza arriva un’edizione limitata da collezione davvero notevole facente parte della collana Midnight Factory distribuita da Koch Media.

Donnie Darko – Limited Edition: il packaging

L’edizione limitata oggetto di recensione è la versione Blu-Ray che mostra fin da subito una grande qualità realizzativa e un digipack molto lussuoso. All’interno della confezione, infatti, sono presenti, per la prima volta in un unico cofanetto, tre dischi che racchiudono la versione cinematografica (Theatrical Cut della durata di 114 minuti) e la Director’s Cut (durata 134 minuti) del film oltre ad una serie di Contenuti Extra dalla durata di oltre quattro ore. I dischi riguardanti il film propongono un riproduzione video ricavata dai nuovi restauri effettuati sui negativi originali della pellicola posseduti da Arrow Film, supervisionati ed approvati sia dallo stesso regista Richard Kelly sia dal direttore della fotografia Steven Poster. Il tutto è poi impreziosito da un elegante ed interessante booklet di 24 pagine e una cartolina da collezione del film.

Il tesoro del cofanetto

Verrebbe facile pensare che i pezzi forte siano le due versioni differenti del film, ma in realtà la vera chicca sono i contenuti extra suddivisi in tutti e tre i dischi. Sul disco della versione cinematografica vi sono due commenti audio al film, il primo del regista Richard Kelly e Jake Gyllenhaal e il secondo dello stesso regista con il restante cast, ben 31 minuti di scene eliminate o estese con commento opzionale del regista e il trailer di lancio del film. Sul disco contenente la Director’s Cut è presente il commento audio sempre del regista Richard Kelly, ma questa volta insieme a Kevin Smith e il trailer in versione “Me l’hanno fatto fare 2”, della durata di 31 minuti, con la presenza dei vari addetti ai lavori o semplici appassionati del lungometraggio che parlano dei significati del film e di come lo stesso abbia avuto un impatto significativo sia su di loro che sul cinema in generale.

I restanti contenuti extra sono registrati nell’omonimo disco dedicato appositamente ai contenuti speciali. Infatti il più caratteristico è il documentario dal titolo The Donnie Darko Production Diary che, in 53 minuti, racconta l’intera produzione del film con particolari focus rivolti alla lavorazione, alla preparazione delle riprese, alle location e alle stesse discussioni immancabili all’interno del set. Il contributo video è inoltre arricchito da un commento opzionale da parte dei produttori. In realtà il contenuto più grosso è un altro documentario della durata di 82 minuti e dal titolo Deus ex Machina: La filosofia di Donnie Darko. Questo è in poche parole il Santo Graal dei fan poiché, attraverso numerose interviste e filmati, vengono analizzati la nascita della sceneggiatura, le prime reazioni, la successiva presentazione al Sundance e le possibili interpretazioni con tanto di analisi filosofica.

Donnie Darko è infatti famoso per avere una trama tanto “contorta” quanto aperta a differenti interpretazioni tutte ugualmente valide poiché nessuno dei produttori e tanto meno il regista hanno mai pubblicato una versione ufficiale dei fatti narrati. Quest’ultimo documentario, quindi, risolve finalmente molti dei dubbi esistenziali che si vengono a creare durante la visione del film.

Tra gli altri contenuti vi sono alcune interviste, della durata di 14 minuti, risalenti al periodo della lavorazione, il cortometraggio dal titolo #1 Fan: A Darkomentary (durata 13 minuti) vincitore anche di un concorso organizzato sul sito ufficiale DonnieDarko.com, lo Storyboard di 8 minuti che confronta il risultato iniziale con il risultato finale, il Dietro le quinte di 5 minuti con le immagini ufficiali registrate durante la lavorazione, le Televendite “Cunning Visions” di 6 minuti che mostrano le clip integrali tagliate perché ritenute troppo paurose con tanto di commento opzionale di altri 6 minuti e il Me l’hanno fatto fare 1 che in 5 minuti mostra le interpretazioni artistiche londinesi di ben quattordici artisti emergenti che si sono ispirati al film. Tutto viene chiuso e impreziosito dalla presenza del video musicale di Mad World di Gary Jules, ovvero la canzone simbolo del film, da una galleria fotografica emozionante e intrigante e dai vari spot realizzati per essere distribuiti in televisione. È abbastanza chiaro come i contenuti siano incredibilmente numerosi e vari, ma la cosa che più salta all’occhio è la qualità realizzativa e tecnica con cui sono stati montati e ristrutturati.

