Cinema e Serie TV

Dune 2, Denis Villeneuve è pronto per il sequel

Dune, l’attesissimo film diretto da Denis Villeneuve tratto dall’omonima saga letteraria di Frank Herbert (che potete recuperare su Amazon) è finalmente atteso nelle sale italiane a partire dal 16 settembre 2021 e in quelle statunitensi circa un mese più tardi, il 22 ottobre, dopo una serie di rinvii dovuti all’emergenza sanitaria mondiale che ha messo in ginocchio anche il mondo del cinema. In seguito alla presentazione al Festival di Venezia 2021, il film ha raccolto recensioni per lo più entusiaste, cosa questa che lascia ben sperare circa un buon riscontro anche da parte del pubblico in sala e un conseguente ottimo risultato al botteghino mondiale.

Dune

Tuttavia, il film di Villeneuve copre solo la prima parte del romanzo omonimo di Herbert, cosa questa che lascia “sospesa” la possibilità che Warner Bros. decida di finanziare la seconda parte, in attesa di capire quale sarà il successo commerciale del kolossal. Dal canto suo, Denis Villeneuve sembra essere in ogni caso piuttosto ottimista circa il fatto che il sequel si farà, visto che il cineasta ha dichiarato che, volente o nolente, è pronto a iniziare la lavorazione di Dune Parte 2 subito dopo avere ottenuto da Warner Bros. il via libera.

Ai microfoni di Slashfilm (qui la notizia originale) il cineasta ha infatti dichiarato che per un film di questo calibro muoversi velocemente significa essere impegnati per mesi, realizzando i set, i costumi e tutte le questioni tecniche legate a un lungometraggio. Se il primo capitolo andrà bene al botteghino mondiale la lavorazione del sequel avverrà quanto prima, con un inizio delle riprese già nel corso del 2022. Per la prima parte Villeneuve ha infatti avuto tutto il tempo necessario per realizzarla nei modi e nei tempi che desiderava, visto che il piano del regista è sempre e comunque quello dividere il romanzo di Herbert in due film, ed eventualmente adattare il seguito uscito nel 1969, noto come Messia di Dune, in un terzo lungometraggio.

Dune è basato su una sceneggiatura scritta dallo stesso Villeneuve insieme a Jon Spaihts ed Eric Roth. Mary Parent, Cale Boyter e Joe Caracciolo Jr. figurano come produttori, assieme a Tanya Lapointe, Joshua Grode, Herbert W. Gains, Jon Spaihts, Thomas Tull, Brian Herbert, Byron Merritt e Kim Herbert nelle vesti di produttori esecutivi.