Tom's Hardware Italia
Cinema e Serie TV

Dune di Denis Villeneuve arriverà nei cinema a novembre 2020

L'adattamento per il cinema del classico della fantascienza di Frank Herbert, Dune, firmato da Denis Villeneuve arriverà al cinema il 20 novembre 2020. Dopo le vicissitudini vissute dalla versione di David Lynch del 1984 è alta l'attesa per uno dei libri più difficili da rappresentare al cinema.

L’attesa ora ha un termine preciso: L’adattamento firmato da Denis Villeneuve del classico fantascientifico di Frank Herbert, Dune, arriverà nelle sale il 20 novembre 2020. Per il momento invece non ci sono indicazioni riguardo all’eventuale scomposizione del film in due o più parti, come lo stesso regista canadese aveva più volte auspicato in passato.

L’inizio delle riprese è fissato in primavera e le location saranno molto diverse, dall’Ungheria alla Giordania. La sceneggiatura invece è scritta da Eric Roth (Forrest Gump, Alì, Munich) e Jon Spaiths (Prometheus, Doctor Strange), mentre il direttore della fotografia non sarà più il grande John Deakins, collaboratore storico di Villeneuve (Prisoners, Sicario e Blade Runner 2049), ma il meno conosciuto Greig Fraiser che comunque ha già firmato Rouge One: A Star Wars Story.

Colossale il cast, con Javier Bardem nei panni di Stilgar, Timothée Chalamet in quelli di Paul Atreides, Oscar Isaac come Leto Atreides, Rebecca Ferguson come Lady Jessica, mentre Zendaya interpreterà la fremen Chani, Stellan Skarsgård nella parte del Barone Harkonnen, Dave Bautista in quella di Rabban Harkonnen, Josh Brolin nel ruolo di Gurney Halleck, Charlotte Rampling in quello della Reverenda Madre Gaius Helen Mohiam e Jason Momoa nelle evsti di Dunchan Idaho.

L’attesa è alta perché Dune è un film davvero poco “cinematografizzabile”. Non a caso molti progetti erano già naufragati in passato e David Lynch ha rischiato di chiudere la carriera dopo il travagliato parto del primo adattamento, nel 1984. Dune infatti è un film fortemente metaforico e caratterizzato da uno svolgimento assai lento, anticlimatico e per la maggior parte privo di “azione”, un banco di prova davvero arduo per qualsiasi sceneggiatore e regista.

Denis Villeneuve al contrario è riuscito perfettamente a dare corpo visivo a un film tutto basato sul linguaggio e l’incomunicabilità come Arrival, ma è perso meno convincente in Blade Runner 2049. Difficile dunque riuscire a dire cosa ci si potrà aspettare da quest’opera, incrociamo le dita e speriamo bene.

Lo sapevate che prima del tentativo di Lynch Dune avrebbe dovuto essere realizzato dal visionario regista cileno Alejandro Jodorowsky, con Orson Welles e Salvador Dalì come attori, la colonna sonora dei Pink Floyd e gli schizzi preparatori di grandi artisti come Moebius, H- R. Giger, Chris Foss e Dan O’Bannon? La storia di questo incredibile film mai realizzato, assieme con i bozzetti preparatori, la trovate in Jodorowsky’s Dune.