Comparto audio e video completamente rivisti

La stessa cura e qualità video si mostra in tutto il suo splendore nelle due versioni del film. Il lavoro di restauro compiuto mostra un salto di qualità decisamente notevole rispetto anche alle precedenti edizioni Blu-Ray. Essendo un film abbastanza datato, nonostante la pregevole ristrutturazione, risulta abbastanza complesso da apprezzare totalmente in alta definizione (anche per questo motivo non presenta una risoluzione in 4K). Nonostante questa oggettiva difficoltà, la fotografia è sempre incredibilmente efficace e coinvolgente, con una sensazione ovattata onnipresente. Anche i dettagli questa volta risultano più incisivi ed evidenti così da permettere allo spettatore di captare più indizi possibili in vista del documentario filosofico. Il vero colpo visivo, però, è dato dalla palette cromatica che, sebbene faccia parte sempre di un contesto onirico, adesso ha una maggiore intensità e profondità soprattutto per quanto riguarda le colorazioni più scure.

Se la qualità visiva ha ricevuto un restyling pregevole, il vero protagonista di questa ristrutturazione è il comparto audio. Presenta due tracce DTS HD Master Audio 5.1 in italiano e in inglese ed entrambe mostrano un buon coinvolgimento generale sia nei dialoghi che nei suoni ambientali. I primi sono puliti e decisi, dopotutto rappresentano l’aspetto principale del film e richiedono una cura maggiore. I suoni ambientali invece sono maestosi con un buon bilanciamento di timbrica tra i differenti suoni acuti e gravi. Le splendide musiche fanno da collante e coinvolgono lo spettatore in ogni momento donandogli la giusta dose di adrenalina e suspense.

In conclusione…

Donnie Darko – Limited Edition è un cofanetto splendido che non può mancare nella cineteca casalinga di ogni appassionato non solo di Donnie Darko, ma anche della cinematografia in generale. Completo in ogni aspetto, curato nei minimi particolari e ristrutturato egregiamente. Il documentario Deus ex Machina: La filosofia di Donnie Darko è, infine, un elemento tanto prezioso quanto fondamentale per la comprensione dell’intera opera.

Donnie Darko – Limited Edition

Donnie Darko, un adolescente americano, durante una sortita notturna in preda a un attacco di sonnambulismo, si imbatte in Frank, un coniglio gigante che gli predice la fine del mondo. Ovviamente ‘Frank’ non è altro che una visione di Donnie, ma quando il ragazzo torna a casa scopre che la sua camera è stata devastata da un motore di aereo caduto dal cielo. Mentre Donnie, con l’aiuto di Frank, cerca di indagare come mai sia scampato alla morte, accadono altri strani fenomeni che minacciano la vita delle persone a lui care…


Verdetto

Un cofanetto incredibilmente completo sotto ogni aspetto. Curato sia esteticamente che contenutisticamente. Insomma, un vero collezionista non può lasciarselo scappare anche per aggiungere una nota stilistica in più alla propria collezione.

Pro

-Restyling grafico e sonoro eccelso
-Confezione curata e ricca di contenuti
-Il documentario Deus ex Machina: La filosofia di Donnie Darko è il Sacro Graal per i fan del film

Contro

-Nonostante l’ottimo lavoro di restyling, alcune parti fanno fatica a renderizzarsi in FullHD